Circuito Cinema - Filmstudio 7B

tuttivoglionoqualcosa

Tutti vogliono qualcosa

(Everybody wants some)
(id, USA ) di Richard Linklater 116'

Negli anni Ottanta, il giovane Jake è un promettente lanciatore di baseball che si appresta a frequentare il suo primo anno in un'università del Texas. Nuovo arrivato, nel fine settimana precedente l'inizio delle lezioni, conquista subito le simpatie della studentessa Beverly ma lo stesso non può dirsi del battitore McReynolds, che non nasconde il suo disprezzo per i lanciatori. Gli va però meglio con il resto dei compagni di squadra... Ci sono registi che fanno sempre lo stesso film, altri che praticano tutti I generi. E poi c'è Richard Linklater, forse l'autore americano più imprevedibile della sua generazione, e non solo. Un camaleonte che ogni volta cambia tutto: stile, metodo, mood, cast, e riesce a essere autobiografico in modi sempre diversi. Lo avevamo lasciato con l'elegiaco e bellissimo Boyhood. Lo ritroviamo con questo Tutti vogliono qualcosa, che sembra cominciare proprio dove finiva Boyhood, dal primo giorno di college. Corale, sfrenato, goliardico, perfino volgare, la volgarità gioiosa e innocente di chi si affaccia all'età adulta con tutto l'impeto della sua età. Per giunta in un anno cerniera addolcito, reinventato, esaltato dalla memoria: il 1980, che Linklater considera giustamente l'ultimo degli sfrenati anni 70. Insomma l'esatto opposto di Boyhood, anche se alla fine comunica lo stesso sentimento struggente di pienezza e transitorietà. Solo che lo fa raccontando gli ultimi giorni prima dell'inizio delle lezioni di una matricola. Con tutto il corredo di scherzi, feste, sport e poi bravate, battutacce, rimorchi, follie, musica di ogni genere che i tanti film ambientati nei campus ci hanno fatto conoscere. Ma con uno stile, un divertimento, un retrogusto completamente diversi che permettono a questo cast di attori poco noti ma bravissimi di ricreare un'epoca in cui non erano neanche nati in ogni dettaglio (abbondano i dialoghi para-filosofici, una delle poche costanti in Linklater). Anche se naturalmente dietro ogni film d'epoca c'è sempre il presente e tutta questa nostalgia per un'età così innocente (età storica oltre che anagrafica) riesce a essere insieme esilarante e commovente. Non uscite prima dei titoli di coda, forse la cosa più bella del film.

coming soon

  • Cattelan2
  • Linsulto
  • raffaello il principe delle arti orizzontale 1864x1137