Razzabastarda

Razzabastarda

Roman, immigrato rumeno che vive in Italia da trent'anni e legato agli ambienti della piccola delinquenza, sogna per il figlio Nicu, che ha allevato da solo, senza madre, un'esistenza diversa e migliore della sua. Tuttavia, per un ragazzo vissuto da sempre in determinato ambiente regolato da precise dinamiche non è facile desiderare di essere qualcosa di diverso... Con Razzabastarda, sua prima regia, Gassman si rivela solido e lucido come non riuscì mai a papà Vittorio nelle sue sporadiche direzioni cinematografiche. Alessandro è cresciuto anche come interprete. Il gradevole e leggerino interprete di tante commediole, ha acquistato una forza sanguigna che regge bene il carico di tutto il dramma.