Circuito Cinema - Sala Truffaut

Rassegne - SPAZIO APERTO

19/10/2013 - 20.45
Prima visione

Vado a scuola

(Sur le chemin de l’école )
(Francia 2013) di Pascal Plisson 75’

Dalla savana del Kenia ai sentieri che solcano la catena dell’Atlante in Marocco; dall’altopiano della Patagonia al calore dell’India meridionale seguiamo Jackson, Zahira, Carlito e Samuel, quattro bambini con il desiderio di imparare.

26/10/2013 - 21,15
Prima visione

Vado a scuola

(Sur le chemin de l’école )
(Francia 2013) di Pascal Plisson 75'

Dalla savana del Kenia ai sentieri che solcano la catena dell’Atlante in Marocco; dall’altopiano della Patagonia al calore dell’India meridionale seguiamo Jackson, Zahira, Carlito e Samuel, quattro bambini con il desiderio di imparare. Per soddisfare questo desiderio (e come milioni di loro coetanei nel mondo) affrontano, nella maggioranza dei casi quotidianamente, percorsi lunghissimi e spesso pericolosi. Ognuno di loro ha un sogno di emancipazione che nessun ostacolo può frenare.

01/11/2013 - 21.15
Prima visione

Gloria


(Cile/Spagna 2012) di Sebastian Lelio 110’

Vincitore del premio Cine in Construccion al Festival di San Sebastian del 2012, il quarto film del cileno Sebastian Lelio è la storia di una 58enne single, che trascorre le sue serate nelle balere di Santiago in cerca d’amore, finché viene travolta dalla passione per Rodolfo, un uomo che la farà volteggiare tra speranza e disperazione.

03/11/2013 - 18.00
Prima visione

Gloria


(Cile/Spagna 2012) di Sebastian Lelio 110’

Vincitore del premio Cine in Construccion al Festival di San Sebastian del 2012, il quarto film del cileno Sebastian Lelio è la storia di una 58enne single, che trascorre le sue serate nelle balere di Santiago in cerca d’amore, finché viene travolta dalla passione per Rodolfo, un uomo che la farà volteggiare tra speranza e disperazione.

09/11/2013 - 20.30
Prima visione

Oh boy - Un caffè a Berlino

(Oh Boy)
(Germania 2013) di Jan Ole Gerster 83’

Niko Fischer ha lasciato l’università, prediligendo agli studi una vita da flaneur in perenne escursione fra gli esterni berlinesi, dei quali provare a cogliere il senso.

16/11/2013 - 20.30
Prima visione

Oh Boy - Un caffè a Berlino

(Oh Boy)
(Germania 2013) di Jan Ole Gerster 83'

Niko Fischer ha lasciato l’università, prediligendo agli studi una vita da flaneur in perenne escursione fra gli esterni berlinesi, dei quali provare a cogliere il senso.

23/11/2013 - 20.30
Prima visione

Zoran, il mio nipote scemo


(Italia 2013) di Matteo Oleotto 106'

Paolo Bressan (il bravissimo Giuseppe Battiston) trascorre le sue giornate da Gustino, gestore di un’osteria in un piccolo paese vicino a Gorizia. Un quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania, la sua ex moglie.

25/11/2013 - 20.30
Prima visione

La moglie del poliziotto

(Die Frau Des Polizisten)
(Germania 2013) di Philip Gröning 172’

Il 25 novembre è la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. In questa occasione, il Circuito Cinema propone alla sala Truffaut un importante film in prima visione, presentato in Concorso alla  recente Mostra del Cinema di Venezia.

30/11/2013 - 21.15
Prima visione

Zoran, il mio nipote scemo


(Italia 2013) di Matteo Oleotto 106'

Paolo Bressan (il bravissimo Giuseppe Battiston) trascorre le sue giornate da Gustino, gestore di un’osteria in un piccolo paese vicino a Gorizia. Un quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania, la sua ex moglie.

07/12/2013 - 16.30
Prima visione

L'arte della felicità


(Italia 2013) di Alessandro Rak 82’

Due fratelli. Due continenti. Due vite. Una sola anima. Sotto un cielo plumbeo, tra i presagi apocalittici di una Napoli all’apice del suo degrado, Sergio, un tassista, riceve una notizia che lo sconvolge.

14/12/2013 - 20.00
Prima visione

Il tocco del peccato

(Tian zhu ding)
(Cina/Giappone 2013) di Jia Zhang-ke 133’

Prologo: un uomo in motorino viene bloccato da alcuni ragazzi che armati di accetta lo vorrebbero rapinare. Lui estrae una calibro 45 e li fa secchi con fredda determinazione.

21/12/2013 - 20.30
Prima visione

Lunchbox


(India/Francia/Germania/Usa 2013) di Ritesh Batra 105’

Nelle principali città dell’India, tra le più popolose e complicate al mondo, c’è un infallibile sistema di smistamento del lunch box (volgarmente: “schiscette”) che nemmeno ingegneri e fisici nucleari riescono a spiegarsi del tutto, e non si tratta di una battuta.

23/12/2013 - 21.15
Prima visione

Lunchbox


(India/Francia/Germania/Usa 2013) di Ritesh Batra 105’

Nelle principali città dell’India, tra le più popolose e complicate al mondo, c’è un infallibile sistema di smistamento del lunch box (volgarmente: “schiscette”) che nemmeno ingegneri e fisici nucleari riescono a spiegarsi del tutto, e non si tratta di una battuta.

26/12/2013 - 18.30
Prima visione

Lunchbox


(India/Francia/Germania/Usa 2013) di Ritesh Batra 105’

Nelle principali città dell’India, tra le più popolose e complicate al mondo, c’è un infallibile sistema di smistamento del lunch box (volgarmente: “schiscette”) che nemmeno ingegneri e fisici nucleari riescono a spiegarsi del tutto, e non si tratta di una battuta.

28/12/2013 - 21.15
Prima visione

Lunchbox


(India/Francia/Germania/Usa 2013) di Ritesh Batra 105’

Nelle principali città dell’India, tra le più popolose e complicate al mondo, c’è un infallibile sistema di smistamento del lunch box (volgarmente: “schiscette”) che nemmeno ingegneri e fisici nucleari riescono a spiegarsi del tutto, e non si tratta di una battuta.

30/12/2013 - 21.15
Prima visione

Lunchbox


(India/Francia/Germania/Usa 2013) di Ritesh Batra 105’

Nelle principali città dell’India, tra le più popolose e complicate al mondo, c’è un infallibile sistema di smistamento del lunch box (volgarmente: “schiscette”) che nemmeno ingegneri e fisici nucleari riescono a spiegarsi del tutto, e non si tratta di una battuta