Archivio

Tutti lo sanno
Prima visione

Tutti lo sanno

(Spagna/Francia 2018) di Asghar Fahradi - 130'
giovedì 22/ 11/ 2018 21
venerdì 23/ 11/ 2018 21
sabato 24/ 11/ 2018 18.15 - 21
domenica 25/ 11/ 2018 18.15 - 21

Laura ritorna nel paese della sua infanzia per partecipare al matrimonio della sorella. Lasciata anni prima la Spagna per l'Argentina, è sposata con un uomo che non ama più e ha due figli che ama sopra ogni cosa. Nella provincia della Rioja con gli affetti più cari ritrova Paco, amico della giovinezza e compagno per una stagione...

Toglimi un dubbio
Prima visione

Toglimi un dubbio

(Francia/Belgio 2017) di Carine Tardieu - 100'
martedì 20/ 11/ 2018 21
mercoledì 21/ 11/ 2018 21

Erwan (François Damiens) è un artificiere quarantenne, vedovo e alle prese con Juliette (Alice De Lencquesaing), la figlia 23enne incinta e single: la sua vita verrà presto sconvolta quando all’improvviso scoprirà che l’uomo che lo ha cresciuto non è suo padre biologico. Dopo lo shock iniziale e con mille dubbi Erwan deciderà di andare alla ricerca del suo vero padre e scoprirà che è un vecchio militante di sinistra...

Il sacrificio del cervo sacro
Prima visione

Il sacrificio del cervo sacro

(Irlanda/Gran Bretagna 2017) di Yorgos Lanthimos - 121'
martedì 13/ 11/ 2018 21
mercoledì 14/ 11/ 2018 21

Qualcuno di voi potrebbe sostenere che il regista Yorgos Lanthimos sia riuscito a innestare su Il sacrificio del cervo sacro la struttura e i colpi di scena di una tragedia greca. Avreste ragione, naturalmente – il regista arriva da Atene e questa è la sua seconda pellicola in lingua inglese –, ma sareste altrettanto colpevoli di minimizzare la portata della sua poetica nera come l’inchiostro...

La stanza delle meraviglie
Prima visione

La stanza delle meraviglie

(USA 2017) di Todd Haynes - 117'
martedì 06/ 11/ 2018 21
mercoledì 07/ 11/ 2018 21

Quando si parla del cinema di Todd Haynes lo si fa di solito con la reverenza e la circospezione che di solito spetta ai registi cui si riconosce un arte superiore. Un talento quello dell'autore californiano che non si limita a vivere solo sul grande schermo, attraverso la bellezza delle composizioni visive e la straordinario camaleontismo dei suoi interpreti ma che è capace di trovare eco nei fatti della vita reale, trasfigurati secondo il modello esistenziale che riceviamo guardando i suoi film...

Il Verdetto
Prima visione

Il Verdetto

(Gran Bretagna 2017) di Richard Eyre - 105'
giovedì 01/ 11/ 2018 19 - 21
venerdì 02/ 11/ 2018 21
sabato 03/ 11/ 2018 19 - 21
domenica 04/ 11/ 2018 19 - 21

Mentre il suo matrimonio con Jack vacilla, l'eminente giudice dell'Alta Corte britannica Fiona Maye è chiamata a prendere una decisione cruciale nell'esercizio del suo ruolo: deve obbligare Adam, un giovane adolescente malato di leucemia, che per motivi religiosi rifiuta di sottoporsi a una trasfusione di sangue che potrebbe salvargli la vita. In deroga all'ortodossia professionale, Fiona sceglie di andare a far visita ad Adam in ospedale...

La terra di Dio
Prima visione

La terra di Dio

(Gran Bretagna 2017) di Francis Lee - 104'
martedì 30/ 10/ 2018 21
mercoledì 31/ 10/ 2018 21

Ad aprire il film è la lunga inquadratura fissa di una fattoria che, dalla penombra della notte, viene rischiarata dai primi, tiepidi bagliori dell'alba. La sequenza successiva è ambientata invece all'interno di un bagno: la cinepresa è incollata alla schiena ossuta di Johnny Saxby, in preda a conati di vomito, per poi mostrarci un primo piano del ragazzo, con la bocca semiaperta e occhi spenti dai quali trapela un indefinibile smarrimento...

Lucky
Prima visione

Lucky

(USA 2017) di John Carroll Lynch - 88'
martedì 23/ 10/ 2018 21
mercoledì 24/ 10/ 2018 21

Cinque esercizi di yoga, qualche litro di latte in frigo e un bloody mary prima di andare a dormire sono gli ingredienti principali per raggiungere la terza età in piena forma, come Lucky, il bizzarro protagonista del film di John Carroll Lynch interpretato dal maestoso Harry Dean Stanton, scomparso poco tempo fa a Los Angeles...

Quasi nemici - L
Prima visione

Quasi nemici - L'importante è avere ragione

(Belgio/Francia 2017) di Yvan Attal - 95'
giovedì 18/ 10/ 2018 21
venerdì 19/ 10/ 2018 21
sabato 20/ 10/ 2018 19 - 21
domenica 21/ 10/ 2018 19 - 21

Neïla Salah (Camélia Jordana) è un’universitaria originaria della banlieu parigina, con il sogno nel cassetto di diventare un’affermata avvocatessa. Al suo primo giorno di corsi, la ragazza arriva sfortunatamente in ritardo a lezione, subendo un duro attacco da parte del Professor Pierre Mazard (Daniel Auteuil), noto in facoltà per il suo atteggiamento provocatorio e offensivo nei confronti delle minoranze etniche...

Unsane
Prima visione

Unsane

(USA 2018) di Steven Soderbergh - 97'
martedì 16/ 10/ 2018 21
mercoledì 17/ 10/ 2018 21

Sawyer Valentini è una giovane donna, vittima di stalking, che lascia Boston per la Pennsylvania in cerca di una nuova vita. Ma il nuovo lavoro non è l'affascinante opportunità che si aspettava, nella nuova città non si sente mai al sicuro, il passato la perseguita. Così decide di consultare una specialista, ma si ritroverà involontariamente sottoposta a un trattamento presso l'Highland Creek Behavioral Center...

Un affare di famiglia
Prima visione

Un affare di famiglia

(Giappone 2018) di Hirokazu Kore-Eda - 121'
mercoledì 03/ 10/ 2018 21
giovedì 04/ 10/ 2018 21
venerdì 05/ 10/ 2018 21
sabato 06/ 10/ 2018 18.45 - 21
domenica 07/ 10/ 2018 18.45 - 21
mercoledì 10/ 10/ 2018 21

PALMA D'ORO CANNES 2018

Una famiglia che fatica ad arrivare alla fine del mese cerca di far quadrare i conti commettendo piccoli furtarelli nei negozi. Quando incontrano una ragazzina che pensano essere senza casa, sono felici di accoglierla, ma presto scoprono la verità su di lei e alcuni segreti vengono alla luce… 

Parigi a piedi nudi
Prima visione

Parigi a piedi nudi

(Francia/Belgio 2016) di Dominique Abel, Fiona Gordon - 85'
mercoledì 23/ 05/ 2018 21
giovedì 24/ 05/ 2018 21
venerdì 25/ 05/ 2018 21
sabato 26/ 05/ 2018 19 - 21
domenica 27/ 05/ 2018 19 - 21

Fiona, bibliotecaria canadese, riceve una lettera da una vecchia zia partita anni prima per Parigi. Martha ha ottantotto anni, la testa tra le nuvole e la paura di finire in un ricovero. Per scongiurare l'ipotesi chiede aiuto alla nipote che sacco in spalla sbarca in città. Eterna gaffeuse, Fiona si perde, finisce a bagno nella Senna e fa la conoscenza di Dom...

Io & Annie - Annie Hall
Prima visione

Io & Annie - Annie Hall

(USA 1977) di Woody Allen - 93'
martedì 22/ 05/ 2018 21

VERSIONE RESTAURATA DALLA CINETECA DI BOLOGNA IN INGLESE CON SOTTOTITOLI ITALIANI

Alvy Singer, attore comico di origini ebree, incontra casualmente Annie Hall, una ragazza carina, un po' svitata, di famiglia benestante del Middle West. Alvy, già scottato da due matrimoni falliti, inizia il nuovo rapporto con paura; ma anche Annie, istintivamente, dubita del successo del loro rapporto e mantiene un ampio margine d'evasione...

Abracadabra
Prima visione

Abracadabra

(Spagna/Francia/Belgio 2017) di Pablo Berger - 96'
sabato 19/ 05/ 2018 19
domenica 20/ 05/ 2018 21

Carmen ha un marito che non la vede più: perennemente attaccato al televisore per guardare le partite di calcio, di nessun aiuto in casa ma con innumerevoli pretese, Carlos è diventato un estraneo volgare e ingombrante. Al matrimonio di un parente il cugino di Carmen, Pepe, si esibisce in un numero di ipnotismo e Carlos si candida come volontario...

120 battiti al minuto
Prima visione

120 battiti al minuto

(Francia 2017) di Robin Campillo - 140'
giovedì 17/ 05/ 2018 21 - INGRESSO 6 EURO

EVENTO SPECIALE PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA

Inizio anni Novanta. L'AIDS sta uccidendo da quasi dieci anni e gli attivisti di Act Up-Paris decidono di moltiplicare le loro azioni per sconfiggere l'indifferenza generale. Nathan, un nuovo arrivato nel gruppo, viene ben presto sconvolto dalla radicalità di Sean, un ragazzo che sta consumando le sue ultime forze per le battaglie dell'associazione. Parigi, primi anni '90...

Inizio anni Novanta. L'AIDS sta uccidendo da quasi dieci anni e gli attivisti di Act Up-Paris decidono di moltiplicare le loro azioni per sconfiggere l'indifferenza generale. Nathan, un nuovo arrivato nel gruppo, viene ben presto sconvolto dalla radicalità di Sean, un ragazzo che sta consumando le sue ultime forze per le battaglie dell'associazione. Parigi, primi anni '90. Combattendo la disinformazione e l'indifferenza generale con azioni di pacifica protesta, il movimento Act-Up raccoglie gruppi di ragazzi affetti dal virus dell'HIV al fine di sensibilizzare la popolazione riguardo la drammatica diffusione dell'AIDS. Nathan (Arnaud Valois), nuovo membro del gruppo, è sempre più coinvolto nella causa, grazie soprattutto all'intima vicinanza di Sean (Nahuel Pérez Biscayart), uno dei militanti più radicali. Regista, sceneggiatore e montatore francese, Robin Campillo, al suo terzo lungometraggio, ha realizzato un dramma di impegno civile che parte dalla descrizione di un preciso momento storico/culturale per poi concentrarsi sul rapporto tra i due protagonisti. La nobile causa dell'organizzazione internazionale Act-Up (AIDS Coalition to Unleash Power) fondata a New York nel 1987, i cui membri affrontano il proprio tragico destino con il dialogo e il reciproco sostegno, diventa lo scheletro necessario per affrontare un discorso che vuole abbattere ogni forma di discriminazione ma, ancor prima, una insostenibile cecità di massa. Campillo, che ha contribuito alla scrittura di numerosi film del collega Laurent Cantet, tra cui La classe - Entre les murs (Palma d'oro a Cannes 2008), rifiuta ogni tipo di soluzione retorica attraverso una solida sceneggiatura, verbosa ma mai pedante. Dopo una lunga parte introduttiva con al centro scottanti dibattiti tra gli attivisti, la narrazione diventa sempre più intima, agli slogan di protesta e ai gesti plateali per ricevere un’attenzione palesemente negata, anche a livello mediatico, si sostituiscono le fragilità individuali. L'ombra lunga della morte aleggia pesante, ma non può intaccare la battaglia per il diritto alla vita di una comunità fiera di combattere sempre a testa alta e di far sentire la propria voce (“Silence=mort"). Il film rimane un ritratto sincero e appassionante, che trova con il passare dei minuti un’efficace quadratura. Grand Prix Speciale della Giuria e Premio FIPRESCI al Festival di Cannes, il film è il candidato agli Oscar per la Fran

Inizio anni Novanta. L'AIDS sta uccidendo da quasi dieci anni e gli attivisti di Act Up-Paris decidono di moltiplicare le loro azioni per sconfiggere l'indifferenza generale. Nathan, un nuovo arrivato nel gruppo, viene ben presto sconvolto dalla radicalità di Sean, un ragazzo che sta consumando le sue ultime forze per le battaglie dell'associazione. Parigi, primi anni '90. Combattendo la disinformazione e l'indifferenza generale con azioni di pacifica protesta, il movimento Act-Up raccoglie gruppi di ragazzi affetti dal virus dell'HIV al fine di sensibilizzare la popolazione riguardo la drammatica diffusione dell'AIDS. Nathan (Arnaud Valois), nuovo membro del gruppo, è sempre più coinvolto nella causa, grazie soprattutto all'intima vicinanza di Sean (Nahuel Pérez Biscayart), uno dei militanti più radicali. Regista, sceneggiatore e montatore francese, Robin Campillo, al suo terzo lungometraggio, ha realizzato un dramma di impegno civile che parte dalla descrizione di un preciso momento storico/culturale per poi concentrarsi sul rapporto tra i due protagonisti. La nobile causa dell'organizzazione internazionale Act-Up (AIDS Coalition to Unleash Power) fondata a New York nel 1987, i cui membri affrontano il proprio tragico destino con il dialogo e il reciproco sostegno, diventa lo scheletro necessario per affrontare un discorso che vuole abbattere ogni forma di discriminazione ma, ancor prima, una insostenibile cecità di massa. Campillo, che ha contribuito alla scrittura di numerosi film del collega Laurent Cantet, tra cui La classe - Entre les murs (Palma d'oro a Cannes 2008), rifiuta ogni tipo di soluzione retorica attraverso una solida sceneggiatura, verbosa ma mai pedante. Dopo una lunga parte introduttiva con al centro scottanti dibattiti tra gli attivisti, la narrazione diventa sempre più intima, agli slogan di protesta e ai gesti plateali per ricevere un’attenzione palesemente negata, anche a livello mediatico, si sostituiscono le fragilità individuali. L'ombra lunga della morte aleggia pesante, ma non può intaccare la battaglia per il diritto alla vita di una comunità fiera di combattere sempre a testa alta e di far sentire la propria voce (“Silence=mort"). Il film rimane un ritratto sincero e appassionante, che trova con il passare dei minuti un’efficace quadratura. Grand Prix Speciale della Giuria e Premio FIPRESCI al Festival di Cannes, il film è il candidato agli Oscar per la Fra

Cosa dirà la gente
Prima visione

Cosa dirà la gente

(Norvegia 2017) di Iram Haq - 106'
mercoledì 16/ 05/ 2018 21

Oslo. Nisha ha sedici anni e una doppia vita. In famiglia è una perfetta figlia di pakistani. Fuori casa è una normale ragazza norvegese. Quando però il padre la sorprende in casa di notte in compagnia del suo ragazzo, i genitori e il fratello si organizzano per portarla, contro la sua volontà, in Pakistan affidandola a una zia...

Wajib - Invito al matrimonio
Prima visione

Wajib - Invito al matrimonio

(Palestina/Francia 2017) di Anne-Marie Jacir - 96'
giovedì 26/ 04/ 2018 21
venerdì 27/ 04/ 2018 21
sabato 28/ 04/ 2018 21
domenica 29/ 04/ 2018 18.30 - 21
martedì 01/ 05/ 2018 21
mercoledì 02/ 05/ 2018 21

Abu, il padre, Shadi, il figlio, e Nazareth, la madre. Amata dal padre, un professore palestinese di 65 anni, che ha imparato ad accettare l'occupazione israeliana. Rinnegata dal figlio, che vive a Roma, fa l'architetto e non sopporta che i suoi simili accettino di vivere in quel modo, «senza poter scegliere il modo in cui vivere». Ma tutto questo, per fortuna, il film non lo spiega...

Doppio amore
Prima visione

Doppio amore

(Francia 2017) di François Ozon - 107'
martedì 24/ 04/ 2018 21 - V.O. francese sottotitolata in italiano
mercoledì 25/ 04/ 2018 21

Per una buona metà del film, la suspense sembra soprattutto derivare dalla domanda non certo inedita nella storia del cinema: qual è, dei due, il gemello buono e qual è quello cattivo? Come nel classico noir Lo specchio scuro (1946) di Robert Siodmak: quale Olivia De Havilland è quella di cui ci si può fidare? Poi le cose si complicano parecchio e naturalmente dobbiamo stare bene attenti a non rivelare nulla dei colpi di scena che attendono lo spettatore da metà film in poi...

Il giovane Karl Marx
Prima visione

Il giovane Karl Marx

(Francia/Germania/Belgio 2017) di Raoul Peck - 112'
mercoledì 18/ 04/ 2018 21

È davvero impossibile non cogliere la grande attualità di un film come Il giovane Karl Marx e, allo stesso modo, la sua capacità di non trattare il materiale che racconta come l’esito di una storia passata. Andando incontro, in fondo, proprio a un’interpretazione anti-idealista della storia e assecondando così una prospettiva che è alla base del materialismo storico marxista...

Il prigioniero coreano
Prima visione

Il prigioniero coreano

(Corea del Sud 2016) di Kim Ki-duk - 114'
sabato 14/ 04/ 2018 18.30
domenica 15/ 04/ 2018 21.00

Kim Ki-Duk si fece conoscere proprio a Venezia, dove nel  2000 fece scandalo con il suo “L’isola”. A Venezia, vincerà poi il Leone d’Argento nel 2004 con “Ferro 3” e il Leone d’Oro nel 2012 con “Pietà”. Kim ha una biografia interessante: cinque anni nell’esercito coreano, poi va a Parigi dove studia pittura e si mantiene vendendo quadri...

Tonya
Prima visione

Tonya

(USA 2017) di Craig Gillespie - 121'
mercoledì 04/ 04/ 2018 21.00 - versione originale con sottotitoli italiani
giovedì 05/ 04/ 2018 21.00
venerdì 06/ 04/ 2018 21.00
sabato 07/ 04/ 2018 18.30 - 21.00
domenica 08/ 04/ 2018 18.30 - 21.00
mercoledì 11/ 04/ 2018 21.00 - versione originale con sottotitoli italiani

Vincitore del Premio Oscar e del Golden Globe per la migliore attrice non protagonista (Allison Janney). L’appassionante storia vera della pattinatrice Tonya Harding (Margot Robbie). Conosciuta per il suo temperamento focoso, Tonya fu protagonista di una carriera eccezionale e di uno dei più grandi scandali dello sport mondiale. Il film, acclamato dal pubblico e dalla critica ai Festival in cui è stato presentato, è il ritratto tragico e al tempo stesso ironico di una donna forte e di una società bisognosa di creare miti per poi distruggerli.