Circuito Cinema - Sala Truffaut

gennaio-marzo 2018

Prima visione
28/12/2017 - 21.15
29/12/2017 - 21.15

L'Insulto

(L'insulte)
(Libano/Francia 2017) di Ziad Doueiri - 113’

Beirut, oggi. Yasser è un profugo palestinese e un capocantiere scrupoloso, Toni un meccanico militante nella destra cristiana. Un tubo rotto, un battibecco e un insulto sproporzionato, pronunciato da Toni in un momento di rabbia, innescano una spirale di azioni e reazioni che si riflette sulle vite private di entrambi con conseguenze drammatiche, e si rivela tutt’altro che una questione personale.

Prima visione
30/12/2017 - 21.15
01/01/2018 - 18.00 / 20.30

L'Insulto

(L'insulte)
(Libano/Francia 2017) di Ziad Doueiri - 113’

Beirut, oggi. Yasser è un profugo palestinese e un capocantiere scrupoloso, Toni un meccanico militante nella destra cristiana. Un tubo rotto, un battibecco e un insulto sproporzionato, pronunciato da Toni in un momento di rabbia, innescano una spirale di azioni e reazioni che si riflette sulle vite private di entrambi con conseguenze drammatiche, e si rivela tutt’altro che una questione personale.

Prima visione
02/01/2018 - 21.15
03/01/2018 - 21.15

L'Insulto

(L'insulte)
(Libano/Francia 2017) di Ziad Doueiri - 113’

Beirut, oggi. Yasser è un profugo palestinese e un capocantiere scrupoloso, Toni un meccanico militante nella destra cristiana. Un tubo rotto, un battibecco e un insulto sproporzionato, pronunciato da Toni in un momento di rabbia, innescano una spirale di azioni e reazioni che si riflette sulle vite private di entrambi con conseguenze drammatiche, e si rivela tutt’altro che una questione personale.

Prima visione
04/01/2018 - 21.15
05/01/2018 - 21.15

Loveless

(Nelyubov)
(Rus/Fra , 2017) di Andrey Zvyagintsev - 127’

Pluripremiato a Cannes Loveless è l'ultima fatica del grande regista russo Leone d’Oro a Venezia con Il Ritrono ed è anche tra i 9 film rimasti a contendersi l’Oscar per il miglior film straniero. È chiaramente una metafora. Della Russia contemporanea, del mondo odierno tutto, della coppia e dei sentimenti, della società quale specchio del privato e del privato quale microsocietà destinata a implodere.

Prima visione
06/01/2018 - 18.00 / 20.30
07/01/2018 - 18.00 / 20.30

Loveless

(Nelyubov)
(Rus/Fra , 2017) di Andrey Zvyagintsev - 127’

Pluripremiato a Cannes Loveless è l'ultima fatica del grande regista russo Leone d’Oro a Venezia con Il Ritrono ed è anche tra i 9 film rimasti a contendersi l’Oscar per il miglior film straniero. È chiaramente una metafora. Della Russia contemporanea, del mondo odierno tutto, della coppia e dei sentimenti, della società quale specchio del privato e del privato quale microsocietà destinata a implodere.

Prima visione
08/01/2018 - 21.15
09/01/2018 - 21.15

Loveless

(Nelyubov)
(Rus/Fra , 2017) di Andrey Zvyagintsev - 127’

Pluripremiato a Cannes Loveless è l'ultima fatica del grande regista russo Leone d’Oro a Venezia con Il Ritrono ed è anche tra i 9 film rimasti a contendersi l’Oscar per il miglior film straniero. È chiaramente una metafora. Della Russia contemporanea, del mondo odierno tutto, della coppia e dei sentimenti, della società quale specchio del privato e del privato quale microsocietà destinata a implodere.

10/01/2018 - 21.15

Lisbon Story


(Ger/Por 1994) di Wim Wenders - 100’

Il regista Monroe, trasferitosi a Lisbona per girare un film, scompare nel nulla

11/01/2018 - 21.15

Il Piacere

(Le plaisir)
(Francia 1952) di Max Ophuls - 97’

Trasposizione cinematografica di tre novelle di Guy de Maupassant, il film è composto da altrettanti episodi che creano un affascinante trittico

Prima visione
12/01/2018 - 21.15

Koudelka fotografa la Terra Santa

(Koudelka Shooting Holy Land)
(Ger/Rep. Ceca 2015) di Gilad Baram - 77’

Un documentario che affianca le fotografie in bianco e nero scattate da Koudelka in un lungo viaggio in Terra Santa ai filmati che riprendono il processo creativo e solitario di uno dei più grandi maestri viventi della fotografia

Prima visione
13/01/2018 - 18.30
14/01/2018 - 20.30

Loveless

(Nelyubov)
(Rus/Fra , 2017) di Andrey Zvyagintsev - 127’

Pluripremiato a Cannes Loveless è l'ultima fatica del grande regista russo Leone d’Oro a Venezia con Il Ritrono ed è anche tra i 9 film rimasti a contendersi l’Oscar per il miglior film straniero. È chiaramente una metafora. Della Russia contemporanea, del mondo odierno tutto, della coppia e dei sentimenti, della società quale specchio del privato e del privato quale microsocietà destinata a implodere.

Prima visione
13/01/2018 - 21.15
14/01/2018 - 18.00

Morto Stalin se ne fa un altro

(Death of Stalin)
(Gb/Fra 2017) di Armando Iannucci - 106’

La sera del 28 febbraio del 1953, Radio Mosca diffonde in diretta il “Concerto per pianoforte e orchestra n. 23” di Mozart. Toccato dall’esecuzione che ascolta nella sua dacia di Kountsevo, Stalin domanda una registrazione. Poco dopo cade a terra, colpito da attacco cerebrale.

Prima visione
16/01/2018 - 21.15

Morto Stalin se ne fa un altro

(Death of Stalin)
(Gb/Fra 2017) di Armando Iannucci - 106’

La sera del 28 febbraio del 1953, Radio Mosca diffonde in diretta il “Concerto per pianoforte e orchestra n. 23” di Mozart. Toccato dall’esecuzione che ascolta nella sua dacia di Kountsevo, Stalin domanda una registrazione. Poco dopo cade a terra, colpito da attacco cerebrale.

17/01/2018 - 21.30

L'Atalante


(Francia 1934) di Jean Vigo - 89’

La difficile vita dei novelli sposi Juliette e Jean a bordo dell’Atalante, chiatta sempre in movimento governata dal vecchio mozzo père Jules e da un ragazzo.

17/01/2018 - 21.15

Taris del nuoto

(Taris, roi de l’eau)
(Francia 1931) di Jean Vigo - 9’

Documentario sul nuotatore francese Jean Taris.

18/01/2018 - 21.15

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto


(Italia 1970) di Elio Petri - 118’

Il capo della sezione omicidi, proprio nel giorno della sua promozione all’ufficio politico, uccide l’amante.

19/01/2018 - 21.15

La febbre del sabato sera

(Saturday Night Fever)
(Usa 1977) di John Badham - 119’

Il commesso Tony Manero vive solo per esibirsi in discoteca.

Prima visione
20/01/2018 - 18.30 / 21.15
21/01/2018 - 18.00 / 20.30

Morto Stalin se ne fa un altro

(Death of Stalin)
(Gb/Fra 2017) di Armando Iannucci - 106’

La sera del 28 febbraio del 1953, Radio Mosca diffonde in diretta il “Concerto per pianoforte e orchestra n. 23” di Mozart. Toccato dall’esecuzione che ascolta nella sua dacia di Kountsevo, Stalin domanda una registrazione. Poco dopo cade a terra, colpito da attacco cerebrale.

24/01/2018 - 21.30

La classe operaia va in Paradiso


(Italia 1971) di Elio Petri - 125’

Lulù Massa, operaio comunista imbattibile nel cottimo, perde un dito e cambia atteggiamento nei confronti della fabbrica.

24/01/2018 - 21.00

Sarà il Paradiso, o è solo un manicomio?


Lettura di brani teatral-romanzeschi dell’Italia agli albori degli anni ’70, a raccontare grottescamente il nostro lavoro di ieri e di oggi.

25/01/2018 - 21.45

Zero in condotta

(Zéro de conduite )
(Francia 1933) di Jean Vigo - 44’

In un collegio diretto da un nano, quattro ragazzi puniti per cattiva condotta mettono in atto un’insurrezione incruenta.

25/01/2018 - 21.15

A propos de Nice


(Francia 1930) di Jean Vigo - 25’

La città di Nizza vista attraverso gli elementi che la contraddistinguono: il gioco, i turisti, il carnevale, la povertà di certi quartieri.

Prima visione
26/01/2018 - 22.30

Jacopo - Resti mortali e immortali


(Austria 2017) di Angela Huemer - 60’

Cosa rimane quando uno muore? Amore? Memoria? Un monumento, una stele, delle cerimonie?

Prima visione
26/01/2018 - 21.15

Maestro


(Ita/Fra 2017) di Alexandre Valenti - 75'

Francesco Lotoro è un compositore di Barletta che da anni conduce incessanti ricerche sulla musica scritta nei campi di concentramento nazisti.

Prima visione
27/01/2018 - 18.30

Gli invisibili

(Die Unsichtbaren)
(Germania 2018) di Claus Räfle - 110'

Per il ministro della propaganda Joseph Goebbels proclamare Berlino "liberata dagli ebrei" il 19 Giugno del 1943 era la dimostrazione di un successo. La terribile frase significava che chiunque non fosse riuscito a fuggire in tempo sarebbe stato deportato nei campi di concentramento.

Prima visione
27/01/2018 - 21.15
28/01/2018 - 18.00 / 20.30

Morto Stalin se ne fa un altro

(Death of Stalin)
(Gb/Fra 2017) di Armando Iannucci - 106’

La sera del 28 febbraio del 1953, Radio Mosca diffonde in diretta il “Concerto per pianoforte e orchestra n. 23” di Mozart. Toccato dall’esecuzione che ascolta nella sua dacia di Kountsevo, Stalin domanda una registrazione. Poco dopo cade a terra, colpito da attacco cerebrale.

Prima visione
31/01/2018 - 21.15

Mediterranea


(Ita/Fra/Usa/Ger/Qua 2015) di Jonas Carpignano - 107’

L’esordio nel lungo di Carpignano è stato un piccolo grande colpo di fulmine a Cannes 2015, rivelando il talento di un regista che con A Ciambra è arrivato alla corsa agli Oscar.

01/02/2018 - 21.15

Tutto finisce all'alba

(Sans lendemain)
(Francia 1940) di Max Ophuls - 79’

Parigi: per non rivelare a Georges, l’uomo che ama, che si è ridotta a lavorare in un locale equivoco, Evelyn si fa aiutare da un gangster per sembrare ricca e felice.

02/02/2018 - 21.15

Dancer


(Gb/Rus/Ucr/Usa 2016) di Steven Cantor - 85’

Nato nel sud dell’Ucraina, Sergei Polunin supera povertà, solitudine, prove e audizioni per diventare a soli 19 anni la stella più luminosa del Royal Ballet.

Prima visione
03/02/2018 - 21.15
04/02/2018 - 18.00 / 20.30

Poesia senza fine

(Poesía sin fin)
(Cile 2016) di Alejandro Jodorowsky - 128’

Santiago del Cile, al debutto degli anni ’50. Jodorowsky ha vent’anni e il desiderio di diventare poeta contro il parere del padre che lo sogna medico, ricco e borghese. Intrappolato nell’ennesima riunione di famiglia, recide (letteralmente) l’albero genealogico e ripara in una comune di artisti avanguardisti per coltivare finalmente il desiderio ardente.

Prima visione
03/02/2018 - 21.15
13/02/2018 - 21.15

Poesia senza fine

(Poesía sin fin)
(Cile 2016) di Alejandro Jodorowsky - 128’

Santiago del Cile, al debutto degli anni ’50. Jodorowsky ha vent’anni e il desiderio di diventare poeta contro il parere del padre che lo sogna medico, ricco e borghese. Intrappolato nell’ennesima riunione di famiglia, recide (letteralmente) l’albero genealogico e ripara in una comune di artisti avanguardisti per coltivare finalmente il desiderio ardente.

05/02/2018 - 21.15

Dancer


(Gb/Rus/Ucr/Usa 2016) di Steven Cantor - 85’

Nato nel sud dell’Ucraina, Sergei Polunin supera povertà, solitudine, prove e audizioni per diventare a soli 19 anni la stella più luminosa del Royal Ballet.

07/02/2018 - 21.15

Medea


(Ita/Fra/Rft 1969) di Pier Paolo Pasolini - 118’

Medea, regina di una popolazione barbara, aiuta Giasone a conquistare il vello d’oro, e per amore lo segue in una società che la disprezza come straniera.

Prima visione
08/02/2018 - 21.15

Directions - Tutto in una notte a Sofia

(Posoki )
(Bul/Ger/Mac 2017) di Stephan Komandarev - 103’

Potente affresco di Sofia, Bulgaria, anno 2017, tempo di crisi economica e di follia collettiva.

Prima visione
09/02/2018 - 21.15

L'amatore


(Italia 2016) di Maria Mauti - 94’

Nel 1929 il grande eclettico milanese Piero Portaluppi – vignettista, architetto, urbanista – acquista una cinepresa e comincia ad autoprodurre piccoli film casalinghi

10/02/2018 - 19.30 / 21.15
11/02/2018 - 19.00 / 20.30

The Party


(Gran Bretagna 2017) di Sally Potter - 71'

Un appartamento, sette persone e mille segreti con altrettante bugie: il tutto nell’arco di una serata. E’ quanto accade a casa di Janet e Bill, pronti a ricevere gli amici più stretti per un party celebrativo: la donna è stata nominata ministro-ombra della salute per i laburisti.

12/02/2018 - 21.15

Bande à part


(Francia 1964) di Jean-Luc Godard - 95'

È uno dei capolavori della Nouvelle Vague francese e di Jean-Luc Godard. Parigi: Franz (Sami Frey) e Arthur (Claude Brasseur) sono innamorati dell’ingenua Odile (Anna Karina) e la coinvolgono in un furto. Solo due di loro partiranno per il Sudamerica.

14/02/2018 - 21.15

Da Mayerling a Sarajevo

(De Mayerling à Sarajevo)
(Francia 1940) di Max Ophuls - 95’

In una accurata ricostruzione del clima storico e dei giochi di potere del tempo, Ophuls racconta la commovente vicenda personale delle vittime dell’attentato del 28 giugno 1914

15/02/2018 - 21.15

A ciascuno il suo


(Italia 1967) di Elio Petri - 92’

Un intellettuale siciliano cerca di fare luce su alcuni delitti commessi dalla mafia, ma commette l’errore di fidarsi della vedova di una delle vittime.

Prima visione
16/02/2018 - 21.15
17/02/2018 - 21.15

Final Portrait


(Gran Bretagna 2017) di Stanley Tucci - 90’

L’artista svizzero Alberto Giacometti  gode di successo indiscusso, ma questo non lo distoglie da una vita disordinata, sempre ai limiti della decenza e dell’igiene. Giunto nella capitale francese, lo scrittore americano James Lord gli commissiona un proprio ritratto.

Prima visione
18/02/2018 - 18.30 / 20.30

Final Portrait


(Gran Bretagna 2017) di Stanley Tucci - 90’

L’artista svizzero Alberto Giacometti  gode di successo indiscusso, ma questo non lo distoglie da una vita disordinata, sempre ai limiti della decenza e dell’igiene. Giunto nella capitale francese, lo scrittore americano James Lord gli commissiona un proprio ritratto.

Prima visione
21/02/2018 - 21.15
22/02/2018 - 21.15

Reset - Storia di una creazione

(Relève )
(Francia 2015) di Thierry Demaizière e Alban Teurlai - 110’

Nel 2014 Benjamin Millepied, il coreografo del film Black Swan e  compagno di Natalie Portman, assume la direzione dell’ Opèra de Paris.

Prima visione
23/02/2018 - 21.15

Alla ricerca di Van Gogh

(China’s Van Gogh)
(Paesi Bassi/Cina 2016) di Yu Haibo - 80’

Un esercito di Van Gogh cinesi. È il paesaggio umano del quartiere di Dafen, nella metropoli cinese di Shenzhen, dove si lavora a ritmi incessanti per fabbricare riproduzioni esatte dei quadri di Van Gogh

Prima visione
24/02/2018 - 19.30 / 21.15
25/02/2018 - 18.45 / 20.30

The Party


(Gran Bretagna 2017) di Sally Potter - 71'

Un appartamento, sette persone e mille segreti con altrettante bugie: il tutto nell’arco di una serata. E’ quanto accade a casa di Janet e Bill, pronti a ricevere gli amici più stretti per un party celebrativo: la donna è stata nominata ministro-ombra della salute per i laburisti.

Prima visione
28/02/2018 - 21.15

Cento Anni


(Italia 2017) di Davide Ferrario - 89’

24 ottobre 1917: l’anniversario della disfatta di Caporetto. Da questa ricorrenza si sviluppa un emozionante saggio storico fatto di testimonianze, voci, biografie, documenti visivi.

01/03/2018 - 21.15

Hokusai dal British Museum

(Hokusai: Old Man Crazy to Paint)
(Gb/Gia/Usa 2017) di Patricia Wheatley - 87’

A partire da una mostra epocale, il ritratto di un animo creativo irrequieto e imprendibile, l’autore di una icona mondiale come La grande onda di Kanagawa.

Prima visione
02/03/2018 - 21.15
03/03/2018 - 21.15

Chiamami col tuo nome

(Call Me by Your Name)
(Ita/Fra/Bra/Usa 2018) di Luca Guadagnino - 130'

Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo.

Prima visione
04/03/2018 - 17.30 / 20.15

Chiamami col tuo nome

(Call Me by Your Name)
(Ita/Fra/Bra/Usa 2018) di Luca Guadagnino - 130'

Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo.

Prima visione
07/03/2018 - 21.15

Félicité


(Fra/Bel/Sen/Ger/Lib 2017) di Alain Gomis - 123’

Félicité canta nei bar di Kinshasa: quando suo figlio ha un incidente, per pagargli l’operazione, cerca di racimolare i soldi necessari.

Prima visione
08/03/2018 - 21.15

Marlina – Omicida in quattro atti

(Marlina the Murderer in Four Acts)
(Indonesia 2017) di Mouly Surya - 90’

Marlina vive a Sumba, in Indonesia, e sta risparmiando per poter seppellire il marito secondo i riti tradizionali.

14/03/2018 - 21.15

Il grande peccatore

(The Great Sinner )
(Usa 1949) di Robert Siodmak - 110’

A Wiesbaden, nell’ 800, uno scrittore, per riscattare la donna di cui è innamorato da un’assurda promessa di matrimonio, da lei fatta in cambio dell’annullamento dei suoi debiti, diviene vittima del demone del gioco.

Prima visione
15/03/2018 - 21.15

Oleg e le arti strane

(Oleg y las raras artes)
(Spagna 2016) di Andrés Duque - 70’

Omaggio anticonvenzionale e toccante al leggendario ed eccentrico compositore russo Oleg Karavaychuk (1927-2016), un film poetico in cui l’artista rapisce lo spettatore con parole, gesti e note di pianoforte del tutto inaspettati

Prima visione
14/04/2018 - 19.00 / 21.15
15/04/2018 - 18.30 / 21.00

Tonya

(I, Tonya)
(Usa 2017) di Craig Gillespie - 121'

Il cinema esegue un salto triplo sul ghiaccio di Tonya, un biopic anomalo, vibrante, che denuncia le ipocrisie della società contemporanea. Tonya Harding ha infiammato il mondo del pattinaggio all’inizio degli anni Novanta, quando ancora scivolava veloce nei palazzetti di tutto il globo