Circuito Cinema - Sala Truffaut

programma

19/10/2017 - 21.15

Blow-up


(Ita/Gb 1966) di Michelangelo Antonioni - 111’

Un fotografo, ingrandendo l’istantanea di due amanti fatta di nascosto in un parco, scopre particolari che non aveva visto a occhio nudo.

Prima visione
20/10/2017 - 21.00
21/10/2017 - 21.30

Nico, 1988


(Ita/Bel 2017) di Susanna Nicchiarelli - 94’

A quasi 50 anni,  Nico conduce una vita solitaria e appartata a Manchester, molto diversa da quella sfavillante che viveva negli anni ’60 quando era una modella dalla bellezza leggendaria, musa di Andy Warhol e vocalist dei Velvet Underground.

Prima visione
21/10/2017 - 19.00
22/10/2017 - 21.00

Ritorno in Borgogna

(Ce qui nous lie)
(Francia 2017) di Cédric Klapisch - 113’

Il film vede protagonisti tre fratelli proprietari di un grande vigneto nella regione francese. Informato della malattia terminale del padre, Jean torna a casa dopo dieci anni di assenza per aiutare la sorella Juliette e il fratello Jérémie nella gestione della tenuta di famiglia.

Prima visione
22/10/2017 - 18.30
23/10/2017 - 21.15

Nico, 1988


(Ita/Bel 2017) di Susanna Nicchiarelli - 94’

A quasi 50 anni,  Nico conduce una vita solitaria e appartata a Manchester, molto diversa da quella sfavillante che viveva negli anni ’60 quando era una modella dalla bellezza leggendaria, musa di Andy Warhol e vocalist dei Velvet Underground.

Prima visione
24/10/2017 - 21.15

Ritorno in Borgogna

(Ce qui nous lie)
(Francia 2017) di Cédric Klapisch - 113’

Il film vede protagonisti tre fratelli proprietari di un grande vigneto nella regione francese. Informato della malattia terminale del padre, Jean torna a casa dopo dieci anni di assenza per aiutare la sorella Juliette e il fratello Jérémie nella gestione della tenuta di famiglia.

Prima visione
25/10/2017 - 21.15

Dawson City – Il tempo tra i ghiacci

(Dawson City: Frozen Time )
( Usa 2016) di Bill Morrison - 120’

Nei sotterranei di Dawson, Canada, per decenni, il cinema  ha avuto un suo cimitero sconosciuto e bellissimo.

26/10/2017 - 21.15

I fidanzati della morte


(Italia 1956) di Romolo Marcellini - 90’

Gare e amori di un corridore motociclista, sullo sfondo del Nürburgring e di altri circuiti, oltre che dello stabilimento della Moto Guzzi a Mandello.

Prima visione
27/10/2017 - 21.15

L'uomo che non cambiò la storia


(Italia 2016) di Enrico Caria - 76’

Nel 1938 il grande archeologo Ranuccio Bianchi Bandinelli fece da cicerone per Mussolini e Hitler in visita estasiata alle rovine dell’antica Roma e ai capolavori dell’Urbe.

02/11/2017 - 21.15

Un condannato a morte è fuggito

(Un condamné à mort s’est échappé)
(Francia 1956) di Robert Bresson - 102’

Lione 1943, prigione di Montluc: il tenente Fontaine, uomo della Resistenza condannato a morte, prepara minuziosamente la fuga dal carcere nazista.

Prima visione
03/11/2017 - 21.15

Corniche Kennedy


(Francia 2016) di Dominique Cabrera - 94’

Gli opposti che si attraggono sono Suzanne, maturanda di buona famiglia, Marco e Mehdi con il loro gruppo di amici, tutti figli della suburra.

Prima visione
08/11/2017 - 21.15

Bill Viola: The Road to St. Paul


(Gran Bretagna 2017) di Gerald Fox - 91’

A sei anni Bill Viola ha rischiato di affogare: non è un caso se il più grande videoartista dei nostri giorni ha sviluppato la sua carriera in una costante ricerca incentrata sul crinale tra vita e morte.

09/11/2017 - 21.15

Strategia del ragno


(Italia 1972) di Bernardo Bertolucci - 110’

Athos va a Tara, un paesino della Bassa padana, alla ricerca della verità sulla morte del padre, supposto eroe della Resistenza.

10/11/2017 - 21.15

Fellini Satyricon


(Italia 1969) di Federico Fellini - 128’

Nella Roma imperiale, Encolpio e Ascilto vivono di espedienti passando di avventura in avventura, dalla cena del volgare Trimalcione ai salotti intellettuali, dal Minotauro all’Ermafrodito.

15/11/2017 - 21.15

La corazzata Potëmkin

(Bronenosec Potëmkin)
(Urss 1925) di Sergej M. Ejzenštejn - 68’

1905: l’ammutinamento dell’equipaggio del Potëmkin all’ àncora a Odessa e la feroce repressione dei cosacchi che spararono sulla folla riunita in segno di solidarietà sulla scalinata del porto.

16/11/2017 - 21.15

Tu ridi


(Italia 1998) di Paolo e Vittorio Taviani - 99’

Due episodi. Nel primo, ambientato nella Roma anni ’30, un ex baritono che ha perso la voce è preso tra realtà e sogno.

Prima visione
17/11/2017 - 21.15

Victoria


(Germania 2015) di Sebastian Schipper - 138’

Una ripresa senza soluzione di continuità iniziata in una notte d’aprile alle 4,30 e finita 2 ore e 18 minuti più tardi.

22/11/2017 - 21.15

Tano da morire


(Italia 1997) di Roberta Torre - 78’

Una storia vera di mafia (l’uccisione di Tano Guarrasi in una guerra tra clan) raccontata in forma di musical e interpretata da non attori.

Prima visione
23/11/2017 - 21.00

La vita in comune


(Italia 2017) di Edoardo Winspeare - 110’

A Disperata, un piccolo paese del Sud Italia dimenticato da Dio, il malinconico sindaco Filippo Pisanelli si sente terribilmente inadeguato al proprio compito.

Prima visione
24/11/2017 - 21.15

Virgin Mountain

(Fúsi )
(Isl/Dan 2015) di Dagur Kári - 94’

Fúsi è grande e grosso, come una montagna, ma questo non gli impedisce di essere umiliato, negli spogliatoi, da coetanei che si accaniscono sulla  palese goffaggine delle sue interazioni umane.

29/11/2017 - 21.15

Angela


(Italia 2002) di Roberta Torre - 91’

Angela, moglie di un boss, lo aiuta nel commercio di droga; ma commette l’errore di innamorarsi  del suo guardaspalle.

Prima visione
30/11/2017 - 21.15

Sieranevada


(Rom/Fra/Bos/Cro/Mac 2016) di Cristi Puiu - 173’

Una riunione familiare per commemorare un capofamiglia a 40 giorni dalla scomparsa.

13/12/2017 - 21.15

Cabiria


(Italia 1914/1931) di Giovanni Pastrone - 135’

Le avventure e disavventure di Cabiria durante le guerre puniche. Progettato sull’entusiasmo delle prime vittorie imperialiste

14/12/2017 - 21.15

Io danzerò

(La danseuse)
(Fra/Bel/Rep. Ceca 2016) di Stéphanie Di Giusto - 108’

La vita della tormentata Loïe Fuller (danzatrice americana priva di formazione classica, performer esplosiva alla conquista della scena parigina della Belle Époque, omosessuale dichiarata)