Circuito Cinema - Sala Truffaut

Nymphomaniac - Volume 1

(Nymphomaniac - Vol 1)
01/05/2014
21.15


(Danimarca 2013) di Lars Von Trier - 110’

L’anziano Seligman, uscito per fare la spesa in una giornata nevosa, trova a terra il corpo insanguinato di una donna, Joe. La porta nel suo appartamento e la soccorre. Qui Joe gli rivela di essere una ninfomane. Se vuole può raccontargli la sua vita ma sarà una lunga narrazione che prende le mosse dai libri di anatomia del padre medico per poi passare alle competizioni con una coetanea a chi ha più rapporti nel corso di un viaggio in treno. Ma è solo l’inizio. Con Nymphomaniac Lars Von Trier chiude la trilogia sulla depressione che lo ha visto dirigere in successione Antichrist e Melancholia. Lo fa con una lunga narrazione divisa in due parti offrendoci alla fine il trailer della seconda. Non si tratta solo dell’ennesimo “film scandalo” che farà la gioia dei giornalisti che amano i pezzo cosiddetti “di colore” ma, ancor prima che di un’opera con un tema così complesso, di una specie di summa del suo cinema. Perché se una particolare forma di ninfomania per amore invadeva l’animo della Bess di Onde del destino e l’ospedale il luogo di Il Regno il rapporto sessuale reale e mostrato in modo esplicito faceva già parte di una sequenza (sciaguratamente tagliata nell’edizione italiana) di Idioti.  In questo film suddiviso in capitoli affida alla narrazione di Joe e a Seligman che ci rappresenta come ascoltatore/spettatore una riflessione che fonde il basso e l’alto, le secrezioni e le riflessioni letterarie, la pesca con l’ebraismo non per confondere le acque ma per tentare di tracciare (esasperandolo anche sul piano della varietà di stili messi in campo) un percorso nella sua visione del sesso.

coming soon