Circuito Cinema - Sala Truffaut

Prima visione

La isla minima

30/01/2016
21.15 v. italiana

31/01/2016
18.30 v. italiana
20.30 v. o. sott. ita

(Spagna 2015) di Alberto Rodriguez - 105'

Spagna 1980. Pochi si sono abituati alla democrazia, qualcuno rimpiange il franchismo, su certi crocifissi campeggiano i santini di Franco, Salazar, Hitler e Mussolini. In una cittadina andalusa scompaiono due adolescenti inquiete, e Madrid manda un paio di poliziotti esperti e male assortiti. Uno, riottoso e progressista, vorrebbe essere altrove; dell’altro si intuisce un certo sardonico cinismo mascherato da joie de vivre. Le ragazze intanto vengono trovate. Morte. Non è stato un incidente. Il regista del poliziesco “Grupo 7” (2012), Alberto Rodriguez, torna con un noir che per impianto e ambientazione ricorda un po’ “True Detective” (prima stagione): acqua, acquitrini, canali a perdita d’occhio, oggetti inquietanti a mo’ di feticci di morte, veggenti, superstizioni, oltre al cuore nero di sbirri dal grilletto facile. Ma il film è Europa, il continente che fatica a fare i conti con il proprio passato, ed è Spagna, con il suo grumo di riconciliazioni mancate e rimozioni persistenti. Il vero scenario del film, vincitore in patria di ben 10 Goya (gli Oscar iberici) è la storia con la s maiuscola, riflessa nei tic di una provincia remota. Il successo del film in Spagna è stato tale che le location andaluse sono diventate meta turistica.

coming soon