Circuito Cinema - Sala Truffaut

Rassegne - SPAZIO APERTO

21/12/2015 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

23/12/2015 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

25/12/2015 - 16.30
Prima visione

Il bambino che scoprì il mondo

(O Menino e o Mundo)
(Brasile 2013) di Ale Abreu 80'

Un bambino vive con i suoi genitori in campagna e passa le giornate in compagnia di ciò che gli offre la natura che lo circonda: pesci, alberi, uccelli e nuvole, tutto diventa pretesto per un gioco e una risata, briglie sciolte alla fantasia.

26/12/2015 - 18.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

28/12/2015 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

30/12/2015 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

01/01/2016 - 18.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

03/01/2016 - 18.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

05/01/2016 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

06/01/2016 - 18.30
Prima visione

Il bambino che scoprì il mondo

(O Menino e o Mundo)
(Brasile 2013) di Ale Abreu 80'

Un bambino vive con i suoi genitori in campagna e passa le giornate in compagnia di ciò che gli offre la natura che lo circonda: pesci, alberi, uccelli e nuvole, tutto diventa pretesto per un gioco e una risata, briglie sciolte alla fantasia.

07/01/2016 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

09/01/2016 - 21.15
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

16/01/2016 - 18.30
Prima visione

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio/Francia/Lussemburgo 2015) di Jaco Van Dormael 113'

Lo spunto è geniale e surreale: E se Dio fosse uno di noi? Ma uno dei peggiori di noi: cinico, bastardo e fancazzista, assente in famiglia e svogliato sul lavoro? Certo, l’uggia di Bruxelles, dove l’onnipotente vive, non aiuta; lo ammette anche la piccola Ea, secondogenita dell’insopportabile divinità, cui il fratellone JC – che le parla tramite icona – suggerisce di ribellarsi.

16/01/2016 - 20.45
Prima visione

Perfect Day

(A perfect Day)
(Spagna 2015) di Fernando León de Aranoa 105'

Durante una giornata come tante altre, Sophie, da poco reclutata in un'organizzazione di aiuti umanitari, è insieme ai colleghi esperti Mambrù (Benicio Del Toro) e B (Tim Robbins) in una zona di conflitto quando ingaggia una lotta contro il tempo per salvare l'approvvigionamento di acqua per una comunità abbandonata.

23/01/2016 - 21.15
Prima visione

La isla minima


(Spagna 2015) di Alberto Rodriguez 105'

Spagna 1980. Pochi si sono abituati alla democrazia, qualcuno rimpiange il franchismo, su certi crocifissi campeggiano i santini di Franco, Salazar, Hitler e Mussolini. In una cittadina andalusa scompaiono due adolescenti inquiete, e Madrid manda un paio di poliziotti esperti e male assortiti.

30/01/2016 - 21.15
Prima visione

La isla minima


(Spagna 2015) di Alberto Rodriguez 105'

Spagna 1980. Pochi si sono abituati alla democrazia, qualcuno rimpiange il franchismo, su certi crocifissi campeggiano i santini di Franco, Salazar, Hitler e Mussolini. In una cittadina andalusa scompaiono due adolescenti inquiete, e Madrid manda un paio di poliziotti esperti e male assortiti.

06/02/2016 - 19.00
Prima visione

La isla minima


(Spagna 2015) di Alberto Rodriguez 105'

Spagna 1980. Pochi si sono abituati alla democrazia, qualcuno rimpiange il franchismo, su certi crocifissi campeggiano i santini di Franco, Salazar, Hitler e Mussolini. In una cittadina andalusa scompaiono due adolescenti inquiete, e Madrid manda un paio di poliziotti esperti e male assortiti.

06/02/2016 - 21.00
Prima visione

Francofonia


(Francia/Germania/Olanda 2015) di Aleksandr Sokurov 88’

L’Occidente e i suoi volti, indispensabili appigli cui aggrapparsi per preservare un sistema culturale compromesso. L’Occidente e i suoi musei, che di quei volti sono custodi e, di conseguenza, anche della memoria grafica come concrezione identitaria.

13/02/2016 - 19.00
Prima visione

La isla minima


(Spagna 2015) di Alberto Rodriguez 105'

Spagna 1980. Pochi si sono abituati alla democrazia, qualcuno rimpiange il franchismo, su certi crocifissi campeggiano i santini di Franco, Salazar, Hitler e Mussolini. In una cittadina andalusa scompaiono due adolescenti inquiete, e Madrid manda un paio di poliziotti esperti e male assortiti.

13/02/2016 - 21.00
Prima visione

Francofonia


(Francia/Germania/Olanda 2015) di Aleksandr Sokurov 88’

L’Occidente e i suoi volti, indispensabili appigli cui aggrapparsi per preservare un sistema culturale compromesso. L’Occidente e i suoi musei, che di quei volti sono custodi e, di conseguenza, anche della memoria grafica come concrezione identitaria.

20/02/2016 - 19.30
Prima visione

Remember


(Canada 2015) di Atom Egoyan 95'

Zev (Christopher Plummer) apre gli occhi “Ruth” chiama. È quello che gli succede a ogni risveglio: cancella la morte della moglie, scorda il passato, non sa dov’è. E perché. Max (Martin Landau), ebreo deportato e sopravvissuto, decrepito e chiuso in una casa di riposo come lui, gli offre un documento-guida, una lettera per non dimenticare: s’era ripromesso di scappare dall’ospizio, di cercare l’SS responsabile dello sterminio delle loro famiglie.

27/02/2016 - 21.15
Prima visione

Il Club

(El club)
(Cile 2015) di Pablo Larraín 98'

Dal libro della Genesi: “Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dal buio”. Cile, oggi. In un paese sul mare, una casa ospita quattro sacerdoti impresentabili per la chiesa (pedofili, uomini di potere e tortura, commercianti di bambini nel nome di Cristo). A fare loro da secondino una suora d’occasione.

05/03/2016 - 21.15

Il figlio di Saul

(Saul fia)
(Ungheria 2015) di Laszlo Nemes 107’

Ottobre 1944. Saul Auslander è un ebreo ungherese deportato ad Auschwitz. Reclutato come sonderkommando, Saul è costretto ad assistere allo sterminio della sua gente che accompagna nell’ultimo viaggio. Isolati dal resto del campo i sonderkommando sono assoldati per rimuovere i corpi dalle camere a gas e poi cremarli.

12/03/2016 - 21.15

Il Club

(El club)
(Cile 2015) di Pablo Larraín 98'

Dal libro della Genesi: “Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dal buio”. Cile, oggi. In un paese sul mare, una casa ospita quattro sacerdoti impresentabili per la chiesa (pedofili, uomini di potere e tortura, commercianti di bambini nel nome di Cristo). A fare loro da secondino una suora d’occasione.