Circuito Cinema - Filmstudio 7B

microbo e gasolina 3

Microbo e Gasolina

(Microbe et Gasoil)
(id, Francia ) di Michel Gondry 103'

Microbo, come lo chiamano tutti, ha 14 anni, il talento per il disegno e una passione per una compagna di classe. Esile e introverso, la sua sensibilità spiccata gli aliena i compagni, bulli e gradassi e sempre in cerca di guai. L'ingresso in classe di Gasolina, adolescente forbito che miscela fantasia e idrocarburi, cambia la sua vita e il suo modo di guardare il mondo. Incoraggiato dall'inesauribile immaginazione di Gasolina, Microbo scopre un coraggio che non aveva mai sospettato, esponendo i suoi disegni in una galleria d'arte, confessando a Laura il suo sentimento e abbandonando la provincia per l'avventura. Perché Microbo e Gasolina costruiranno una casa su ruote e lasceranno Versailles. Il tempo di un'estate, il tempo per crescere. Road-movie artigianale leggero e arioso, Microbo e Gasolina ritrova Michel Gondry e la sua grazia infantile, affogata sotto la schiuma dei giorni e i suoi gadgets visuali. Racconto di formazione lungo un'estate Microbo e Gasolina abita a Versailles ed è agito da una coppia di attori, Ange Dargent e Théophile Baquet, che rendono meravigliosamente giustizia alle intenzioni di Gondry. L'autore francese pesca nella sua biografia, la ripara e la ri-arrangia come un motore, per raccontare l'avventura di due adolescenti attraverso la Francia e lungo strade secondarie che conducono alla maturità. Il percorso, che procede alla velocità del loro motore a scoppio e dentro una casa-automobile assemblata nel cortile di Gasolina, esibisce letteralmente il meccanismo della costruzione di sé. Costruzione analogica che bandisce lo smartphone e lo seppellisce con l'immaginazione e la materia fecale. Microbo e Gasolina è una commedia desueta, una boccata d'aria fresca che rinnova la simpatia del regista per quell'età in cui si inventa e ci si inventa con mezzi di fortuna. Figli di madri depresse e lunari (Microbo) o ingombrati e accidiose (Gasolina), i giovani protagonisti impiegano la propria creatività e la propria arte per fuggire le famiglie e la provincia che gli ha affibbiato soprannomi arbitrari. Assegnazioni a cui Daniel e Théo resistono dentro un film che è un manifesto gioioso sulla libertà di essere se stessi e in accordo coi propri sogni e i propri desideri. Già centrale in The We & the I, la questione della rappresentazione di sé e del potere coercitivo dello sguardo dell'altro è cruciale in Microbo e Gasolina. La coppia protagonista non ha scelto gli appellativi del titolo, che fuori dai cancelli della scuola perdono la loro legittimità, perché Daniel e Théo non sono 'minuscoli' e nemmeno 'sporchi'. Storia di elezione mutuale, Microbo e Gasolina rammenta che siamo il prodotto dell'eredità dei nostri incontri e delle esperienze che abbiamo fatto. Il film, in linea con la tradizione del buddy-movie anni Ottanta (Stand by Me - Ricordo di un'estate, E.T. - L'extra-terrestre), rende omaggio a quel cinema e a quell'amico, che forse anche noi come Daniel abbiamo perso di vista ma senza il quale oggi non saremmo quello che siamo. Microbo e Gasolina è ancora un'educazione sentimentale (Théo sente i sentimenti di Daniel), un viaggio emozionante e coinvolgente ma anche faticoso e doloroso perché parte dall'avvertimento di una duplice solitudine e si conclude con una separazione. Microbo e Gasolina è forse uno dei film più personali di Michel Gondry che celebra ancora una volta il potere dell'immaginazione e l'imperiosa urgenza di dare corpo ai propri sogni.

coming soon

  • UNa donna fantastica
  • Linfanzia di un capo