Circuito Cinema - Sala Truffaut

Archivio

Sicilian ghost story 1

Sicilian ghost story


(Italia/Francia 2017) di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia 120'

Sicilian Ghost Story è l'opera seconda dei registi Antonio Piazza e Fabio Grassadonia. Il film racconta della scomparsa di un ragazzino di soli tredici anni, Giuseppe, e della disperata ricerca della compagna di classe innamorata di lui, Luna. Ambientato in una Sicilia tragicamente cupa, il film unisce il dramma alla fantasia, lasciando che la piccola protagonista discenda in un mondo oscuro pur di ritrovare il suo amico...

Orari spettacoli
24/05/2017 - 21
25/05/2017 - 21
26/05/2017 - 21
27/05/2017 - 21
28/05/2017 - 18.30 - 21
Manhattan 4

Manhattan

(Id.)
(USA 1979) di Woody Allen 96'

VERSIONE RESTAURATA IN INGLESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Nello splendore della 'Rhapsody in Blue' di Gershwin e della fotografia in bianco e nero di Gordon Willis (omaggio alla Hollywood classica che informa moltissimo l'opera di Allen), 'Manhattan' torna in sala grazie a un restauro di Park Circus, supervisionato dallo stesso regista (da sempre restio a tornare sui suoi film), in un momento in cui, anche agli occhi del mondo esterno, l'identificazione tra Manhattan e New York non esiste praticamente più - superata dalla colonizzazione (e successiva entrata nell'immaginario) di altri quartieri di Brooklyn o Queens - Williamsburg, Red Hook, Bushwick, Astoria.... Il che aggiunge alla visione di Manhattan, nel 2017, una grandiosità malinconica.

Orari spettacoli
23/05/2017 - 21
quando hai 17 anni

Quando hai 17 anni

(Quand on a 17 ans)
(Francia 2016) di André Téchiné 116'

EVENTO SPECIALE PER LA GIORNATA MONDIALE CONTRO L'OMOFOBIA - INGRESSO 6 EURO - 5 EURO UNDER 30 E ARCIGAY

Quando hai 17 anni, uno dei più bei film del regista francese dai tempi del capolavoro Le Roseaux Sautages ('94), è un romanzo di formazione e di scoperta della vita che si intreccia a quella della sessualità. Prepotente, furiosa, col cuore in gola e lo spavento di lasciarsi andare come solo quando si hanno diciassette anni. Techinè racconta a partire dai corpi filmati con amore, quello del protagonista, straordinaria faccia nuova del cinema francese, Corentin Fila, una specie di caos che scompiglia gli universi e le certezze...

Orari spettacoli
17/05/2017 - 21
UNA SETTIMANA E UN GIORNO1

Una settimana e un giorno

(Shavua ve Yom)
(Israele 2016) di Asaph Polonsky 98'

Probabilmente nessun’altra cultura come quella ebraica ha saputo ironizzare in maniera così profonda e radicale su se stessa, fin quasi all’autolesionismo. Ma del mordace umorismo yiddish, che nasceva proprio dal dolore dell’assenza di una patria e che arrivava a mettere sadomasochisticamente in discussione perfino i dettami religiosi, purtroppo è rimasto poco, confluito in minima parte nella nuova lingua e cultura israeliana e più che altro sopravvissuto nel temperamento di alcuni celebri ‘esuli’ di altre nazionalità, che mai si sono trapiantati nella Terra Promessa...

Orari spettacoli
11/05/2017 - 21
12/05/2017 - 21
13/05/2017 - 18.30 - 21
14/05/2017 - 18.30 - 21
LE COSE CHE VERRANNO 2

Le cose che verranno

(L'Avenir)
(Francia/Germania 2016) di Mia Hansen-Løve 100'

Il flashback dell’incipit ci mostra Nathalie correggere dei compiti su di un traghetto: sta andando con la famiglia in visita alla tomba di Chateaubriand. Tutto appare ok, sotto il pieno controllo della donna. Anni dopo, la ritroviamo impegnata a insegnare al liceo mentre fuori infuria la contestazione studentesca. Incontra un suo ex studente di filosofia, suo prediletto, che ha scritto un saggio su Adorno...

Orari spettacoli
03/05/2017 - 21
04/05/2017 - 21
05/05/2017 - 21
06/05/2017 - 18.30 - 21
07/05/2017 - 18.30 - 21
10/05/2017 - 21
paura non abbiamo 1

Paura non abbiamo

(Paura non abbiamo)
(Italia 2017) di Andrea Bacci 69'

EVENTO SPECIALE! - INGRESSO PER TUTTI 4 €

Bologna, 8 marzo 1955. Anna e Angela furono arrestate davanti alla fabbrica Ducati per aver distribuito la mimosa in occasione della Giornata Internazionale della Donna e condannate a un mese di reclusione da scontare nel carcere di San Giovanni in Monte, oggi sede del dipartimento di Storia dell’Università. Sessant’anni dopo, San Giovanni in Monte è il luogo deputato a riportare alla luce le storie delle migliaia di persone che negli anni Cinquanta vennero ingiustamente licenziate dalle fabbriche a causa dell’affiliazione a organizzazioni politiche e sindacali della sinistra. Nel pieno della guerra fredda e della violenta repressione perpetrata dalla polizia nei confronti del movimento operaio durante scioperi e manifestazioni, persino un innocuo fiore come la mimosa veniva considerato un simbolo sovversivo, sinonimo della lotta per l’emancipazione femminile.

Orari spettacoli
02/05/2017 - 21.00
Libere Disobbedienti Innamorate TAGLIATA

Libere disobbedienti innamorate - In Between

(Bar Bahr)
(Israele/Francia 2016) di Maysaloun Hamoud 96'

Tre ragazze palestinesi condividono un appartamento a Tel Aviv, al riparo dallo sguardo della società araba patriarcale. Leila è un avvocato penalista che preferisce la singletudine al fidanzato, Salma è una DJ stigmatizzata dalla famiglia cristiana per la sua omosessualità, Noor è una studentessa musulmana osservante originaria di Umm al-Fahm, città conservatrice e bastione in Israele del Movimento islamico. Premiata all'Haifa International Film Festival, l'opera prima di Maysaloun Hamoud si nutre di un contesto reale e segue il destino di tre donne che vogliono vivere dove gli è concesso soltanto sopravvivere. Fuggite alle origini e approdate a Tel Aviv, considerata dagli israeliani liberale e aperta alle alterità, le protagoniste scopriranno a loro spese il conto della libertà.

Orari spettacoli
20/04/2017 - 21.00
21/04/2017 - 21.00
22/04/2017 - 18.30 - 21.00
23/04/2017 - 18.30 - 21.00
25/04/2017 - 18.30 - 21.00
26/04/2017 - 21.00
laltro volto della speranza 6

L'altro volto della speranza

(Toivon tuolla puolen)
(Germania/Finlandia 2017) di Aki Kaurismäki 98'

ORSO D'ARGENTO PER LA MIGLIOR REGIA AL 67° FESTIVAL DI BERLINO (2017)
Helsinki, oggi. Khaled (Sherwan Haji) sbarca fortunosamente in Finlandia e chiede asilo. È siriano, in fuga dalla guerra come sua sorella Miriam di cui ha perso le tracce nel cuore dell’Europa. In parallelo facciamo la conoscenza di Wikström (Sakari Kuosmanen), un lungo matrimonio alle spalle e la voglia matta di rilevare un ristorante. I sentieri accidentati dei due finiranno per incrociarsi. (...) Kaurismäki fonde tutto questo in una vicenda plausibile, dal respiro universale, che non cede né alla tragedia cupa né tanto meno alle malie del lieto fine a tutti i costi. Si piange, si ride, si pensa e il bilancio è difficile da tirare. Quello che vediamo sta succedendo, adesso, da noi. Toivon tuolla puolen è un capitolo fondamentale della Commedia umana di Aki Kaurismäki.

Orari spettacoli
12/04/2017 - 21.00
13/04/2017 - 21.00
14/04/2017 - 21.00
15/04/2017 - 18.30 - 21.00
16/04/2017 - 18.30 - 21.00
17/04/2017 - 18.30 - 21.00
19/04/2017 - 21.00
Elle paul Verhoeven OK

ELLE

(Elle)
(Francia/Germania 2016) di Paul Verhoeven 130'

GOLDEN GLOBE Miglior Film Straniero e Miglior Attrice in un Film Drammatico
V.M. 14 anni

Il ritratto che Verhoeven fa di Michéle, una donna che si è fatta forza di un passato familiare tragico e ha impostato la propria esistenza sul potere sugli altri e sul controllo di se stessa e delle proprie emozioni, è insieme respingente e affascinante per lo spettatore. Dopo l’aggressione e lo stupro subiti, la rimozione del fatto e l’ossessione per lo stesso che traspare soprattutto a livello onirico si legano infatti in una spirale vertiginosa e inestricabile. Il ritorno alla regia di Verhoeven dopo dieci anni di silenzio produce così un thriller sontuoso e potente, teso e divertente, libero e provocatorio, come non se ne vedono più in giro. Naturalmente, come donna sadomaso insieme vittima e carnefice altrui, Isabelle Huppert è gigantesca.

Orari spettacoli
30/03/2017 - 21.00
31/03/2017 - 21.00
01/04/2017 - 18.30 - 21.00
02/04/2017 - 18.30 - 21.00
05/04/2017 - 21.00
passo falso

Passo falso

(Piegé)
(Francia/Italia 2014) di Yannick Saillet 76'

Un piede inavvertitamente poggiato su una mina russa a doppio scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Il deserto afgano con le sue asperità. Un camion carico di eroina e un ostaggio bendato. Un piccolo plotone appena sterminato, una radio che funziona a singhiozzo e una tempesta di sabbia in arrivo. E poco più di un’ora di film a disposizione...

Un piede inavvertitamente poggiato su una mina russa a doppio scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Il deserto afgano con le sue asperità. Un camion carico di eroina e un ostaggio bendato. Un piccolo plotone appena sterminato, una radio che funziona a singhiozzo e una tempesta di sabbia in arrivo. E poco più di un’ora di film a disposizione.
Che il genere di appartenenza di questa vicenda ad altissima tensione sia la survivalist-story è chiaro come un mattino d’estate, e da cinéphile che a diciassette anni ha venduto la macchina dei genitori per finanziare il suo primo cortometraggio, Yannick Saillet lo sa bene, talmente bene che, prima di mettersi all’opera, scartando l’ossessiva ricerca dell’inquadratura perfetta tipica di un regista di videoclip, aveva già stabilito di dividere il suo breve racconto in venti sequenze di pari durata profondamente diverse l’una dall’altra: alcune più mosse, altre più pacate, nell'insieme regolate da una calcolata alternanza fra dialoghi e silenzi, inquadrature ravvicinate e campi lunghi, rinnovata speranza e nera disperazione. Per giudicare Passo falso bisogna dunque partire dalla padronanza del linguaggio cinematografico di un filmmaker che sul set si muove come un topo nel formaggio e dalla mancanza, forse, di quella gioiosa spontaneità che rende un unicum ogni opera prima, nei pregi e nei difetti. Interpretato con misura da Pascal Elbé, il soldato francese Denis ha poco di valoroso. E' un uomo che ha tradito un compagno d’armi, che non sa come disinnescare l’ordigno e che decide quasi immediatamente di affidarsi al volere del destino, confidando nell’intervento di un deus ex machina che, se arrivasse, riporterebbe Passo falso nel dominio dell’entertainment, privandolo di quel vago sapore da b-movie che comunque è una delle sue facce, se non altro per l’ingegnosità con cui viene sfruttato il budget ridotto. Non è mai noioso Passo falso, per Denis che deve restare immobile e per noi che siamo nei suoi occhi socchiusi per la troppa luce e ci reggiamo sulla sua gamba traballante e in preda ai crampi. Sul suo piccolo palcoscenico di dolore si alternano fugaci apparizioni: un cecchino, un bambino e un gruppo di donne coperte da burka celesti che, come Madonne rinascimentali, rendono per un istante liquido, suggestivo e femminile il paesaggio, salvo poi ritrasformare la poesia in cronaca brutale nel momento in cui portano silenziosamente via la droga. Figlio di un militare, Yannick Saillet delle domande sulla guerra se l’è fatte certamente, e lasciando per un attimo la scena a un comandante meschino che vorrebbe appropriarsi dell’eroina, non ha voluto ignorare la stupidità e la superficialità dell’uomo occidentale, che furbescamente traffica per ottenere una medaglia al valore, che al coraggio ha sostituito l’apatia e la noia e che come nome in codice sceglie Akela (il lupo de "Il libro della Giungla" e, negli Scout, il capo dei Lupetti e delle Coccinelle), senza rendersi conto che l’Afghanistan non è un campo da gioco ma di battaglia, e che le armi non sono di plastica, ma di ferro. E sparano. E uccidono.
Orari spettacoli
28/03/2017 - 21
29/03/2017 - 21
Florida

Florida

(Floride)
(Francia 2015) di Philippe Le Guay 110'

Certe caratteristiche della demenza senile hanno una loro dimensione cinematografica. Proprio per essere a volte comiche, altre volte tragiche. Del resto sono anche i valori che appartengono alla commedia , quella di confine, ma assai specifica, col dramma. Termini che in qualche modo Philippe Le Guay - regista, sceneggiatore e attore parigino cinquantenne, conosciuto in Italia per Molière in biclicletta (2013), un po’ meno per Le donne del 6° piano (2011) – concreta in Florida, traendo spunto dalla pièce teatrale Le père di Florian Zeller, molto fortunata, premiata e rappresentata in Francia...

Orari spettacoli
21/03/2017 - 21
22/03/2017 - 21
MOONLIGHT 1

Moonlight

(Id.)
(USA 2016) di Barry Jenkins 111'

VINCITORE DI 3 OSCAR 2017: MIGLIOR FILM, MIGLIOR SCENEGGIATURA, MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA

Moonlight è un film dai mille colori. Luci al neon, giallastre illuminazioni di strada, violacei corridoi onirici, e il blu del buio. Un film che utilizza il colore della pelle per discutere di qualcosa che non ha niente a che vedere con l'integrazione, con la tolleranza, o con le tematiche meno sofisticatamente queer (e più barbosamente da Academy). Moonlight di Barry Jenkins aspira invece a descrivere l'evolvere di una percezione...

Orari spettacoli
18/03/2017 - 18.30
19/03/2017 - 21
Il padre dItalia

Il padre d'Italia


(Italia 2017) di Fabio Mollo 93'

Diciamo subito una  cosa. Che Il padre d’Italia è l’ennesima dimostrazione del fatto che quanto di più interessante, stimolante, curioso, nuovo nel cinema italiano odierno non proviene dal flusso della commedia. Purtroppo. Dispiace, perché la commedia non solo continua a costituire, e semmai costituisce quantitativamente sempre di più, la principale massa critica della nostra produzione...

Orari spettacoli
16/03/2017 - 21
17/03/2017 - 21
18/03/2017 - 21
19/03/2017 - 18.30
cinque tequila

Cinque tequila

(En el último trago)
(Messico 2015) di Jack Zagha Kababie 91'

Cinque tequila è un bel film messicano del 2015 che mescola generi e tradizioni popolari, dando vita a un buddy movie on the road della terza età, con un pizzico di magia, risate, commozione e la musica ranchera di José Alfredo Jiménez, il più prolifico e importante compositore messicano, gran bevitore e autodidatta, scomparso per una cirrosi epatica nel 1973, a 47 anni, lasciando in eredità al suo pubblico oltre mille canzoni...

Orari spettacoli
14/03/2017 - 21
15/03/2017 - 21
frauleinclip14

Fraulein - Una fiaba d'inverno


(Italia 2016) di Caterina Carone 93'

Nella vita di molti adulti ci sono periodi in cui, per i motivi più disparati (una delusione, un lutto, un abbandono) il mondo interiore si congela e l'emotività viene repressa sotto una corazza respingente, che tiene lontano il mondo. Questa chiusura diventa una seconda personalità, che non impedisce di interagire con gli altri nella quotidianità, ma non offre appigli a cui questi possano aggrapparsi...

Orari spettacoli
07/03/2017 - 21
08/03/2017 - 21
1001 Grammi 1

1001 grammi

(1001 grams)
(Norvegia/Germania 2014) di Bent Hamer 93'

Marie è una scrupolosa e metodica impiegata dello Justervesenet, l’ufficio norvegese dei pesi e delle misure, insieme al padre Ernst, uomo sulla sessantina in bilico fra la serenità di una nuova vita e il vecchio vizio della bottiglia. Proprio in uno di questi momenti di “crollo” del padre, la trentacinquenne norvegese viene incaricata dai propri superiori di recarsi a Parigi per un importante seminario sulla esatta determinazione del peso...

Orari spettacoli
28/02/2017 - 21
01/03/2017 - 21
Riparare i viventi 2016 Quillevere 01

Riparare i viventi

(Réparer les vivants)
(Francia 2016) di Katell Quillévéré 97'

IN SOSTITUZIONE DELL'INDISPONIBILE "LA BUONA USCITA"

In un film che si può trovare ancor oggi sui nostri schermi, Il medico di campagna, il protagonista afferma che a lui e ai suoi colleghi tocca il compito di riparare i corpi dei pazienti. Più medicina e chirurgia fanno passi avanti, in fondo, più l’osservazione è esatta; e ora dà il titolo a un film: Riparare i viventi, lo stesso del libro di Maylis De Kerangal da cui è tratto. Al centro c’è un trapianto di cuore, filtrato e narrativizzato attraverso alcuni personaggi emblematici...

Orari spettacoli
21/02/2017 - 21
22/02/2017 - 21
150 milligrammi 2017 movie 3

150 milligrammi

(La fille de Brest)
(Francia 2016) di Emmanuelle Bercot 128'

In originale, il film si intitola “La fille de Brest”, e personalizza dunque molto di più la vicenda rispetto al molle titolo italiano. In effetti, prima ancora di essere una denuncia della malasanità francese, o meglio, del connubio osceno tra grande industria farmaceutica e politiche sanitarie pubbliche, con il lassismo protervo di chi dovrebbe controllare e non lo fa, il film della Bercot è prima di tutto l’esaltazione di una solitaria guerriera di provincia, di un’impavida eroina che si batte con tutte le sue forze contro i mulini a vento fino a spuntarla (la vicenda è vera)...

Orari spettacoli
16/02/2017 - 21
17/02/2017 - 21
18/02/2017 - 18.30 - 21
19/02/2017 - 18.30 - 21
Ma Ma

Ma Ma - Tutto andrà bene

(Ma Ma)
(Spagna 2015) di Julio Medem 111'

Un film carico di tessuto drammatico, che scorre in modo inesorabile verso un finale già chiaro dal primissimo momento. Una donna, Magda, insegnante disoccupata da pochi mesi (interpretata da Penélope Cruz), in visita da un medico, Julian (interpretato da Asier Etxeandia), che le fa un controllo al seno. Un controllo rimandato da troppo tempo e il cui esito sarà fatale: un cancro...

Orari spettacoli
14/02/2017 - 21
15/02/2017 - 21
casa estati 6

La casa delle estati lontane

(Rendez-vous à Atlit)
(Israele/Francia 2014) di Shirel Amitaï 90'

Nel 1995 le tre sorelle francesi Darel, Asia e Cali si ritrovano nella ‘vecchia' casa di Atlit (Israele) per occuparsi della vendita dell'immobile, luogo unico dei ricordi legati all'infanzia e ai due genitori defunti (interpretati da Pippo Delbono e Arsinée Khanjian), ovvero La casa delle estati lontane. Ritorno alla loro terra e alle origini di tutto, a simboleggiare il segno di questa riunione familiare, rendez-vous tra sorelle sarà l'immagine simbolica di un asino morente, il Raspoutine della loro infanzia omaggiato da una lapide che porta su inciso l'anno 1970...

Orari spettacoli
07/02/2017 - 21
08/02/2017 - 21
paterson1

Paterson

(Id.)
(USA 2016) di Jim Jarmusch 115'

Minimalismo on the road ed estraniazione dei personaggi sono le due caratteristiche che più amiamo nei film di Jarmusch, ormai ultrasessantenne dell’Ohio, autore acclamato dai cinefili da tre decadi, a partire dal bianco e nero indipendente di Stranger than Paradise. Un autore di assoluta coerenza, che ha sempre fatto il cinema che gli piaceva fare. Il suo ascetismo ricorda quello di registi da lui prediletti, come gli europei  Bresson e  Dreyer e i giapponesi Ozu e Mizoguchi...

Orari spettacoli
02/02/2017 - 21
03/02/2017 - 21
04/02/2017 - 18.30 - 21
05/02/2017 - 18.30 - 21
imieigiornipibelli

I miei giorni più belli

(Trois souvenirs de ma jeunesse)
(Francia 2014) di Arnaud Desplechin 120'

È un film semplice ed enigmatico allo stesso tempo I miei giorni più belli di Arnaud Desplechin: sorta di "ritratto dell'artista giovane" il cui io-narrante si chiama Dedalus, come il celebre alter ego di James Joyce. Anche il film, all'inizio, sembra volerci inoltrare in un dedalo, un labirinto, alla ricerca della personalità di Paul Dedalus, che conosciamo mentre, uomo maturo (interpretato da Mathieu Amalric), sta per terminare un lungo soggiorno di lavoro (è antropologo) in Tadjikistan...

Orari spettacoli
31/01/2017 - 21
01/02/2017 - 21
El Abrazzo de la Serpiente001

El abrazo de la serpiente

(Id.)
(Colombia 2015) di Ciro Guerra 125'

L'epico racconto del primo incontro, l'approccio, il tradimento e l'amicizia tra uno sciamano dell'Amazzonia, ultimo sopravvissuto del suo popolo, e due esploratori che diventano i primi uomini a viaggiare nel nord-ovest dell'Amazzonia, alla ricerca della conoscenza ancestrale. Karamakate, un potente sciamano dell'Amazzonia, ultimo sopravvissuto del suo popolo, vive nella giungla più profonda, in isolamento volontario...

Orari spettacoli
24/01/2017 - 21
25/01/2017 - 21
asghar

Il cliente

(Forushande)
(Iran 2016) di Asghar Farhadi 125'

PALMA D'ORO MIGLIOR SCENEGGIATURA E PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE (SHAHAB HOSSEINI) AL 69° FESTIVAL DI CANNES (2016) - CANDIDATO AL GOLDEN GLOBE 2017 COME MIGLIOR FILM STRANIERO

Il cinema di Asghar Farhadi, già premio Oscar per Una separazione (2011) e di nuovo in corsa quest’anno, dopo i premi a Cannes, per questo magnetico, quasi hitchcockiano Il cliente, ha sempre al suo centro una complessa riflessione sull’idea di “verità”, accompagnata da una analisi lucidissima sui rapporti uomo-donna e sui limiti della legalità in un paese come l’Iran...

Orari spettacoli
19/01/2017 - 21
20/01/2017 - 21
21/01/2017 - 18.30 - 21
22/01/2017 - 18.30 - 21
segreti

Segreti di famiglia

(Louder than bombs)
(Norvegia/Francia/Danimarca 2016) di Joachim Trier 109'

Ogni famiglia ha i suoi segreti. Qualche volta innominabili. Quelli raccontati in Segreti di famiglia da Joachim Trier, cineasta danese emergente qua al terzo film – dopo Reprise, 2006 e Oslo, 31. August, 2011 -  non sono proprio nefandi ma, questo sì, abbastanza glutinosi. E per lo spettatore, forse, appetitosi. Difatti ciò che si nasconde dietro la morte per incidente d’auto della celebrata fotografa di guerra Isabelle Reed, interpretata da una maestosamente travagliata Isabelle Huppert, è probabilmente un suicidio. E quel che la sua famiglia vive “dopo” non è altro che una rivisitazione costante di lei: attraverso le foto, i ricordi altrui, le macerazioni del marito e quelle dei due figli, uno dei quali, il quindicenne Conrad (Devin Druid), è  problematico, assente, fuggiasco tra i videogiochi e a tratti con facoltà quasi...

Orari spettacoli
17/01/2017 - 21
18/01/2017 - 21
la sposa bambina film

La sposa bambina

(Ana Nojoom bent alasherah wamotalagah)
(Yemen 2016) di Khadija Al-Salami 99'

Nojoom, che in yemenita significa "le stelle", ha un destino segnato fin dalla nascita: suo padre infatti cambia il suo nome in Nojoud, ovvero "nascosta", e pur amandola consegna sua figlia alle regole non scritte della convivenza nello Yemen, che comportano una totale sudditanza delle femmine rispetto ai maschi. Quando Njoud compie 10 anni il padre, in una negoziazione condotta solo fra uomini, la dà in sposa a un uomo che ha almeno trent'anni più di lei...

Orari spettacoli
10/01/2017 - 21
11/01/2017 - 21
Il medico di campagna 2016 movie Still 1

Il medico di campagna

(Médecin de campagne)
(Francia 2016) di Thomas Lilti 102'

Il film è racchiuso tra una risonanza magnetica (infausta) e una radioterapia (fausta). In mezzo, l’itinerario di redenzione fisica e spirituale insieme di un medico di campagna, Jean-Pierre, assai amato dai suoi pazienti e ad essi affezionato in modo quasi morboso. Il fatto è che il protagonista, per seguire la professione di Ippocrate a cui ha dedicato tutte le proprie energie e attenzioni, ha finito per trascurare se stesso e la famiglia, ex-moglie e figlio lontani...

Orari spettacoli
31/12/2016 - 18.30 - 20.30
01/01/2017 - 17.30 - 19.30 - 21.30
02/01/2017 - 21
03/01/2017 - 21
04/01/2017 - 21
the neon demon

The neon demon

(Id.)
(Francia/Danimarca 2016) di Nicolas Winding Refn 110'

Si ha come la sensazione che se Nicolas Winding Refn, dopo Drive, non avesse iniziato a fare pubblicità, diventando motivo di vanto per marchi prestigiosi come Gucci, Lincoln, H&M e Hennessy, un film come The Neon Demon non ci sarebbe mai stato. È qui, infatti, che il cineasta danese ha affinato la sua arte; è qui, soprattutto, che ha imparato a conoscere da vicino il “neon demon”, probabilmente anche sulla sua stessa pelle.

Orari spettacoli
20/12/2016 - 21
21/12/2016 - 21
E solo la fine del mondo 2016 movie Still 2

E' solo la fine del mondo

(Juste la fin du monde)
(Canada/Francia 2016) di Xavier Dolan 95'

Fa onestamente paura la disinvoltura con la quale Xavier Dolan mette sullo schermo film che non somigliano a niente altro visto in precedenza. Non è solo una questione di stile personale (che hanno in molti) o di idee accattivanti (come quella dello schermo in verticale di Mommy), quanto delle capacità di raccontare una storia, in questo caso anche non sua ma presa da un’opera teatrale, senza obbedire alle regole della narrazione che conosciamo, ma scrivendone di sue, esaltando così ogni reparto del filmmaking, dalla fotografia alla recitazione, come se tutti si trovassero a fare film per la prima volta nella loro vita...

Orari spettacoli
15/12/2016 - (SOLO GIOVEDI' V.O. FRANCESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO) 21
16/12/2016 - 21
17/12/2016 - 19 - 21
18/12/2016 - 18.30 - 20.30
porno libert

Porno & libertà


(Italia 2016) di Carmine Amoroso 78'

In un paese prigioniero dell'ipocrisia sul sesso, un gruppo di ribelli, attraverso l'arma della pornografia e sulla spinta dei movimenti giovanili di quegli anni, inizia una battaglia contro la censura e il comune senso del pudore, per sfondare le barriere del perbenismo borghese e sconfiggere sensi di colpa e tabù che soffocavano il sesso e l'amore. Dall'italiano Lasse Braun che inventò, lanciò e sdoganò la cultura del porno nel mondo...

Orari spettacoli
13/12/2016 - 21
14/12/2016 - 21
tuttivoglionoqualcosa

Tutti vogliono qualcosa

(Everybody wants some)
(USA 2016) di Richard Linklater 116'

Negli anni Ottanta, il giovane Jake è un promettente lanciatore di baseball che si appresta a frequentare il suo primo anno in un'università del Texas. Nuovo arrivato, nel fine settimana precedente l'inizio delle lezioni, conquista subito le simpatie della studentessa Beverly ma lo stesso non può dirsi del battitore McReynolds, che non nasconde il suo disprezzo per i lanciatori. Gli va però meglio con il resto dei compagni di squadra... 

Orari spettacoli
06/12/2016 - 21
07/12/2016 - 21
ciudadano

Il cittadino illustre

(El ciudadano ilustre)
(Argentina 2016) di Gastón Duprat, Mariano Cohn 118'

Nell’incipit di questo magnifico film presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, Coppa Volpi per il miglior attore e candidato all’Oscar per l’Argentina, lo scrittore  Daniel Mantovani ritira il premio Nobel a Stoccolma, ma, a sorpresa, il suo discorso di accettazione suona in parte autocritico. I suoi romanzi ritraggono la vita di Salas, il paesino in cui è cresciuto e dove non è mai più tornato da quando era ragazzo...

Orari spettacoli
01/12/2016 - 21
02/12/2016 - 21
03/12/2016 - 18.30 - 21
04/12/2016 - 18.30 - 21
lovemercy

Love & mercy

(Id.)
(USA 2016) di Bill Pohlad 120'

La vita di Brian Wilson, celebre leader dei Beach Boys: dai successi con la band californiana - in cui lui era cantante e autore - che ha ridefinito la musica pop americana degli anni Sessanta, al devastante esaurimento nervoso che portò all'abbandono di Wilson del gruppo e all'incontro con il controverso terapista Eugene Landy. Percorrendo più di trenta anni della vita di Wilson, il film rivela il lato più oscuro e più complesso della storia che giace dietro la felice apparenza di una musica spensierata e baciata dal sole...

Orari spettacoli
29/11/2016 - 21
30/11/2016 - 21
singstreet

Sing Street

(Id.)
(Irlanda 2016) di John Carney 105'

I film sugli studenti  che formano una band musicale, di norma, risultano più amabili di ogni altro genere di film, e Sing Street non fa certo eccezione, anzi. John Carney ha diretto un film che torna alla quintessenza del filone: la storia di un coming of age  si colora di fascino grazie al cameratismo musicale, alla buffa creazione di video pop, al romanticismo che mette assieme aspirazioni di vita e obiettivi sentimentali, amicizia e voglia d’evasione...

Orari spettacoli
24/11/2016 - 21
25/11/2016 - 21
26/11/2016 - 19 - 21
27/11/2016 - 18.30 - 21
microbo e gasolina 3

Microbo e Gasolina

(Microbe et Gasoil)
(Francia 2015) di Michel Gondry 103'

Microbo, come lo chiamano tutti, ha 14 anni, il talento per il disegno e una passione per una compagna di classe. Esile e introverso, la sua sensibilità spiccata gli aliena i compagni, bulli e gradassi e sempre in cerca di guai. L'ingresso in classe di Gasolina, adolescente forbito che miscela fantasia e idrocarburi, cambia la sua vita e il suo modo di guardare il mondo. Incoraggiato dall'inesauribile immaginazione di Gasolina, Microbo scopre un coraggio che non aveva mai sospettato...

Orari spettacoli
22/11/2016 - 21
23/11/2016 - 21
un estate in provenza

Un'estate in Provenza

(Avis de mistral)
(Francia 2016) di Rose Bosch 105'

VERSIONE ORIGINALE FRANCESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Léa, Adrien e il fratello Théo, nato sordo, partono con la madre per una vacanza in Provenza presso il nonno Paul, che vive tra gli ulivi e che i ragazzi non hanno mai incontrato a causa di una lite familiare. Certo non era questa la vacanza dei loro sogni, senza contare la notizia che il padre se ne sta andando di casa. Nel giro di 24 ore, il soggiorno in Provenza dei tre ragazzi si trasformerà in un vero e proprio scontro generazionale.

Orari spettacoli
15/11/2016 - 21
16/11/2016 - 21
Gueros

Güeros

(Id.)
(Messico 2016) di Alonso Ruizpalacios 106'

Città del Messico, 1999. Sombra e Santos vivono in uno strano limbo da quando è scoppiato lo sciopero degli studenti della UNAM (Universidad Nacional Autónoma de México). Senza sapere da che parte stare, senza corsi, senza uno scopo, i due amici inventano strani modi per ammazzare il tempo. La loro routine, però, viene interrotta dall'arrivo inaspettato di Tomás, il fratello minore di Sombra.

Orari spettacoli
08/11/2016 - 21
09/11/2016 - 21
la fille inconnue 2016 dardenne 03

La ragazza senza nome

(La fille inconnue)
(Belgio/Francia 2016) di Jean-Pierre e Luc Dardenne 113'

Jenny Davin è una giovane dottoressa molto stimata al punto che un importante ospedale ha deciso di offrirle un incarico di rilievo. Intanto conduce il suo ambulatorio di medico condotto dove va a fare pratica Julien, uno studente in medicina. Una sera, un'ora dopo la chiusura, qualcuno suona al campanello e Jenny decide di non aprire. Il giorno dopo la polizia chiede di vedere la registrazione del video di sorveglianza dello studio perché una giovane donna è stata trovata morta nelle vicinanze...

Orari spettacoli
03/11/2016 - 21
04/11/2016 - 21
05/11/2016 - 19 - 21
06/11/2016 - 18.30 - 20.30
1981 indagine a new york

1981: Indagine a New York

(A most violent year)
(USA 2016) di J.C. Chandor 125'

In un cinema che a volte dà l'impressione di inseguire solo le mirabilie digitali o il narcisismo autoriale, fa piacere abbandonarsi a un film che ti racconta una storia non infantile e lo fa con una professionalità inappuntabile fatta di attori che sanno recitare, di dialoghi credibili e di una messa in scena bella ed efficace. «Come una volta» verrebbe da dire, quando il cinema sapeva appassionare, divertire e lasciarti anche qualche spunto su cui riflettere.

Orari spettacoli
25/10/2016 - 21
26/10/2016 - 21
Neruda

Neruda

(Id.)
(Cile 2016) di Pablo Larraìn 107'

Il Grande Poeta urina, e intanto inveisce contro Videla. 1948, lussuosi gabinetti del Parlamento di Santiago del Cile. L’incipit del geniale film di Larraín chiarisce subito che Neruda sarà anche un poeta, ma è un tipo tutto sommato piuttosto prosaico, o, almeno, la prosa ha grande spazio nella sua biografia. Un tipo, insieme, narcisista ai limiti dell’autocaricatura (all’inizio lo vediamo agghindato come un Lawrence d’Arabia in salsa latinoamericana), e terrestre, terreno, sanguigno...

Orari spettacoli
20/10/2016 - 21
21/10/2016 - 21
22/10/2016 - 19 - 21
23/10/2016 - 18.30 - 20.30
thezerotheorem

The Zero theorem

(Id.)
(Gran Bretagna 2016) di Terry Gilliam 107'

Un mondo colorato e pop, vivace quanto opprimente e distopico. Questo è lo scenario in cui si svolge The Zero Theorem, il nuovo film di Terry Gilliam. Presentata in concorso alla Mostra di Venezia, la pellicola è interpretata da Christoph Waltz, Mélanie Thierry, David Thewlis e, in ruoli cameo, Matt Damon e Tilda Swinton. Il regista torna alla fantascienza, genere che ha già visitato a suo modo con I banditi del tempo, Brazil e L'esercito delle 12 scimmie...

Orari spettacoli
18/10/2016 - 21
19/10/2016 - 21
Frantz

Frantz

(Id.)
(Francia 2016) di François Ozon 113'

Nel 1932 il grande Ernst Lubitsch diresse un film da un’opera teatrale di Maurice Rostand, Broken Lullaby, che apparve alla prima Biennale veneziana ma che non venne diffuso nell’Italia fascista per il suo dichiarato pacifismo: un intruso riesce a inserirsi in una sorta di Eden familiare, sostituendo un figlio morto in guerra agli occhi di una famiglia tedesca...

Orari spettacoli
28/09/2016 - 21
29/09/2016 - 21
30/09/2016 - 21
01/10/2016 - 19 - 21
02/10/2016 - 18.30 - 20.30
05/10/2016 - 21
Sole Alto 1 2

Sole alto

(Zvizdan)
(Croazia/Serbia/Slovenia 2016) di Dalibor Matanic 123'

PREMIO DELLA GIURIA 'UN CERTAIN REGARD' AL 68° FESTIVAL DI CANNES (2015)

Sulla riva di un lago assolato, un trombettista solitario fa rimbalzare le sue note liete sull’acqua. La macchina da presa si avvicina, non è più solo: un volto di ragazza ridente emerge dall’erba. Una certa idea di felicità – fragile se non impossibile, perché la idilliaca scena ha luogo in tempo di guerra, e uno è croato e l’altra serba. Nei Balcani del 1991, gli uomini si sono armati e attendono sotto un sole di piombo che il conflitto cominci...

Orari spettacoli
18/05/2016 - 21
19/05/2016 - 21
20/05/2016 - 21
21/05/2016 - 21
22/05/2016 - 18.30
25/05/2016 - 21
weekend

Weekend

(Id.)
(Gran Bretagna 2011) di Andrew Haigh 96'

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA - VERSIONE ORIGINALE INGLESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO - INGRESSO 5 EURO

Russell (Tom Cullen) è un giovane uomo single, gay, all'apparenza riservato che vive in un appartamentino della periferia londinese. Russell ha una vita tranquilla, parecchi amici, ed anche una figlioccia di cinque anni, figlia del suo amico fraterno. Una sera in un locale gay Russell incontra Glen (Chris New) ed è subito attrazione da ambo le parti. Glen rivela la sua personalità sfrontata che si caratterizza nell'immediatezza delle battute sagaci...

Orari spettacoli
17/05/2016 - 21
les souvenirs

Les Souvenirs

(Id.)
(Francia/Belgio 2016) di Jean-Paul Rouve 96'

Romain ha ventitre anni, il sogno di scrivere, una ragazza da innamorare e una nonna da amare. Confusa e sola dopo la morte del consorte, la nonna di Romain viene 'ricoverata' dai figli in una casa per anziani a cui 'reagisce' digiunando e ripiegandosi nei suoi ricordi. Irrequieta e decisa a risalire il suo passato, la donna scappa dal ricovero imposto e getta in ambasce i tre figli. Ma Romain non si scoraggia, seguendo le tracce e una cartolina che lo conducono a Étretat...

Orari spettacoli
21/04/2016 - 21
22/04/2016 - 21
23/04/2016 - 19 - 21
24/04/2016 - 18.30 - 20.30
25/04/2016 - 18.30 - 20.30
27/04/2016 - 21
HUPPERT per sito2

Il condominio dei cuori infranti

(Asphalte)
(Francia 2015) di Samuel Benchetrit 100'

Nella periferia anonima di una grande città, alcuni condomini affrontano come possono le difficoltà della vita. Sembra niente ma, sorpresa!, quasi tutto seduce in questa commedia molto parlata, letteraria, lontana da ogni verosimiglianza, ma viva e tenera come nessuna. La solitudine è il punto di partenza di tutti i personaggi, ciascuna delle tre storie evoca la nascita di un legame umano, affettivo. ...

Orari spettacoli
13/04/2016 - 21.00
14/04/2016 - 21.00
15/04/2016 - 21.00
16/04/2016 - 19.00 e 21.00
17/04/2016 - 18.30 e 20.30
20/04/2016 - 21
ixcanul 2

Vulcano - Ixcanul

(Ixcanul)
(Guatemala 2015) di Jayro Bustamante 90'

ORSO D'ARGENTO BERLINO 2015 - VERSIONE ORIGINALE SPAGNOLA SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Maria, una ragazza maya di 17 anni, vive e lavora con i suoi genitori in una piantagione di caffè alle pendici di un vulcano attivo, in Guatemala. Nonostante sogni di andare nella “grande città”, la sua condizione non le permette di cambiare il proprio destino: a breve la aspetta un matrimonio combinato con Ignacio, il supervisore della piantagione. L’unica via d’uscita si chiama Pepe, un giovane raccoglitore di caffè che vorrebbe andare negli Stati Uniti...

Orari spettacoli
29/03/2016 - 21
30/03/2016 - 21
violette 2

Violette

(Id.)
(Francia 2015) di Martin Provost 139'

Così prolifico da aver dato origine a festival (vedi il Biografilm, che si svolge a Bologna), il film biografico non è materia facile da trattare. Spesso dà origine - per rispetto, deferenza o semplice conformismo - a pellicole noiose e prevedibili. Però ci sono eccezioni: come questo Violette.Opera di un regista, Martin Provost, già autore di una bella biografia della pittrice Séraphine de Senlis, il film si concentra su Violette Leduc, scrittrice di razza dalla fama al di sotto dei suoi effettivi meriti...

Orari spettacoli
22/03/2016 - 21
23/03/2016 - 21
bota cafe

Bota Cafè

(Bota)
(Albania 2015) di Iris Elezi e Thomas Logoreci 100'

Albania, oggi. Molto lontano da Tirana, in un insediamento dove durante il regime comunista venivano esiliati i dissidenti, giace in mezzo al nulla il Bota Cafè ("Caffè del mondo"). E' gestito dal confuso Ben, amante della sua giovane cameriera Nora e cugino di Juli, coetanea di quest'ultima e vera colonna del bar. La vita si trascina senza prospettive in uno scenario quasi postatomico...

Orari spettacoli
15/03/2016 - 21
16/03/2016 - 21
napolislam 2

Napolislam


(Italia 2015) di Ernesto Pagano 75'

Un documentario singolare, nel soggetto affrontato ancor più che nello stile, per raccontare la realtà dei napoletani convertiti all’Islam. All’epoca di Charlie Hebdo, il regista Ernesto Pagano - giornalista, traduttore dall’arabo, documentarista - azzarda la carta dello smantellamento di uno stereotipo, quello legato alla città più “tipica” d’Italia, andando a fondo nella ricerca di una religiosità cittadina che vada al di là del consueto binomio sacro-profano tra San Gennaro e Maradona...

Orari spettacoli
08/03/2016 - 21
09/03/2016 - 21
cinalci figlio di saul gallery 1

Il figlio di Saul

(Saul fia)
(Ungheria/Francia 2016) di László Nemes 107'

EVENTO SPECIALE - VINCITORE OSCAR E GOLDEN GLOBE 2016 MIGLIOR FILM STRANIERO - INGRESSO 5 EURO

Ottobre 1944, Saul Ausländer è un ebreo ungherese deportato ad Auschwitz-Birkenau. Reclutato come sonderkommando, Saul è costretto ad assistere allo sterminio della sua gente che 'accompagna' nell'ultimo viaggio. Isolati dal resto del campo i sonderkommando sono assoldati per rimuovere i corpi dalle camere a gas e poi cremarli. Testimoni dell'orrore e decisi a sopravvivervi, il gruppo si prepara alla rivolta prima che una nuova lista di sonderkommando venga stilata condannandoli a morte...

Orari spettacoli
07/03/2016 - 21
FUOCOAMMARE

Fuocoammare


(Italia 2016) di Gianfranco Rosi 108'

ORSO D'ORO MIGLIOR FILM  BERLINO 2016

Il documentario immersivo di Gianfranco Rosi è necessario oggi più che mai. In un periodo in cui l’Europa reagisce in maniera più o meno favorevole all’accoglienza di migliaia di rifugiati richiedenti asilo, Fuocoammare racconta Lampedusa, isola siciliana più vicina alla costa tunisina che al sud d’Italia, da anni approdo di migranti in fuga verso il futuro. Con una troupe leggera, Rosi si trasferisce sull’isola e osserva...

Orari spettacoli
03/03/2016 - 21
04/03/2016 - 21
05/03/2016 - 19 - 21
06/03/2016 - 18.30 - 20.30
the book of life

Il libro della vita

(Book of life)
(USA 2015) di Jorge R. Gutierrez 95'

Dopo qualche rinvio approda finalmente nei cinema italiani Il libro della vita, il film d'animazione diretto dal pluripremiato animatore messicano Jorge Gutierrez alla sua prima regia cinematografica e prodotto dal regista Guillermo del Toro, connazionale di Gutierrez e uno dei massimi esponenti del cinema fantastico. La storia inizia all'interno di un museo dove ha luogo la gita scolastica di un gruppetto di indisciplinati ragazzini ai quali viene narrata la storia di Manolo...

Orari spettacoli
01/03/2016 - 21
02/03/2016 - 21
Fuochi dartificio 2

Fuochi d'artificio in pieno giorno

(Bai Ri Yan Huo)
(Cina/Hong Kong 2015) di Diao Yi Nan 106'

ORSO D'ORO MIGLIOR FILM BERLINO 2014

Sugli schermi del cinema e della televisione odierni le storie di crimine sono il genere largamente predominante; inflazionato, perfino, ma con varianti rare rispetto al repertorio già noto. Varrà la pena, allora, di fare la conoscenza con Fuochi d'artificio in pieno giorno, un noir diverso da tutti gli altri che nel 2014 ha vinto un meritato Orso d'oro come miglior film a Berlino, raddoppiando con l'Orso d'argento per il miglior attore al protagonista Liao Fan...

Orari spettacoli
23/02/2016 - 21
24/02/2016 - 21
white god

White God - Sinfonia per Hagen

(Fehér isten)
(Ungheria 2015) di Kornél Mundruczó 119'

White God dell’ungherese Kornél Mundruczó si apre con una scena a forte impatto visivo ed emotivo. Una mandria di cani inferociti corre per le strade deserte di Budapest mentre una bambina pedala veloce per sfuggirgli. Quando i cani la raggiungono, lo stacco della camera ci porta a una scena tranquillizzante di lei che gioca con il suo cane in un parco. La differenza radicale dei toni e la disinvoltura della transizione repentina lasciano attonito lo spettatore...

Orari spettacoli
16/02/2016 - 21
17/02/2016 - 21
ti guardo

Ti guardo

(Desde allà)
(Venezuela 2016) di Lorenzo Vigas 93'

LEONE D'ORO MIGLIOR FILM VENEZIA 2015 - VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI

È difficile applicare un’etichetta di genere a Ti guardo, l’opera prima del venezuelano Lorenzo Vigas che ha vinto il Leone d’oro a Venezia. Derubricarlo come “gay movie” (se mai la definizione, pur diffusa, abbia un senso) sarebbe riduttivo, anzi fuorviante. E se il motivo drammatico che lo innerva è l’incontro di due solitudini, i temi che interpella sono molto più numerosi e anche più complessi. L’azione si svolge a Caracas, dove vive Armando...

Orari spettacoli
11/02/2016 - 21
12/02/2016 - 21
13/02/2016 - 19 - 21
14/02/2016 - 18.30 - 20.30
thetribe 2

The Tribe

(Plemya)
(Ucraina 2015) di Myroslav Slaboshpytskiy 130'

Se Hazanavicius con The Artist ha fatto un calco furbo e irresistibile dell’era pre-talkies hollywoodiana, l’ucraino Myroslav Slaboshpytskiy, nato a Kiev, classe 1974, esordiente alla regia di lungometraggio, fa un muto per necessità e con virtù: i protagonisti, meglio, tutti i personaggi sono sordi, dunque il film ha solo rumori d’ambiente, mentre tutti i dialoghi sono nella lingua dei segni. Diremmo, se non fosse politicamente scorretto, roba da matti, e non finisce qui...

Orari spettacoli
09/02/2016 - 21
10/02/2016 - 21
foto le streghe son tornate 4 low

Le streghe son tornate

(Las brujas de Zugarramurdi)
(Spagna 2015) di Alex de la Iglesia 112'

José e Antonio organizzano una rapina in un compro oro al centro di Madrid, ma qualcosa non va secondo i loro piani. Costretti a scappare, i due - insieme al figlio di José, che si è portato dietro il bambino per non rinunciare ai giorni a lui dedicati dopo la separazione dalla moglie Silvia - fuggono a bordo di un taxi. La loro destinazione è la Francia, quindi si addentrano nelle montagne verso il confine, seguiti dalla zelante coppia di poliziotti composta da Calvo e Pacheco e dalla stessa Silvia...

Orari spettacoli
02/02/2016 - 21
03/02/2016 - 21
la cour de babel4

Squola di Babele

(La cour de Babel)
(Francia 2015) di Julie Bertucelli 89'

Versione originale francese sottotitolata in italiano

C'è Xin, ragazzina cinese cresciuta dalla nonna in patria che dopo dieci anni ha riabbracciato la mamma venuta a Parigi per lavorare in un ristorante, cinese ovviamente. C'è Rama, adolescente mauritana che dopo aver vissuto per tredici anni con il padre in Senegal dove veniva maltrattata e non andava a scuola, oggi vive con la nuova famiglia della madre ed è a Parigi per "studiare da medico e diventare una donna libera"...

Orari spettacoli
26/01/2016 - 21
27/01/2016 - 21
le regole del caos 2

Le regole del caos

(A little Chaos)
(Gran Bretagna 2015) di Alan Rickman 112'

La storia è ambientata nel 1682 in Francia, durante il massimo splendore del regno di Luigi XIV; in questo periodo sono anche narrate le vicende della giovane e laboriosa Sabine de Barra (Winslet), paesaggista nelle campagne e nei giardini francesi. Un giorno qualsiasi la sua vita potrebbe cambiare radicalmente, riceve infatti a casa una missiva nella quale viene elencata una lista di concorrenti per l’assegnazione di un incarico alla corte del re, e in quella lista c’è proprio il suo nome...

Orari spettacoli
19/01/2016 - 21
20/01/2016 - 21
il labirintodelsilenzio

Il labirinto del silenzio

(Im labyrinth des schweigens)
(Germania 2015) di Giulio Ricciarelli 124'

Si può dimenticare l’Olocausto? Non solo i negazionisti, ma una intera nazione, quella responsabile? La Germania lo fece per quasi un ventennio, come se il processo di Norimberga, del 1945-46, con la condanna a morte dei grandi responsabili del nazismo (ma quelli condannati alla detenzione furono graziati negli anni 50), avesse chiuso per sempre quel capitolo mostruoso, cancellandolo come se non fosse mai avvenuto...

Orari spettacoli
14/01/2016 - 21
15/01/2016 - 21
16/01/2016 - 19 - 21.30
17/01/2016 - 18 - 20.30
calvario

Calvario

(Calvary)
(Irlanda 2015) di John M. McDonagh 104'

Film sulle efferatezze commesse dalla chiesa cattolica in Irlanda ancora in tempi recenti sono diventati così numerosi da essere ormai quasi un “genere”. In Jimmy’s Hall di Ken Loach abbiamo visto come l’oscurantismo autoritario delle gerarchie ecclesiastiche volesse imbrigliare le istanze indipendentiste più radicali, negli anni Dieci-Venti del Novecento, per difendere gli interessi della grande proprietà terriera e con essi i propri privilegi di ceto...

Orari spettacoli
12/01/2016 - 21
13/01/2016 - 21
PerfectDayA

Perfect Day

(A perfect day)
(Spagna 2015) di Fernando Leòn De Aranoa 105'

In un momento chiave del vecchio film sul generale Patton, George C. Scott passeggia per il campo di battaglia a combattimento finito: terra sventrata, carri armati bruciati, cadaveri. Volgendo lo sguardo a quello scempio, esclama: “Come amo tutto questo. Che Dio mi aiuti, lo amo più della mia vita”. La guerra come pulsione primaria e ambivalente della nostra specie, come pulsione cioè dotata di una carica libidica non inferiore a quella di altre pulsioni che la contrastano e insieme la rafforzano, quali l’amore e la solidarietà...

Orari spettacoli
05/01/2016 - 21
06/01/2016 - 18.30 - 20.30
07/01/2016 - 21
08/01/2016 - 21
09/01/2016 - 19 - 21
10/01/2016 - 18.30 - 20.30
BandedeFillesdegaucheadroite

Diamante nero

(Bande de Filles)
(Francia 2015) di Céline Sciamma 112'

VERSIONE ORIGINALE FRANCESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Un film da non perdere, trascinante come la sua musica (e non solo Rihanna e 'beautiful like a diamond in the sky'), commuovente, scanzonato, che ci fa conoscere delle ragazzine, adolescenti, nere delle periferie da vicino e fuori, o meglio contro gli stereotipi in cui vengono solitamente imprigionate. Ma Bande de filles nuovo film di Céline Sciamma non è un film “sulla” vita difficile nelle periferie francesi - casomai sulla vita difficile nell'adolescenza tout court...

Orari spettacoli
22/12/2015 - 21
23/12/2015 - 21
felakuti3

Fela Kuti - Il potere della musica

(Finding Fela)
(USA 2015) di Alex Gibney 120'

VERSIONE ORIGINALE INGLESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

"Voglio presentarmi come africano. Voglio presentarmi come una cosa completamente nuova. Perché il 99,9 per cento delle informazioni che avete sull'Africa sono sbagliate". Così si presentava Fela Kuti all'apertura dei suoi concerti. E così ci piace ricordarlo anche oggi. Grazie al docu-film Finding Fela. Il potere della musica, realizzato dal premio Oscar Alex Gibney, meravigliosa quanto preziosa produzione che narra la vera storia di un genio musicale, di un combattente difensore dei diritti umani e di un uomo davvero unico...

Orari spettacoli
15/12/2015 - 21
16/12/2015 - 21
dio esiste e vive a bruxelles kris dewitte

Dio esiste e vive a Bruxelles

(Le tout nouveau testament)
(Belgio 2015) di Jaco van Dormael 115'

Sono sempre meno, e sono sempre più difficili da scovare, gli autori capaci di osare spingendo la loro fantasia verso nuovi lidi, senza preoccuparsi troppo della coesione narrativa né delle regole del mercato. Uno di questi è senz’altro il belga Jaco Van Dormael, regista in oltre trent’anni di carriera di soli cinque lungometraggi che – con l’eccezione di L’ottavo giorno – mescolano tematiche filosofiche al melodramma classico, aggiungendo come ingrediente chiave un corposo caleidoscopio visivo...

Orari spettacoli
10/12/2015 - 21
11/12/2015 - 21
12/12/2015 - 18.30 - 21
13/12/2015 - 18.30 - 21
Dior and I film documentario Raf Simons

Dior and I

(Dior et moi)
(Francia 2015) di Frédéric Tcheng 90'

VERSIONE ORIGINALE MULTILINGUE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Ci sono uomini che amano le donne. Fra i tanti, ci sono i grandi stilisti, ad esempio, i grandi nomi che hanno fatto la storia dell'alta moda: Balenciaga, Emilio Schuberth, Cardin, Ferrè, Valentino, Armani, Versace, Saint Laurent... E Christian Dior, naturalmente. Figlio di un industriale, un futuro in scienze politiche quasi scritto dalla famiglia, riesce negli anni del dopoguerra ad aprire un suo atelier, la storica Maison al numero 30 dell'Avenue Montaigne a Parigi...

Orari spettacoli
01/12/2015 - 21
02/12/2015 - 21
leviathan v7 25722

Leviathan

(Id.)
(Russia 2015) di Andrey Zvyagintsev 140'

PREMIO PER LA MIGLIOR SCENEGGIATURA AL FESTIVAL DI CANNES 2014

GOLDEN GLOBE 2015 COME MIGLIOR FILM STRANIERO

CANDIDATO ALL'OSCAR 2015 COME MIGLIOR FILM STRANIERO

Kolia vive con la giovane moglie Lilya e il figlio Roma, avuto da un precedente matrimonio, in una piccola città nel nord della Russia, sul Mare di Barents, dove gestisce un'autofficina. Vadim Cheleviat, il sindaco della città, propone a Kolia di vendergli il terreno, la casa e l'officina, ma l'uomo non sopporta l'idea di perdere tutto ciò che possiede; non solo la terra, ma anche la bellezza che lo circonda fin dalla nascita. Al rifiuto di Kolia, Vadim Cheleviat diventa più aggressivo...

Orari spettacoli
24/11/2015 - 21
25/11/2015 - 21
HRUTARRAMSStill

Rams - Storia di due fratelli e otto pecore

(Hrútar)
(Islanda 2015) di Grímur Hákonarson 93'

Nelle sequenze che aprono il film, la gara annuale del montone più bello viene vinta per un soffio, grazie alla muscolatura posteriore leggermente più robusta del primo arrivato sul secondo: le due bestie derivano peraltro dallo stesso ceppo. Anche i proprietari sono consanguinei: due fratelli, Gummi e Kiddi. Vivono in due fattorie distanti pochi passi, ma non si parlano da 40 anni...

Orari spettacoli
19/11/2015 - 21
20/11/2015 - 21
21/11/2015 - 18.30 - 20.30
22/11/2015 - 18.30 - 20.30
The Green Prince

Il figlio di Hamas

(The green Prince)
(GB/Israele 2015) di Nadav Schirman 95'

VERSIONE ORIGINALE INGLESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

La storia vera di Mosab Hassan Yousef, figlio di un leader di Hamas e diventato uno dei più preziosi informatori dell'intelligence israeliana, e dell'agente dello Shin Bet che ha rischiato la sua carriera per proteggerlo. Cresciuto in Palestina, da adolescente Mosab Hassan Yousef sviluppa un'avversione nei confronti di Israele che, da ultimo, lo porta in prigione. Qui, colpito dalla brutalità di Hamas e spinto dalla repulsione per i metodi del gruppo - in particolare gli attentati suicidi - Mosab matura una "conversione" inaspettata...

Orari spettacoli
17/11/2015 - 21
18/11/2015 - 21
05EISENSTEINInMESSICObyPeterGreenawayproducedbySubmarineFuWorksandPalomaNegra Submarine2015

Eisenstein in Messico

(Eisenstein in Guanajuato)
(Messico 2015) di Peter Greenaway 105'

VERSIONE ORIGINALE INGLESE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Protagonista negli anni 80 della scena cinematografica più sofisticata con la sua eclettica vocazione al connubio tra schermo e altre arti, figurative e musicali (Philip Glass, Michael Nyman, Wim Mertens), il regista gallese Peter Greenaway ritrova con Eisenstein in Messico ("Eisenstein in Guanajuato", dal nome della cittadina dove soggiornò) tutta la sua provocatoria, come sempre discutibile ma brillante ispirazione. Malgrado le intenzioni iniziali di tipo biografico e documentaristico il risultato ci offre un film-film. Un'interpretazione della figura di Ejzenstejn fondata su alcuni dati documentati...

Orari spettacoli
10/11/2015 - 21
11/11/2015 - 21
mustang

Mustang

(Id.)
(Turchia 2015) di Deniz Gamze Ergüven 98'

In un villaggio costiero turco la giovane Lale e le sue sorelle maggiori Nur, Ece, Selma e Sonay festeggiano la fine dell'anno scolastico anche se la ragazza è dispiaciuta perché l'insegnante che lei maggiormente apprezza l'anno successivo eserciterà la sua professione ad Istanbul. Le sorelle si recano in spiaggia con un gruppo di studenti maschi e lì giocano, completamente vestite, a combattere in acqua a cavalcioni sulle spalle dei maschi. La notizia dello 'scandalo' viene immediatamente comunicata alla loro nonna che le punisce ma la punizione più dura arriverà dallo zio...

Orari spettacoli
05/11/2015 - 21
06/11/2015 - 21
07/11/2015 - 20.30 - 22.30
08/11/2015 - 18.30 - 20.30
fabrizio de andreimagefullwide2

Faber in Sardegna & L'ultimo concerto


(Italia 2015) di Gianfranco Cabiddu 119'

 

Un amore profondo per un viaggio cinematografico/umano e musicale importante alla scoperta del 'sardo' Fabrizio De André. A compierlo è il cagliaritano Gianfranco Cabiddu che ripercorre in questo documentario il 'senso' del legame tra Faber e l'Agnata, vicino alla gallurese Tempio Pausania dove il grande cantautore si era stabilito agli inizi degli anni '70 con la moglie Dori Ghezzi. Da sardo, Cabiddu conosce i tempi e modi di approccio dei suoi corregionali che con Fabrizio avevano stabilito un patto d'amore e di amicizia di rara intensità. Un film dalla doppia anima, che unisce armoniosamente il racconto del complesso rapporto tra Fabrizio De André e un luogo speciale come l'Agnata e la Sardegna, con l'ultimo indimenticabile concerto del cantautore genovese, ripreso dal vivo al Teatro Brancaccio di Roma. La prima delle due anime, Faber in Sardegna, alterna passato e presente. Il passato evocato dalle rare immagini d'archivio che lo ritraggono all'Agnata, fotografie e spezzoni di filmati familiari, testimonianze che raccontano un De André privato e intimo, mettendo in luce la vita di un uomo che, smessi i panni dell'artista conosciuto da tutti, indossa quelli dell'allevatore e del contadino. Tra le interviste, varie personalità della cultura - tra cui Renzo Piano - e della musica e molti amici sardi del cantautore. Il presente che va oltre il tempo concentrandosi sulla sua musica, suonata oggi dai tanti musicisti che ogni anno all'Agnata danno vita a concerti unplugged. Nel film, molti sono i musicisti ripresi dal vivo, durante i vari concerti all'Agnata organizzati dal Festival Time in Jazz in collaborazione con la Fondazione De Andrè (dal 2005 al 2011), e che rendono omaggio al cantautore. Il film sfocia, attraverso la vita di Faber, ne L'Ultimo concerto di Fabrizio De André, ultima performance dal vivo interamente ripresa dalle telecamere al Teatro Brancaccio di Roma, nel febbraio 1998, meno di un anno prima della sua scomparsa. Il concerto rievoca quell'atmosfera senza tempo e così speciale a cui solo Faber sapeva dar vita. Brani celebri vengono introdotti da un De André emozionato di fronte al pubblico entusiasta e, allo stesso tempo, estasiato nell'ascoltare i suoi pensieri tradotti in parole e musica. Sul palco, accompagnano il cantautore alcuni straordinari musicisti, fra i quali i suoi figli. Un concerto indimenticabile, rimasto nel cuore di appassionati e fan. Un ricordo meraviglioso per chi era presente e vuole rivivere quelle emozioni, così come una straordinaria eredità per tutte le nuove generazioni, desiderose di conoscere meglio, come l'ha definito Fernanda Pivano, "il più grande poeta che l'Italia ha avuto negli ultimi 50 anni".

Un amore profondo per un viaggio cinematografico/umano e musicale importante alla scoperta del 'sardo' Fabrizio De André. A compierlo è il cagliaritano Gianfranco Cabiddu che ripercorre in questo documentario il 'senso' del legame tra Faber e l'Agnata, vicino alla gallurese Tempio Pausania dove il grande cantautore si era stabilito agli inizi degli anni '70 con la moglie Dori Ghezzi. Da sardo, Cabiddu conosce i tempi e modi di approccio dei suoi corregionali che con Fabrizio avevano stabilito un patto d'amore e di amicizia di rara intensità. Un film dalla doppia anima, che unisce armoniosamente il racconto del complesso rapporto tra Fabrizio De André e un luogo speciale come l'Agnata e la Sardegna, con l'ultimo indimenticabile concerto del cantautore genovese, ripreso dal vivo al Teatro Brancaccio di Roma...

Orari spettacoli
03/11/2015 - 21
04/11/2015 - 21
non essere cattivo il film di caligari sara a venezia grazie a valerio mastandrea v2 233512 1280x2

Non essere cattivo


(Italia 2015) di Claudio Caligari 100'

IN SOSTITUZIONE DEL FILM "L'ALTRA HEIMAT" RESO INDISPONIBILE DAL DISTRIBUTORE ALL'ULTIMO MOMENTO

La Mostra del Cinema di Venezia ha reso un doveroso omaggio a un interessante e poco conosciuto autore da poco prematuramente scomparso, Claudio Caligari, presentando fuori concorso la sua opera postuma Non essere cattivo. Nel 1983, Caligari realizzò un film-culto generazionale, Amore tossico, cruda storia di dipendenza da eroina interpretata da attori non professionisti. Vinse a Venezia il Premio speciale nella Sezione De Sica. Solo nel 1998 il secondo film, L’odore della notte, storia estrema di malavita romana con protagonista Valerio Mastandrea. Mastandrea è ora tra i produttori esecutivi del terzo e purtroppo ultimo film di Caligari...

Orari spettacoli
27/10/2015 - 21
28/10/2015 - 21
viViva la sposa

Viva la Sposa


(Italia/Francia/Belgio 2015) di Ascanio Celestini 85'

È la storia di Nicola (Ascanio Celestini), un alcolista che passa il tempo fingendo sempre di voler smettere. È la storia di Anna (Veronica Cruciani), una prostituta con un figlio, Salvatore, di cui non sa chi sia il padre, che cerca di imparare come fare piccole truffe da Sasà (Salvatore Striano). È la storia di Sofia (Alba Rohrwacher), chiamata così dal padre perché avrebbe voluto che fosse come la Loren nei film di De Sica, che vuole scappare da Roma alla volta della Spagna, ma alla fine resta a Cinecittà...

Orari spettacoli
22/10/2015 - 21
23/10/2015 - 21
24/10/2015 - 19.00 - 20.45 - 22.30
25/10/2015 - 18.45 - 20.30
5

'71

(Id.)
(Gran Bretagna 2014) di Yann Demange 99'

VERSIONE ORIGINALE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Come non pensare ad After Hours di Scorsese nel seguire le vicende del povero soldato Hook, primo giorno di stanza a Belfast dopo un duro addestramento, vittima di circostanze che lo portano - di minaccia in minaccia - a smarrirsi in una città che non ha bisogno di travestirsi da incubo (nel 1971 lo era già di per sé), entrando in contatto con svariati personaggi, ognuno dei quali conduce a uno snodo imprevisto e determinante? Tutto in una sola notte. E che notte. Priva del grottesco scorsesiano e intrisa di una drammaticità dolente che pare non vedere mai l'alba. '71, opera prima di Yann Demange, parigino residente da sempre a Londra, al di là dei riferimenti citati esplicitamente dal regista (I guerrieri della notte e 1997: Fuga da New York), è soprattutto questo...

Orari spettacoli
20/10/2015 - 21.00
21/10/2015 - 21.00
much loved nabil ayouch

Much Loved

(Id.)
(Francia/Marocco 2015) di Nabil Ayouch 105'

Presentato nella sezione Quinzaine des Réalisateurs all'ultimo Festival di Cannes, Much Loved ha fatto parlare di sé soprattutto in patria, dove il film è stato vietato e gli esponenti locali si sono divisi tra l'ammirazione per un film che denuncia una grave realtà del Marocco e quanti sostengono che un lungometraggio di questo tipo rinforzi anche in Europa uno stigma che già affligge le donne marocchine nel mondo islamico. Come spesso succede il corpo femminile è un argomento esplosivo, ben più della radicalizzazione religiosa e del terrorismo al centro del precedente lavoro del regista marocchino Nabil Ayouch...

Orari spettacoli
14/10/2015 - 21.00
15/10/2015 - 21.00
17/10/2015 - 22.30
18/10/2015 - 20.30
2015110362

Ritorno alla vita

(Everything will be fine)
(Germania 2015) di Wim Wenders 100'

 

James Franco è Tomas, un novellista il cui coinvolgimento in un incidente che provoca la morte di un bambino causerà importanti conseguenze a tutte le persone che lo circondano. In seguito a un mancato (o tentato?) suicidio, romperà con la fidanzata, la bella Sara (Rachel McAdams), incapace di penetrare la psiche di uno scrittore alle prese con un ego monomaniacale e col pesante senso di colpa che segue un assassinio. Parallelamente a quella di Tomas, scorre anche la vicenda dell’impenetrabile Kate (Charlotte Gainsbourg), un’illustratrice che a differenza del protagonista non raggiungerà mai il successo, consumata dal dolore della perdita del primo figlio nel fatale incidente. Al secondogenito Chrstopher (Rober Naylor) il compito di reggere sulle sue giovani spalle il pesante fardello di essere sopravvissuto all’incidente in cui l’amato fratello perse la vita. 
A volte la vita riserva a certe persone un trattamento particolare, nel bene e nel male. A volte fortuna e sfortuna, come due volubili dee, paiono divertirsi a premiare o a tormentare qualcuno in particolare. Altre volte tocca al destino mettere al centro una persona ed eleggerla a protagonista di un suo racconto personale e bizzoso. È quello che accade a Tomas, scrittore in crisi che, al ritorno sotto una tempesta di neve dal rifugio dove si era riparato alla ricerca della vena creativa, si trova coinvolto suo malgrado in un incidente terribile. Potrebbe essere la fine di tutto, invece quel momento diventa quello della rinascita, della fortuna e dell'affermazione personale. Ma può la fortuna di una persona essere costruita sulle macerie sentimentali di tutti quelli che gli stanno attorno? E, sopratutto, può il senso di colpa finire in un angolo così remoto dell'animo tanto da sparire e affiorare solo a tratti? Wenders con Ritorno alla vita ci racconta dodici anni della vita dello scrittore e di tutte le persone che, toccate da lui, finiscono per essere coinvolte in un disegno inintellegibile, se non dal di fuori. E solo dopo che il tempo narrato ha permesso agli spettatori di comprendere il dipanare degli eventi. “Il cinema è capace di mettere al sicuro l’esistenza delle cose”: così il teorico ungherese degli anni venti, Béla Balàzas, si esprimeva  a proposito della funzione del cinema, e Wim Wenders fa sua questa lezione, cercando, in un’epoca di proliferazione di immagini spazzatura, di preservare e costruire quelle che riescono ancora a dare consistenza ad un reale sempre più evanescente. Franco supera magnificamente la difficile sfida di recitare la parte di un uomo incapace di avere un rapporto diretto con la realtà, costretto a mediare i propri sentimenti con l’ausilio della macchina da scrivere, o proteggendosi dietro il vetro di una finestra. A metà strada tra le anime grigie di The Dubliners e l’insoddisfazione di Madame Bovary, il protagonista trascorre gran parte delle sue giornate a vedere la vita che scorre, interrogandosi e vivendo di riflesso, senza agire in prima persona. In questo senso l’importanza della scrittura e della catarsi che ne consegue, è funzionale a sollevare interessanti interrogativi sul labile confine tra finzione e vita e sulla liceità della prima di utilizzare eventi della seconda come spunto creativo.

James Franco è Tomas, un novellista il cui coinvolgimento in un incidente che provoca la morte di un bambino causerà importanti conseguenze a tutte le persone che lo circondano. In seguito a un mancato (o tentato?) suicidio, romperà con la fidanzata, la bella Sara (Rachel McAdams), incapace di penetrare la psiche di uno scrittore alle prese con un ego monomaniacale e col pesante senso di colpa che segue un assassinio. Parallelamente a quella di Tomas, scorre anche la vicenda dell’impenetrabile Kate (Charlotte Gainsbourg), un’illustratrice che a differenza del protagonista non raggiungerà mai il successo, consumata dal dolore della perdita del primo figlio nel fatale incidente. Al secondogenito Chrstopher (Rober Naylor) il compito di reggere sulle sue giovani spalle il pesante fardello di essere sopravvissuto all’incidente in cui l’amato fratello perse la vita...

Orari spettacoli
30/09/2015 - 21.00
01/10/2015 - 21.00
02/10/2015 - 21.00
03/10/2015 - 20.30 - 22.30
04/10/2015 - 18.30 - 20.30
07/10/2015 - 21.00
Louisiana192585

Louisiana

(The other side)
(Italia/Francia 2015) di Roberto Minervini 92'

C'è un confine invisibile in America, oltre il quale abita una comunità miserabile e indigente, dimenticata da dio e dalle istituzioni. Veterani di guerra che sognano una donna presidente che si prenda finalmente cura di loro, soldati sempre in guerra che si armano per la 'rivoluzione', paramilitari 'patriottici' che scongiurano fantasmi, adolescenti che cercano in un pallone l'intenzione del gioco e in una bambola quella del domani, future madri alla deriva lungo il palo della lap dance, madri stordite dal piacere delle metanfetamine, nonni ubriachi di Jim Beam e lacrime, nonne immemori nella country music...

Orari spettacoli
28/05/2015 - 21.00
29/05/2015 - 21.00
30/05/2015 - 18.30 - 20.30
31/05/2015 - 18.30 - 20.30
02/06/2015 - 18.30 - 20.30
Forza maggiore

Forza Maggiore

(Force Majeure)
(Svezia/Danimarca/Francia 2015) di Ruben Ostlund 118'

La settimana bianca sulle Alpi di una famigliola svedese si tramuta in un incubo dopo che una valanga di neve (senza reali conseguenze tragiche) fa esplodere all’improvviso i conflitti e le contraddizioni fra moglie e marito. Un thriller familiare condito con ironia, sarcasmo e senso dell’assurdo, sul quale aleggiano diversi spettri: Bergman, Allen, Buñuel, certamente, ma anche, a tratti, la sadica crudeltà di Haneke. Elegante come il design scandinavo, affilato come un rasoio, spesso esilarante. L’inizio è da piccola borghesia nordica in vacanza...

Orari spettacoli
20/05/2015 - 21.00
21/05/2015 - 21.00
22/05/2015 - 21.00
23/05/2015 - 18.15 - 20.30
24/05/2015 - 18.15 - 20.30
27/05/2015 - 21.00
sara il mio tipo 16

Sarà il mio tipo?

(Pas son genre)
(Francia 2014) di Lucas Belvaux 111'

Ecco un nuovo trasferimento nel triste Nord della Francia: in questo caso, però, non c’entra nulla Dany Boon (regista del celebre e imitato Giù al Nord), non ci sono furbi dirigenti postali e non si incontrano curiose compagnie di personaggi. Questa volta vicino a  Passo di Calais – per la precisione ad Arras – viene trasferito Clément (Loïc Corbery), un giovane professore di filosofia di Parigi autore di libri incentrati sull’amore e sull’eros...

Orari spettacoli
06/05/2015 - 21.00
the fighters

The Fighters

(Les Combattants)
(Francia 2014) di Thomas Cailley 98'

 

La commedia, più o meno sofisticata, è da sempre un genere perfetto per raccontare la lotta tra i sessi, in maniera non necessariamente conciliante. Negli Stati Uniti, dagli anni Trenta di Accadde una notte a Katharine Hepburn & Spencer Tracy, da Woody Allen ai giorni nostri, è un terreno agonistico che mette ogni volta in scena, volendo, le origini del legame sociale e la forma pura del rapporto tra maschi e femmine. Les Combattants (titolo e manifesto italiani sono un disastro: ignorateli) prende alla lettera la lotta tra i sessi, e ambienta il classico “boy meets girl” in una scuola di addestramento paramilitare, e poi in un percorso di sopravvivenza a due nei boschi. Arnaud (Kévin Azaïs) ha appena perso il padre e con il fratello monta coperture per piscine e strutture simili. Madeleine (Adèle Hanel), di estrazione più borghese, è una misantropa mascolina e aggressiva, ossessionata dalla fine del mondo, che si iscrive al campo per “essere pronta a sopravvivere”. I due si combattono dalla prima scena, ma poi sono costretti a collaborare, e comunque è chiaro che si piacciono da subito. Infatti la foresta in cui sopravvivere diventa ben presto un bislacco e certo non troppo confortevole giardino d’amore. Il film è passato con successo alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes e ha ricevuto vari premi César. Il regista, l’esordiente Thomas Cailley, mostra notevole talento di scrittura e di regia: maneggia un ritmo sospeso e un umorismo sottile, e costruisce le gag attraverso la composizione delle inquadrature. Soprattutto, sa far interagire paesaggio e personaggi: i due giovani protagonisti sono molto efficaci, in particolare Adèle Haenel, buffa e irresistibile Pentesilea moderna (sulla sua fisicità si regge molto del film). Mentre i boschi dell’Aquitania, luogo natale di Cailley, fungono da versione aggiornata del classico Connecticut di Susanna e film simili, mondo verde in cui i conflitti arrivano a scioglimento. Les Combattants, che dapprima può sembrare perfino un po’ esile e svagato, cresce man mano, e riserva un finale sorprendente, metaforico ma non troppo, che suggerisce allo spettatore cosa significa, oggi, “prepararsi a sopravvivere”, anche senza bisogno di perdersi nei boschi.
Emiliano Morreale, da “L’Espresso”n. 15 del 16 aprile 2015

La commedia, più o meno sofisticata, è da sempre un genere perfetto per raccontare la lotta tra i sessi, in maniera non necessariamente conciliante. Negli Stati Uniti, dagli anni Trenta di Accadde una notte a Katharine Hepburn & Spencer Tracy, da Woody Allen ai giorni nostri, è un terreno agonistico che mette ogni volta in scena, volendo, le origini del legame sociale e la forma pura del rapporto tra maschi e femmine. Les Combattants (titolo e manifesto italiani sono un disastro: ignorateli) prende alla lettera la lotta tra i sessi, e ambienta il classico “boy meets girl” in una scuola di addestramento paramilitare, e poi in un percorso di sopravvivenza a due nei boschi. Arnaud (Kévin Azaïs) ha appena perso il padre e con il fratello monta coperture per piscine e strutture simili...

Orari spettacoli
16/04/2015 - 21.00
17/04/2015 - 21.00
18/04/2015 - 20.30 - 22.30
19/04/2015 - 18.30 - 20.30
22/04/2015 - 21.00
Lamore non perdona

L'amore non perdona


(Italia/Francia 2015) di Stefano Consiglio 85'

Alla vigilia del suo sessantesimo compleanno l’infermiera franco-italiana Adriana, vedova solitaria con una figlia e un nipotino che vede solo quando deve fargli da babysitter, incontra in ospedale il trentenne Mohamed, immigrato in Italia da Tangeri. È amore a prima vista, e i due cominciano la loro storia fuori dall’ospedale. Ma scopriranno di avere tutti contro: i colleghi e la figlia di lei come la famiglia marocchina di lui. Riuscirà l’amore a superare il fortissimo ostracismo sociale che circonda la coppia?...

Orari spettacoli
09/04/2015 - 21.00
10/04/2015 - 21.00
11/04/2015 - 20.30 - 22.30
12/04/2015 - 18.30 - 20.30
15/04/2015 - 21.00
ASecondChance

Second Chance

(En chance til)
(Danimarca 2014) di Susanne Bier 104'

L’ufficiale di polizia Andreas e sua moglie hanno appena avuto un bambino e vivono apparentemente felici in una bellissima casa. Un giorno Andreas è chiamato con un collega a intervenire nell’appartamento di una coppia di drogati, il cui bambino di pochi mesi giace trascurato nella sporcizia. Andreas ne è sconvolto e, quando tutto comincia ad andare storto a casa sua, prende una decisione difficile. Inizia come un thriller (la classica coppia di poliziotti in azione) e si trasforma ben presto in un durissimo dilemma morale, come è nelle corde della regista premio Oscar per In un mondo migliore...

Orari spettacoli
02/04/2015 - 21.00
03/04/2015 - 21.00
04/04/2015 - 20.30 - 22.30
05/04/2015 - 18.30 - 20.30
06/04/2015 - 18.30 - 20.30
08/04/2015 - 21.00
la ricostruzione

La ricostruzione

(La reconstruccion)
(Argentina 2014) di Juan Taratuto 93'

v.o. sottotitolata in italiano

Eduardo è un lavoratore irreprensibile, dal carattere ossessivo e misterioso. Uomo solitario, difficilmente si lascia andare alle emozioni e tutte le sue vicende personali sono rinchiuse in una camera. Tuttavia, quando un vecchio amico gli chiede di partire insieme, per aiutare lui e la sua famiglia, Eduardo avrà l'occasione di ripensare e riscoprire la sua umanità ricostruendo il suo passato, il suo presente e, forse, anche il proprio futuro... La Patagonia come stato d'animo, il gelo come condizione interiore, la durezza di quella terra desolata come traduzione sensibile dell'esilio in cui vive, forse deliberatamente, il protagonista. Nella prima parte de 'La ricostruzione', il film argentino scoperto alle Giornate degli Autori l'anno scorso, tutto è aperto, carico di mistero...

Orari spettacoli
31/03/2015 - 21.00
01/04/2015 - 21.00
lettere di uno sconosciutoCinema 2911

LETTERE DI UNO SCONOSCIUTO

(Gui lai)
(CINA 2014) di Zhang Yimou 111'

Cina, anni ’60. Lu Yanshi (Chen Daoming) è un professore da anni confinato nei campi di prigionia e rieducazione del nord, la sua colpa essere un oppositore politico. Riuscito ad evadere tenterà di rivedere l’amata moglie Feng Wanyu (Gong Li) ma per colpa di Dan Dan (Zhang Huiwen), una figlia ambiziosa e fedelissima al partito, i due non potranno ritrovarsi e Lu viene nuovamente arrestato. Passano alcuni anni, la Rivoluzione Culturale di Mao sta per volgere al termine, Lu viene riabilitato e può tornare a casa dall’amata Feng. La donna però non riconosce il marito. Dopo un decennio speso a dirigere e produrre prodotti di cassetta, Zhang Yimou, uno dei registi più importanti e famosi al mondo, torna all’antico, torna alle storie da raccontare...

Orari spettacoli
26/03/2015 - 21.00
27/03/2015 - 21.00
28/03/2015 - 20.30 - 22.30
29/03/2015 - 18.30 - 20.30
the stag

The Stag - Se sopravvivo mi sposo

(The Stag)
(Irlanda 2013) di John Butler 94'

Thank God for the Irish!, viene da dire vedendo The Stag, opera prima di John Butler, cosceneggiata insieme all'attore e regista Peter McDonald, che nel film interpreta l'irresistibile The Machine. C'è davvero da essere grati per questi irlandesi, che hanno un senso dell'umorismo meraviglioso e sanno scherzare su stessi e sulle proprie fissazioni religiose e culturali, U2 inclusi. E' dall'humus di una terra e una cinematografia in genere colpevolmente ignorate dalla nostra distribuzione, che nasce un film come questo, una storia davvero unica di amicizia maschile raccontata attraverso una festa di addio al celibato molto particolare. Per una volta, con sollievo, non vediamo i partecipanti al rito abbruttirsi tra sbornie colossali, amnesie, prostitute e improbabili avventure fuori di testa nel deserto del Nevada...

Orari spettacoli
24/03/2015 - 21.00
25/03/2015 - 21.00
fino a qui tutto bene

FINO A QUI TUTTO BENE

(Id.)
(Italia 2014) di Roan Johnson 80'

Questa di sicuro non è “la storia di una società che mentre sta precipitando, si ripete per farsi coraggio: fino a qui tutto bene”, come recita l'ultima battuta del film L'odio, ironicamente omaggiato nel film di Roan Johnson. Niente è più lontano dalle banlieu parigine della placida Pisa, città dove l'Università gioca un ruolo centrale e la proporzione tra abitanti e studenti è tutta a vantaggio di questi ultimi. Il film doveva in effetti essere una specie di documentario sui giovani frequentatori dell'ateneo, commissionato dall'Università stessa all'ex docente del laboratorio di sceneggiatura della facoltà di Lettere, ora diventato regista. E' successo però che i materiali raccolti da Johnson nelle interviste erano così vivi e pulsanti da richiedere un racconto libero, costruito con spunti reali e invenzioni di sceneggiatura, da realizzarsi sull'onda dell'intuizione...

Orari spettacoli
19/03/2015 - 21.00
20/03/2015 - 21.00
21/03/2015 - 20.30 - 22.30
22/03/2015 - 18.30 - 20.30
stories we tell

Stories we tell

(Id.)
(Canada 2014) di Sarah Polley 108'

v.o. sottotitolata in italiano 

Dopo una lunga carriera d'attrice (a dispetto dei suoi soli trentacinque anni), iniziata da giovanissima con autori del calibro di Terry Gilliam (Le avventure del barone di Münchausen) e Atom Egoyan (Exotica), Sarah Polley ha esordito dietro la macchina da presa nel 2006 con l'apprezzato Away From Her, seguito nel 2011 dalla sua opera seconda, Take this waltz (ancora inedito in Italia). Per il suo terzo lavoro da regista la Polley ha scelto la via del documentario, realizzando un'opera a suo modo unica che la vede mettersi completamente a nudo. Stories we tell, girato nel 2012 ma in uscita solo ora nelle nostre sale grazie a I Wonder Pictures, è infatti un racconto autobiografico che ripercorre un passaggio cruciale della vita di Sarah...

Orari spettacoli
17/03/2015 - 21.00
18/03/2015 - 21.00
timbuktu2

Timbuktu

(id.)
(Francia, Mauritania 2014) di Abderrahmane Sissako 97'

Il cinquantaquattrenne Abderrahmane Sissako, originario della Mauritania ma cresciuto in Mali , è forse il più grande regista africano vivente. Dopo aver studiato cinema a Mosca si è trasferito in Francia. Nel 1993 gira “Octobre”, film di trentasette minuti, una storia d’amore che si esaurisce in una notte d’ottobre a Mosca. Del 1998 è il capolavoro “La vie sur terre”, dove prende forma quel suo cinema dell’erranza nel quale troviamo una frequente contrapposizione tra l’Africa e l’Europa. Nel 2002 gira “Aspettando la felicità”, ambientato in un piccolo villaggio di pescatori sulla costa della Mauritania, protagonista un adolescente in procinto di lasciare l’Africa per l’Europa. Nel 2006 porta a Cannes “Bamako”, favola umanista in cui mette sotto accusa sia la sua terra sia le istituzioni internazionali dominanti. Ora si propone con questo meraviglioso “Timbuktu”, nominato per l’Oscar...

 

Orari spettacoli
12/03/2015 - 21.00
13/03/2015 - 21.00
14/03/2015 - 20.30 - 22.30
15/03/2015 - 18.30 - 20.30
un insolito naufrago nellinquieto mare doriente

Un insolito naufrago nell'inquieto mare d'oriente

(Le cochon de Gaza)
(Francia/Germania 2014) di Sylvain Estibal 99'

Irresistibile commedia francese d'ambientazione a Gaza, meritatamente premiata col César come opera prima, offre una boccata d'aria fresca nella pur ricca filmografia sul territorio in questione. Un punto di vista surreale, un evento impossibile ma poeticamente plausibile reso indimenticabile dallo sguardo di un esordiente transalpino (peraltro di origini né ebraiche né palestinesi) nutrito dal desiderio di portare un contributo di Pace ed Arte: ce ne fossero... All'indomani di una tempesta, il pescatore palestinese Jafaar si ritrova per caso nella rete un maialino vietnamita: dopo aver tentato di sbarazzarsi dell'insolito naufrago, l'uomo decide di "approfittare" di quella pesca inaspettata, lanciandosi in una ingegnosa quanto rocambolesca iniziativa...

Orari spettacoli
10/03/2015 - 21.00
11/03/2015 - 21.00
L ESTATE STA FINENDO regia di Stefano Tummolini 9877

L'estate sta finendo


(Italia 2014) di Stefano Tummolini 98'

È curioso constatare che l'Antonello Fassari della popolare serie televisiva I Cesaroni si trovi, a ventisette anni dall'uscita de L'estate sta finendo (1987) di Bruno Cortini, in cui recitò in napoletano, a far parte del cast di una pellicola che, proprio come quella, prende il titolo in prestito da uno dei più grossi successi musicali dei Righeira. Però, se in quel caso si trattava di una commedia giovanilistica on the road, qui, sotto la regia dello Stefano Tummolini autore di Un altro pianeta (2008), siamo dalle parti di tutt'altro genere, con l'attore nei panni di Vittorio, custode della villa sul mare dove Domenico (Andrea Miglio Risi), ad insaputa dei genitori, arriva con altri sette ragazzi alle soglie della laurea per trascorrere un week-end di fine stagione senza pensare ad imminenti, tragici risvolti...

Orari spettacoli
03/03/2015 - 21.00
04/03/2015 - 21.00
UN PICCIONE SEDUTO SU UN RAMO

Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza

(En duva satt på en gren och funderade på tillvaron)
(Svezia/Norvegia/Francia/Germania 2015) di Roy Andersson 100'

LEONE D'ORO VENEZIA 2014

Già nello strepitoso inquietante incipit del film, con la coppia di anziani in visita al Museo di Storia Naturale, lui che osserva un uccello impagliato e lei che osserva lui, un’atmosfera straniante e lievemente morbosa, la fotografia verde grigiastra che sembra creare una sorta di acquario, i riferimenti pittorici ai Surrealisti del Nord – Delvaux, Magritte -, i movimenti di macchina lenti, la musichetta ironica che fa contrasto, troviamo il personalissimo mood di un autore unico nel panorama internazionale. Un regista antropologo, che si diletta ad osservare, come da un’altezza siderale (il piccione del titolo), i bizzarri segni di vita umana sparsi di sotto sulla terra, in cui la macchina da presa si identifica con l’occhio di un qualche Dio buontempone e cattivello...

Orari spettacoli
26/02/2015 - 21.00
27/02/2015 - 21.00
28/02/2015 - 20.30 - 22.30
01/03/2015 - 18.30 - 20.30
quel che sapeva maisie Medium 1

Quel che sapeva Maisie

(What Maisie knew)
(USA 2014) di David Siegel, Scott McGehee 95'

Sullo sfondo di una New York frenetica e scintillante, la piccola Maisie si ritrova contesa nella causa di divorzio tra la rockstar Susanna, affettuosa ma distratta, e il mercante d'arte Beale, sempre in viaggio d'affari. La bambina viene affidata al padre e a Margo, la nuova moglie di Beale nonché giovane tata di Maisie. Per vendetta, Susanna decide quindi di sposare il giovane barman Lincoln... A reggere il racconto e soprattutto a catturare l'attenzione del lettore ci pensa lo sguardo perplesso e indagatore di una bambina, sballottata tra divorzi e matrimoni a catena...

Orari spettacoli
24/02/2015 - 21.00
25/02/2015 - 21.00
resistenza naturale

Resistenza naturale

(Natural resistance)
(Italia/Francia 2014) di Jonathan Nossiter 85'

Nel loro antico monastero dell'XI secolo in Toscana, Giovanna Tiezzi e Stefano Borsa hanno creato un legame con l'antica cultura etrusca grazie alla loro cantina e alla produzione di vino, cereali e frutta; Corrado Dottori e Valerio Bochi, provenienti dalla Milano industriale, si sono trasferiti nella cascina dei loro nonni nelle Marche dove si impegnano per un'espressione rurale di giustizia sociale; Elena Pantaleoni, ex bibliotecaria, lavora nei vigneti di famiglia in Emilia sforzandosi di fare della sua tenuta una realtà utopica; Stefano Bellotti è considerato il Pasolini dell'agricoltura italiana, un contadino poeta radicale che ha sconvolto le regole con la sua fattoria d'avanguardia in Piemonte. È un film stranissimo, che non assomiglia a nessun altro...

Orari spettacoli
17/02/2015 - 21.00
18/02/2015 - 21.00
la et mn whiplash review 20141010

Whiplash

(Id.)
(USA 2015) di Damien Chazelle 105'

Whiplash significa “colpo di frusta”, ed è a colpi di frusta, precisamente, che l’insegnante del film pensa di trattare per educare il suo giovane allievo. Lo schiocco della frusta è anche lo schiocco di un film che procede a mille all’ora, trascinante ed esaltante, inesorabile ed implacabile verso un finale di enorme suspense. Condito da sequenze elettrizzanti, come quella del brano “Caravan” suonato dal protagonista dopo aver avuto un brutto incidente...

Orari spettacoli
12/02/2015 - 21.00
13/02/2015 - 21.00
14/02/2015 - 20.30 - 22.30
15/02/2015 - 18.30 - 20.30
nondicoaltro

Non dico altro

(Enough said)
(USA 2014) di Nicole Holofcener 93'

Eva, massaggiatrice divorziata, a una festa conosce Albert, un uomo gentile e anche lui single, e la poetessa Marianne. Con quest'ultima, Eva entra subito in sintonia: Marianne diviene non solo una sua cliente fissa, ma prende anche l'abitudine di sfogarsi di tutti i difetti dell'ex marito, che ancora la infastidiscono. Tuttavia, mentre l'amicizia con Albert si trasforma in qualcosa di più profondo, Eva scopre che proprio lui è l'ex marito di Marianne. Che fare?...

Orari spettacoli
10/02/2015 - 21.00
11/02/2015 - 21.00
stillalice

Still Alice

(Id.)
(USA 2015) di Richard Glatzer, Wash Westmoreland 99'

Nel 1968, il bravo Cliff Robertson vinse l’Oscar per la sua interpretazione di un minorato mentale che riacquista l’intelligenza dopo un’operazione ma poi ripiomba inesorabilmente nel suo stato iniziale di catatonico deficiente: il film era il commovente I due mondi di Charly, tratto dallo splendido racconto “Fiori per Algernon”. Ora, nel 2015, potrebbe vincere l’Oscar anche Julianne Moore in una parte assai simile: quella di una professoressa di linguistica della Columbia, con pubblicazioni importanti alle spalle, che viene aggredita dall’Alzheimer a soli cinquanta anni e pian piano entra in uno stato di paralisi mentale. Lo meriterebbe, perché la sua interpretazione, mai sopra le righe, è il fulcro di un film...

Orari spettacoli
05/02/2015 - 21.00
06/02/2015 - 21.00
07/02/2015 - 20.30 - 22.30
08/02/2015 - 18.30 - 20.30
le weekend

Le week-end

(Id.)
(Gran Bretagna/Francia 2014) di Roger Michell 93'

Diretto dall'eclettico Roger Michell, ma soprattutto scritto fino all'ultimo sospiro da Hanif Kureishi, Le Week-End aggiunge un nuovo capitolo a quell'ispida esplorazione della vita amorosa, in tutte le sue forme, che il grande scrittore anglo-pakistano va compiendo da una trentina d'anni. Con racconti e romanzi ma anche con film come My Beautiful Laundrette, Intimacy o il più recente The Mother (diretto sempre da Michell, che a Kureishi deve anche lo script della serie tv II Buddha delle periferie). Stavolta però i due protagonisti hanno una certa età, e sull'azione prevale il dialogo. Anzi diciamo che le azioni di Nick e Meg sono fatte soprattutto di parole. È con le parole (e con il loro lato invisibile, i sottintesi) che i due coniugi si amano e si odiano...

Orari spettacoli
03/02/2015 - 21.00
04/02/2015 - 21.00
dom hemingway

Dom Hemingway

(Id.)
(Gran Bretagna 2014) di Richard Shepard 93'

Dom Hemingway, abilissimo scassinatore, ha scontato dodici anni di carcere per aver rifiutato di testimoniare contro Ivan Anatoli, un potente boss. Durante il periodo trascorso dietro le sbarre la moglie di Dom, risposatasi con un altro uomo, è morta di cancro. Alla fine della sua pena, dopo aver "regolato" a suo modo i conti con il nuovo compagno della donna scomparsa, Dom si reca con un vecchio amico nella villa in Francia di Anatoli per riscuotere il suo "debito". Dopo aver rischiato, a causa dei suoi eccessi con l'alcool,  di mandare tutto a scatafascio, Hemingway viene ripagato con un'ingente quantità di denaro...

Orari spettacoli
27/01/2015 - 21.00
28/01/2015 - 21.00
the dark side of the sun 2011 carlo hintermann 013

The dark side of the sun


(Italia 2014) di Carlo Shalom Hintermann 94'

Per pochi bambini il sole è un nemico mortale. Una rara malattia, Xeroderma Pigmentosum, li costringe a vivere isolati, lontani dal mondo diurno dei loro coetanei. Questo non accade però a Camp Sundown, un campo estivo nello stato di New York creato dall'immaginazione e dalla tenacia dei loro genitori, che raccoglie pazienti da tutto il mondo. Qui prende forma un universo rovesciato, colmo d'incanto. La vita di questa piccola comunità notturna si intreccia con i sogni che prendono forma nell’animazione, ideata dagli stessi bambini. Genitori e figli si riconoscono qui in un unico desiderio: vivere a pieno la propria vita, nonostante la malattia.Lo xeroderma pigmentoso è una malattia rara della pelle che colpisce gli esseri umani in tenera età. A causa di un'estrema fotosensibilità la loro pelle si ustiona alla semplice esposizione alla luce diurna. Il rischio di tumori diviene così elevato insieme a quello di un invecchiamento precoce. Il documentario prende in esame la famiglia Mahar. La madre Caren e il marito Dan hanno due figli. Patrick, il secondogenito non ha problemi di salute mentre Katie, che ha appena terminato il liceo è pluriminorata in seguito alla malattia. Ha una riduzione di udito pari al 90% e problemi di vista. Dapprima riluttante ad accettare la veridicità dei problemi della figlia, Dan ha in seguito deciso di affiancarsi alla moglie nel realizzare la XP Society, un'associazione no profit che mette in comunicazione le famiglie che hanno figli con lo stesso problema. Hanno anche creato Camp Sundown, un luogo di aggregazione estiva in cui i pazienti giovani e adulti possano ogni anno ritrovarsi per condividere un'esperienza di vita all'aperto... notturna. Perché è della notte che questo pregevole documentario ci parla. Di quel lato oscuro della luce che potrebbe sprofondare le coscienze nella più cupa desolazione. Rischio ben presente e adeguatamente sottolineato da un'animazione che si inserisce nelle riprese e che, con il suo richiamo all'estetica dello Studio Ghibli, riesce a tradurre in immagini i conflitti interiori dei bambini di Camp Sundown che ne hanno steso il soggetto. Grazie però all'impegno, faticoso e non privo di sofferenza, delle famiglie la notte (almeno per un periodo dell'anno) diventa non una tenebra da temere ma uno spazio da affrontare e vivere insieme. Quella luce diurna che può ustionarti (creando addirittura premesse di morte prematura) solo perché ti sei fermato dietro una finestra, viene vinta e si può giocare e ballare fino all'alba. I rapporti con la realtà però si ribaltano e il rischio di isolamento è fortissimo. Ci sono molte situazioni umane che fanno, come si usa dire, stringere il cuore in questo documentario ma ce n'è in particolare una che colpisce chi si occupa di cinema. La madre di Katie percorre una biblioteca scolastica con un esposimetro in mano. Quello strumento, che a un direttore della fotografia serve per misurare la quantità di luce presente nell'ambiente ed utile per le riprese, per lei diviene mezzo per valutare il pericolo che sua figlia può correre. Documentari come questo andrebbero visti da molti se non da tutti. Riuscirebbero a ridefinire i parametri di consapevolezza esistenziale di ognuno di noi.

Per pochi bambini il sole è un nemico mortale. Una rara malattia, Xeroderma Pigmentosum, li costringe a vivere isolati, lontani dal mondo diurno dei loro coetanei. Questo non accade però a Camp Sundown, un campo estivo nello stato di New York creato dall'immaginazione e dalla tenacia dei loro genitori, che raccoglie pazienti da tutto il mondo. Qui prende forma un universo rovesciato, colmo d'incanto. La vita di questa piccola comunità notturna si intreccia con i sogni che prendono forma nell’animazione, ideata dagli stessi bambini. Genitori e figli si riconoscono qui in un unico desiderio: vivere a pieno la propria vita, nonostante la malattia.Lo xeroderma pigmentoso è una malattia rara della pelle che colpisce gli esseri umani in tenera età...

Orari spettacoli
20/01/2015 - 21.00
21/01/2015 - 21.00
PRIDE

Pride

(Id.)
(Gran Bretagna 2014) di Matthew Warchus 120'

L’epoca Thatcher, gli anni Ottanta, continua ad attirare in modo irresistibile i cineasti britannici. Naturalmente per dirne il peggio possibile, anche se tanto accanimento contiene, forse, una oscura, segreta lama di oscena (nel senso etimologico di fuori-scena) fascinazione. La malvagia Thatcher suscita sentimenti violenti e contrastanti, e convoglia, tra le righe, una qualche forma di nostalgia per un’era in cui, più nel male che nel bene, l’Inghilterra era comunque al centro dell’attenzione del mondo. Col film di Warchus torniamo dunque al 1984, ancora una volta al leggendario sciopero dei minatori che doveva mettere alla prova la durezza della Thatcher e decretarne il trionfo...

Orari spettacoli
15/01/2015 - 21.00
16/01/2015 - 21.00
17/01/2015 - 20.15 - 22.30
18/01/2015 - 18.15 - 20.30
il mondo fino in fondo

Il mondo fino in fondo


(Italia 2014) di Alessandro Lunardelli 95'

Figli di un industriale del Nord Italia, Loris e Davide sono due fratelli molto diversi: il primo, trentenne, è integrato nell'azienda di famiglia, sposato e in attesa di un bambino, mentre il secondo, diciottenne, vorrebbe fare tutt'altro e, soprattutto, vive in clandestinità la propria omosessualità. Insieme a Barcellona per una partita dell'Inter, Davide si invaghisce di Andy, un ecologista cileno, che finirà col seguire fino a Santiago, scambiando l'amicizia per amore...

Orari spettacoli
13/01/2015 - 21.00
14/01/2015 - 21.00
muscle shoals

Muscle Shoals - Dove nascono le leggende

(Muscle Shoals)
(USA 2013) di Greg 'Freddy' Camalier 111'

 

In Alabama, lungo il fiume Tennessee, si incontra Muscle Shoals: il luogo in cui, sotto l'influenza spirituale del "Singing River" (come era chiamato dai nativi americani), sono nate alcune delle musiche più creative e provocatorie dell'America, che hanno contribuito a far nascere alcuni dei più noti e importanti brani di tutti i tempi. Cuore pulsante di Muscle Shoals è Rick Hall, fondatore dei FAME Studios, che dopo aver superato peripezie di ogni tipo è riuscito ad abbattere le ostilità razziali dell'Alabama unendo bianchi e neri per creare una musica che ha lasciato il segno in intere generazioni. L'anima loci di Muscle Shoals si trova nel Tennessee, «il fiume che canta» come lo chiamavano gli indiani nativi Yuchi. Il documentario monta con fluida eleganza testimonianze di protagonisti eccellenti (da Keith Richards ad Alicia Keys) e materiali di repertori, indugiando sull'arcaica malia del paesaggio fra foreste, paludi e campi di cotone, come a mettere in risalto il motivo profondo per cui un piccolo gruppo di bianchi riuscì a creare un sound funky di tale impatto da sembrare «nero» agli stessi musicisti neri. Tutti amano la musica. Ma i veri appassionati vanno al di là della singola canzone o del successo del momento: conoscono le origini dei loro musicisti preferiti, le loro influenze, la storia che c'è dietro ad un mito. Viene spesso sottovalutato, difatti, il contesto in cui nascono e si sviluppano i fenomeni musicali, così come l'importanza degli Studios di produzione e realizzazione degli album. Uno particolarmente importante ma sconosciuto al grande pubblico è il Muscle Shoals Sound Studio, sorto nel 1969 e che, nel corso degli anni, ha visto avvicendarsi per le sue sale alcuni dei più grandi interpreti americani e non, tra cui Bob Dylan, i Rolling Stones, Elton John... La storia del Muscle Shoals si incrocia con quella di tanti artisti, primi tra tutti il The Muscle Shoals Sound Rhythm Section, quartetto composto da Barry Beckett, Roger Hawkins, Jimmy Johnson e David Hood, e quella dello storico produttore Rick Hall, la cui tragica storia è ampiamente narrata nel docufilm di Greg 'Freddy' Camalier, portato nel nostro paese da QMI attraverso il marchio Woovie Nights e in collaborazione con Feltrinelli Real Cinema. L'approccio al documentario usato da Camalier può sembrare, a prima vista, quello classico, con contributi audio/video d'epoca e le varie testimonianze che si susseguono, ma il tutto non si risolve in maniera didascalica, mostrando anzi spesso la “magia” dietro a questo storico studio sorto dal nulla in Alabama, quel feeling così particolare testimoniato anche da nomi di spicco tra i quali Mick Jagger, Aretha Franklin, Keith Richards, Alicia Keys e Bono e che ha contribuito a creare leggendarie hit come I'll Take You There, Brown Sugar, e When a Man Loves a Woman. Un docufilm imperdibile per gli appassionati ed estremamente interessante per tutti, con alla base una colonna sonora d'eccezione.

v.o. sottotiolata in italiano

In Alabama, lungo il fiume Tennessee, si incontra Muscle Shoals: il luogo in cui, sotto l'influenza spirituale del "Singing River" (come era chiamato dai nativi americani), sono nate alcune delle musiche più creative e provocatorie dell'America, che hanno contribuito a far nascere alcuni dei più noti e importanti brani di tutti i tempi. Cuore pulsante di Muscle Shoals è Rick Hall, fondatore dei FAME Studios, che dopo aver superato peripezie di ogni tipo è riuscito ad abbattere le ostilità razziali dell'Alabama unendo bianchi e neri per creare una musica che ha lasciato il segno in intere generazioni. L'anima loci di Muscle Shoals si trova nel Tennessee, «il fiume che canta» come lo chiamavano gli indiani nativi Yuchi...

Orari spettacoli
16/12/2014 - 21.00
17/12/2014 - 21.00
journey to jah

Journey to Jah - Viaggio nel reggae

(Journey to Jah)
(Germania/Svizzera 2013) di Noel Demesch, Moritz Springer 92'

 

Gentleman si reca in Giamaica a trovare Alborosie per incidere assieme il brano Journey to Jah e trascorrere un po' di tempo a Kingston, dove Alborosie si è ormai trasferito stabilmente.
Due percorsi paralleli che finiscono per incrociarsi, due esperienze di vita e di spiritualità diverse ma simili. Il documentario di Noël Dernesch e Moritz Springer gioca sulle affinità e le divergenze tra le vite di due musicisti, Gentleman - tedesco, figlio di un pastore protestante, scappato da scuola a 14 anni - e Alborosie - italiano, fuggito da un contesto sociale in cui la mafia dettava legge -, entrambi folgorati sulla via salvifica di Jah e del misticismo Rastafari. Figli indesiderati o incompresi delle rispettive terre di origine, che in Giamaica hanno trovato il senso della propria esistenza, in un mix inestricabile di fede, filosofia e musica, perché attraverso la musica il popolo giamaicano veicola gioie e dolori, istanze di ribellione e bisogno di esprimersi. Ciò che rende il lavoro di Dernesch e Springer originale e per molti versi sorprendente, è il fatto di non ridursi a semplice documentario musicale né alla visione della Giamaica secondo i due protagonisti. Il punto di vista è quello occidentale, ma di occidentali incuriositi e desiderosi di saperne di più; senza soffermarsi sui cliché, ma guardando alla Giamaica per come questa realmente è, nelle sue molteplici contraddizioni. L'impegno socio-politico si mescola con il delirio dei sensi del dancehall, la pericolosità di strade violente con i testi omofobi di Buju Banton. Dimostrando seccamente e senza mezzi termini come lo stereotipo Marley-cannabis-reggae racconti solo una minuscola sfaccettatura di un universo affascinante e spesso inquietante. E riuscendo a spiazzare con la scelta di dedicare spazi e tempi inconsueti - specie in un formato simile - alla riflessione estatica, momenti in cui il silenzio e la contemplazione di luoghi lontani dalla frenesia metropolitana assumono il ruolo di protagonisti, finendo quasi per prevalere sul lato più musicale e spettacolare della Giamaica. Un lavoro pregevole, che racconta di reggae, dub, dancehall e della loro evoluzione, ma riesce ad andare molto oltre. Insieme ai protagonisti lo spettatore entra in un mondo dove la musica diviene un mezzo per affrontare la povertà, la criminalità e la mancanza di prospettive, un legame profondo che permette di elevarsi spiritualmente.

v.o. sottotitolata in italiano

Gentleman si reca in Giamaica a trovare Alborosie per incidere assieme il brano Journey to Jah e trascorrere un po' di tempo a Kingston, dove Alborosie si è ormai trasferito stabilmente. Due percorsi paralleli che finiscono per incrociarsi, due esperienze di vita e di spiritualità diverse ma simili. Il documentario di Noël Dernesch e Moritz Springer gioca sulle affinità e le divergenze tra le vite di due musicisti, Gentleman - tedesco, figlio di un pastore protestante, scappato da scuola a 14 anni - e Alborosie - italiano, fuggito da un contesto sociale in cui la mafia dettava legge -, entrambi folgorati sulla via salvifica di Jah...

Orari spettacoli
09/12/2014 - 21.00
10/12/2014 - 21.00
il sale della terra foto donata wenders 39383

Il sale della terra

(Le sel de la terre)
(Francia/Brasile/Italia 2014) di Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado 110'

Mettiamola così: se volete fare un regalo a qualcuno a cui volete bene, portatelo a vedere Il sale della terra, il documentario che Wim Wenders ha dedicato al lavoro del fotografo brasiliano Sebastião Salgado. Guardare le fotografie di Salgado, che negli ultimi 40 anni ha viaggiato in oltre cento paesi mostrando i mille volti delle Americhe, le miniere d'oro in Brasile, la carestia nel Sahel, il genocidio in Ruanda, uomini e donne al lavoro, e infine la spettacolare bellezza della natura incontaminata, significa non solo conoscere popoli e nazioni, altri uomini e altre donne, assai diversi da noi, ma soprattutto incontrare noi stessi...

Orari spettacoli
04/12/2014 - 21.00
05/12/2014 - 21.00
06/12/2014 - 20.30 - 22.30
07/12/2014 - 18.15 - 20.30
08/12/2014 - 18.15 - 20.30
pompei

Pompei

(Pompeii)
(Gran Bretagna 2013) di Neil MacGregor 89'

v.o. sottotitolata in italiano

Pompei è il raro esempio di un’occasione culturale offerta dal cinema per interfacciarsi direttamente con la classicità, o per meglio dire con ciò che ne rimane oggi presso il pubblico in termini di conservazione e diffusione. A dir poco interessante anche se non del tutto inedito, dunque, che una Mostra del British Museum possa  essere vista da quante più persone possibile grazie alla mediazione del grande schermo. È con dovizia di particolari, gusto letterario, precisione scientifica delle ricostruzioni grafiche e perfino un po’ di sano umorismo, proprio di chi è in grado di spaziare in un argomento con una conoscenza tale da coglierne le infinite direzioni, che Pompei racconta la vicenda delle due cittadine sommerse e spazzate via nel 79 d.C. dal Vesuvio...

Orari spettacoli
02/12/2014 - 21.00
03/12/2014 - 21.00
the congress

The Congress

(Id.)
(USA/Francia/Belgio 2013) di Ari Folman 122'

Dopo l'apprezzatissimo, premiatissimo Valzer con Bashir (vincitore del Golden Globe e nominato agli Oscar come miglior film straniero), il regista israeliano Ari Folman torna al cinema con un lavoro attraversato da un orrore simile, che non è più però quello di una guerra (devastante e distruttiva tanto da essere raccontata tramite l'oblio della memoria e il riecheggiare graduale delle sue immagini) ma quello di un mondo fantascientifico dove realtà e proiezioni mentali (supportate dal progresso assoluto della scienza e della chimica) si fondono in una vita che supera i propri confini e i propri limiti finendo (sostanzialmente) per perdersi... 

Orari spettacoli
25/11/2014 - 21.00
26/11/2014 - 21.00
padre vostro

Padre Vostro

(Svecenikova djeca)
(Croazia 2013) di Vinko Bresan 93'

Il giovane Padre Fabijan approda in un'isoletta della Dalmazia dove, come ovunque in Croazia, il tasso di natalità è crollato nel corso degli anni. Frustrato dalla popolarità dell'anziano parroco locale e desideroso di lasciare il segno nella storia dell'isola, nonché di incoraggiare il "decorso della volontà divina", Padre Fabijan ha un'idea geniale: bucare i preservativi che consentono la lussuria più sfrenata e non provocano un boom delle nascite. Naturalmente l'ingegnoso prete ha bisogno della complicità di alcuni isolani: l'edicolante che vende ai compaesani i profilattici, ma anche il medico che dovrà sostituire con le vitamine le pillole anticoncezionali acquistate dalle donne del luogo...

Orari spettacoli
18/11/2014 - 21.00
19/11/2014 - 21.00
pinuccio002

Pinuccio Lovero - Yes I can


(Italia 2013) di Pippo Mezzapesa 78'

“Pensa al tuo futuro”, campeggia sui manifesti elettorali di Pinuccio Lovero, candidato in una lista SEL alle amministrative di Bitonto. Solo che il futuro a cui lui ci invita a pensare, parafrasando slogan tecnologici, ottimisti e consumisti, è quello che prima o poi attende tutti noi: il cimitero. Cinque anni dopo l'exploit mediatico del personaggio, documentato dalla vivace e intelligente macchina da presa di Pippo Mezzapesa, Pinuccio Lovero torna protagonista di un nuovo documentario che ne segue la vera campagna elettorale, con un programma interamente, come direbbe lui, “a livello cimiteriale”...

Orari spettacoli
11/11/2014 - 21.00
12/11/2014 - 21.00
ritorno a l avana

Ritorno a L'Avana

(Retour a Ithaque)
(Francia 2014) di Laurent Cantet 90'

L’inizio in medias res ci proietta su una terrazza al mare, il sole che sta tramontando, quattro persone sui sessanta che sfogliano un catalogo di Tapies, parlano dei vecchi tempi andati, del mitico con la Harley, di Margherita la culona, rievocano concerti, dissertano dei Beatles, del castrismo, del lavoro nei campi di cui viene rammentata “la puzza della canna da zucchero”. A questo punto si capisce che siamo a Cuba, all’Havana, e che gli abitanti della terrazza sono persone non proprio in buoni termini con il regime. Più tardi giunge anche Eddy, il quinto del gruppo. Erano tutti, chi più chi meno, artisti, poeti, sognatori...

Orari spettacoli
06/11/2014 - 21.00
07/11/2014 - 21.00
08/11/2014 - 20.30 - 22.30
09/11/2014 - 18.30 - 20.30
look of silence

The Look of Silence

(Id.)
(Danimarca/Indonesia 2014) di Joshua Oppenheimer 99'

GRAN PREMIO DELLA GIURIA - VENEZIA 2014

A un certo punto, uno dei killer intervistati nel film dice: “Se bevi il sangue delle tue vittime, riesci a non impazzire”. Il fascino dello scioccante documentario di Oppenheimer (quarantenne texano, da alcuni anni in Danimarca), e del suo precedente e complementare The Act of Killing nominato ma scandalosamente non incoronato dall’Oscar, sta soprattutto nella incredibile, oscena faccia tosta esibita dagli assassini seriali sopravvissuti quasi cinquant’anni dopo il bagno di sangue indonesiano nel giustificare  le proprie azioni. Una strategia duplice, la loro. Da un lato, si finge di dimenticare, è passato tanto tempo… Dall’altro, quando vengono messi alle strette, essi si comportano come i nazisti nei confronti dell’Olocausto: la difesa dello stato, l’ubbidienza cieca agli ordini dei superiori…

Orari spettacoli
04/11/2014 - 21.00
05/11/2014 - 21.00
Marina

Marina

(Id.)
(Belgio 2013) di Stijn Coninx 120'

Rocco Granata ha pochi anni e il sogno di suonare la fisarmonica come suo padre, che ha deciso di abbandonare la musica e la Calabria per le miniere del Belgio e un futuro migliore. Due anni dopo Salvatore, ottenuti i permessi per la famiglia, la riunisce in una baracca e in un paese ostile con gli stranieri. Ma Rocco non impiegherà molto a padroneggiare il fiammingo e a farsi amare da una ragazzina bionda, che ha un debole per gli italiani e la canzone melodica. Gli anni passano e Rocco non dimentica quell'amore...

Orari spettacoli
28/10/2014 - 21.00
29/10/2014 - 21.00
winter sleep3 1030x615

Il Regno d'inverno - Winter Sleep

(Kis uykusu)
(Turchia/Francia/Germania 2014) di Nuri Bilge Ceylan 196'

 

PALMA D'ORO FESTIVAL DI CANNES 2014
In un villaggio sperduto dell'Anatolia, in cui giungono turisti interessati alla struttura di antiche abitazioni che formano un tutt'uno con la roccia, Aydin è il proprietario di un piccolo ma confortevole albergo, l'Othello. L'uomo è anche il padrone di diverse case i cui inquilini non sono sempre in grado di pagare l'affitto e vengono puniti con il sequestro di televisore e frigorifero. Aydin vive con la giovane moglie Nihal e con la sorella Necla che li ha raggiunti dopo il divorzio. L'uomo è stato attore e ora sta pensando di scrivere un libro sulla storia del teatro turco. Nuri Bilge Ceylan ancora una volta riesce ad emozionare con un'opera che sfida la lunga durata uscendone vincitrice assoluta. Il regista turco realizza una sintesi del proprio cinema dimostrando una libertà creativa che lo affranca dalla ripetitività. Dopo il successo dei film precedenti (e in particolare di C'era una volta in Anatolia) sarebbe stato facile tornare a proporre atmosfere e tempi rarefatti. Ceylan opta invece per una sceneggiatura in cui la parola domina integrandosi con un paesaggio e con interni che riflettono e, al contempo, determinano gli stati d'animo. Se il rimando a Shakespeare è in questa occasione palese (dal nome dell'hotel al manifesto di un "Antonio e Cleopatra" fino a una diretta citazione) l'amato Cechov torna a innervare l'opera del regista. Perché il film è pervaso da una sensazione di resa alla fragilità dei rapporti mentre al contempo se ne cerca una ragione e una soluzione (magari nella Istanbul che sostituisce come meta desiderata la Mosca del Maestro russo). Ceylan però si impadronisce di questo mood per operare una lettura delle relazioni uomo/donna che, portata sullo schermo grazie ad attori straordinari, ne fa emergere le pieghe e le piaghe più nascoste. Aydin è un possidente: possiede edifici, possiede la cultura, possiede sua moglie o, meglio, crede di possederla. Ha costruito intorno a lei una gabbia di attenzioni che è si è trasformata in una prigione che lo ha isolato a sua volta. A poco valgono le riflessioni sull'arte e sulla scrittura di quest'uomo apparentemente bonario (il lavoro sporco tocca al suo braccio destro). A infrangersi non sarà solo il vetro del suo fuoristrada. Perché l'uomo Aydin si ritroverà davanti in Nihal non più la ragazza che aveva sposato ma una giovane donna che cerca la propria, seppur limitata, autonomia e ciò accadrà senza che lui abbia voluto accorgersi del cambiamento. Sarà un suo intervento che considera assolutamente normale, se non addirittura doveroso, che farà esplodere tensioni troppo a lungo represse. Nihal però avrà a sua volta modo di sperimentare quanto ciò che noi riteniamo 'buono' per gli altri non sempre viene percepito come tale. Il sonno invernale di Ceylan non è un letargo pacificatore.

PALMA D'ORO FESTIVAL DI CANNES 2014

In un villaggio sperduto dell'Anatolia, in cui giungono turisti interessati alla struttura di antiche abitazioni che formano un tutt'uno con la roccia, Aydin è il proprietario di un piccolo ma confortevole albergo, l'Othello. L'uomo è anche il padrone di diverse case i cui inquilini non sono sempre in grado di pagare l'affitto e vengono puniti con il sequestro di televisore e frigorifero. Aydin vive con la giovane moglie Nihal e con la sorella Necla che li ha raggiunti dopo il divorzio. L'uomo è stato attore e ora sta pensando di scrivere un libro sulla storia del teatro turco. Nuri Bilge Ceylan ancora una volta riesce ad emozionare...

Orari spettacoli
23/10/2014 - 20.30
24/10/2014 - 20.30
25/10/2014 - 20.30
26/10/2014 - 17.00 - 20.30
la jalousie 01

La Gelosia

(La Jalousie)
(Francia 2013) di Philippe Garrel 77'

Louis ha trent'anni, una figlia e una compagna che lascia per un'altra. Attore di teatro, a cui piace flirtare e fare lunghe passeggiate, Louis è 'definitivamente' innamorato di Claudia, un'attrice che adora Majakovskij e da alcuni anni ha appeso la 'maschera' al chiodo. Gelosa e imprevedibile, Claudia ama Louis di un amore libero che si appaga con amanti occasionali. Insofferente alla vita domestica e a un appartamento troppo piccolo per il suo ego, Claudia trova lavoro come archivista nello studio di un architetto...

Orari spettacoli
21/10/2014 - 21.00
22/10/2014 - 21.00
Anime nere

Anime Nere


(Italia 2014) di Francesco Munzi 103'

L’inizio è da noir all’americana, con quell’incontro in no man’s land (è Amsterdam, in realtà, si vedono dei canali) tra un boss che parla spagnolo e uno che parla italiano ma amerebbe il calabrese. Non c’è Pacino o De Niro, ok, ma l’atmosfera è da subito quella giusta. Tanto più che la vicenda abbandona  palcoscenici internazionali e si concentra su un fazzoletto di terreno attraversato da leggi del sangue, da vendette e rancori non sopiti. Protagonisti dei fratelli del crimine, come nei film di Coppola e di Ferrara. Manca però, nella struttura mafiosa, un’autorità riconosciuta super partes, il vecchio saggio di turno. E ciò consente la lenta, inesorabile disintegrazione della famiglia mafiosa...

Orari spettacoli
01/10/2014 - 21.00
02/10/2014 - 21.00
03/10/2014 - 21.00
04/10/2014 - 20.30 - 22.30
05/10/2014 - 18.30 - 20.30
08/10/2014 - 21.00
CHIUSURA ESTIVA
Orari spettacoli
09/06/2014 -
wearethebest

We are the best!

(Vi är bäst!)
(Svezia 2013) di Lukas Moodysson 102'

Abba, Europe, Roxette, certo, ma forse non tutti sanno che la Svezia ha avuto un'anima punk e anarchica, lontana anni luce dalle suadenti melodie pop di artisti rassicuranti. Questo spirito giocoso, ma ribelle, allegro e sfrontato al tempo stesso è ciò che anima le deliziose protagoniste del nuovo film di Lukas Moodysson, We are the best!, presentato alla 70ma edizione della Mostra di Venezia, nella sezione Orizzonti. Bobo, Klara e Hedvig sono tre ragazzine che vivono nella Stoccolma degli anni '80, un piccolo paradiso democratico in cui capita che due tredicenni riescano a soffiare da sotto il naso ad una rock band una sala prove solo perché si sono attenute alle regole, prenotandola con precisione...

Orari spettacoli
05/06/2014 - 21.00
06/06/2014 - 21.00
07/06/2014 - 20.30 - 22.30
08/06/2014 - 18.30 - 20-30
giraffada

Giraffada


(Palestina/Italia 2014) di Rani Massalha 90'

Yacine (Saleh Bakri) è un uomo stimato e un bravo veterinario che lavora allo zoo di Qalqilyia, l'ultimo rimasto in terra palestinese. Tra mille difficoltà e scarsissime risorse, Yacine tenta di portare avanti la sua missione, ovvero salvaguardare quella piccola comunità di animali innocenti e vittime di un conflitto che ha privato il territorio palestinese quasi di ogni cosa, perfino della libertà di muoversi. Situato al confine con la West Bank e a un passo dal muro che separa i palestinesi dagli israeliani, lo zoo di Qalqilyia rappresenta dunque una piccola oasi di pace all'interno di una terra perennemente attraversata dai fuochi della guerra...

Orari spettacoli
04/06/2014 - 21.00
alabamamonroe1

Alabama Monroe

(The Broken Circle breakdown)
(Belgio 2013) di Felix van Groeningen 100'

Esiste un trauma più duro della morte di una figlia stroncata a sei anni da un male incurabile? Didier ed Elise lo vivono sulla propria pelle, come momento centrale ed evento di distruttiva dirompenza all'interno di una relazione vissuta visceralmente. Lui suona il banjo e canta in una band locale, è orgogliosamente ateo e razionalista ma genuinamente romantico e affascinato dall'America, che vede come la terra dove ogni sogno può diventare realtà; lei è credente e al tempo stesso pragmatica, si guadagna da vivere facendo tatuaggi e come supporto pittorico preferito usa il proprio corpo, sul quale il nome di ogni fiamma ha avuto un lembo di pelle dedicato per poi, una volta spenta, venir coperto e sostituito dall'impressione di un nuovo istante importante...

Orari spettacoli
28/05/2014 - 21.00
NIMPHOMANIAC VOL 2

NYMPHOMANIAC VOLUME 2

(Nymphomaniac)
(Danimarca/Germania/Francia/Belgio 2013) di Lars Von Trier 120'

VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI - PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

A ben guardare, tutta la filmografia di Lars Von Trier porta a Nymphomaniac, un'opera che, come si usa dire, è un compendio dei suoi temi e delle sue ossessioni. Alla fine del secondo e ultimo volume, è evidente che quello che troppi ottimisti si erano frettolosamente sbilanciati a ipotizzare era solo un (loro) pio desiderio: lungi dall'aver superato la depressione, Von Trier è ormai un nichilista convinto, che continua a scavare nel (suo) animo femminile con coerenza, dolore ed onestà. E' un film che farà discutere a lungo, Nymphomaniac, e sul quale torneremo quando avremo la possibilità di vederlo in versione integrale e non arbitrariamente dimezzata. Anche se, a ben guardare, perfino questa decisione di natura commerciale finisce per giovare al gioco dell'autore...

Orari spettacoli
07/05/2014 - 21.00
04

NYMPHOMANIAC VOLUME 1

(Nymphomaniac Vol. I)
(Danimarca/Germania/Francia/Belgio 2013) di Lars Von Trier 110'

VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI 
PRIMA VISIONE IN ESCLUSIVA

L’anziano Seligman, uscito per fare la spesa in una giornata nevosa, trova a terra il corpo insanguinato di una donna, Joe. La porta nel suo appartamento e la soccorre. Qui Joe gli rivela di essere una ninfomane. Se vuole può raccontargli la sua vita ma sarà una lunga narrazione che prende le mosse dai libri di anatomia del padre medico per poi passare alle competizioni con una coetanea a chi ha più rapporti nel corso di un viaggio in treno. Ma è solo l'inizio. Con Nymphomaniac Lars Von Trier chiude la trilogia sulla depressione che lo ha visto dirigere in successione Antichrist e Melancholia...

Orari spettacoli
23/04/2014 - 21.00
the special need 2

THE SPECIAL NEED

(Id.)
(Italia / Germania 2013) di Carlo Zoratti 84'

PRIMA VISIONE per la GIORNATA MONDIALE SULL'AUTISMO - Ingresso per tutti 5 €

...esce in sala - a partire dal primo aprile - anche The Special Need di Carlo Zoratti, un altro impressionante esperimento che rimette in discussione i codici del documentario e della fiction. Protagonista è infatti Enea Gabino, un ragazzo che soffre di autismo, e che, desideroso di incontrare una donna di cui innamorarsi, intraprende un viaggio verso la Germania in compagnia di due suoi amici, Alex Nazzi e lo stesso regista Carlo Zoratti: l'obiettivo è raggiungere un centro in cui viene data assistenza sessuale a persone che soffrono di disturbi fisici e psichici; un qualcosa che in Italia, allo stato dei fatti, è assolutamente impensabile. Dallo spunto iniziale nasce in The Special Need un racconto di formazione che, da un lato, si carica degli stilemi classici del road movie (il percorso a tappe, con gli ostacoli e gli imprevisti che, inevitabilmente, si incontrano lungo il cammino), dall'altro si caratterizza come una classica storia d'amicizia....

Orari spettacoli
01/04/2014 - Ore 21.00
02/04/2014 - Ore 21.00
Ida

Ida

(Id.)
(Polonia/Danimarca 2013) di Pawel Pawlikowski 80'

L’uso rigoroso di un bianco e nero raramente così appropriato in un film rifulge già nell’incipit, con le suore che tra la neve mettono fuori la statua di Dio. Siamo nella Polonia “socialista” dei primi anni Sessanta. Ida è un’orfana della Seconda Guerra Mondiale cresciuta in un convento. Prima di prendere i voti viene spedita dalla zia, con la quale è costretta a rileggere il proprio passato e l’identità dei genitori. Il nuovo film di Pawlikowski, pluripremiato...

Orari spettacoli
27/03/2014 - 21.00
28/03/2014 - 21.00
29/03/2014 - 21.00 - 22.30
30/03/2014 - 19.15 - 21.00
amori elementari 16770

Amori elementari


(Italia/Russia 2013) di Sergio Basso 98'

Le prime avvisaglie dell'amore e dei suoi tormenti in un gruppo di bambini che frequentano la stessa polisportiva di hockey e pattinaggio artistico. Katerina e Aleksej vengono dalla Russia e sono da tempo stretti in un legame fortissimo. Matilde è innamorata da anni di Tobia. La vita del quartetto viene sconvolta dall'arrivo dell'affascinante Agata, che rapisce il cuore di Tobia. Karim, di origini bengalesi, ha un amico immaginario ed entrambi sono infatuati da Matilde. Invitati da una polisportiva gemellata di Mosca, i bimbi si recano tutti insieme in Russia. Ma durante la trasferta Agata decide di scappare per incontrare il ragazzino con il quale gioca a scacchi su internet, del quale è invaghita. I compagni così decidono di fuggire insieme a lei per cercare di convincerla a tornare indietro...

Orari spettacoli
25/03/2014 - 21.00
26/03/2014 - 21.00
nina

Nina

(Id.)
(Italia 2013) di Elisa Fuksas 84'

Quando la regista Julie Taymor vide per la prima volta la zona dell'Eur ne rimase conquistata tanto da sceglierla come scenografia naturale di Titus, film storico dedicato alla figura del generale romano Tito Andronico. Ma, molto prima del suo arrivo nella capitale, il quartiere nato sotto la benedizione del fascismo nel 1935, aveva già sedotto il cinema italiano con un fascino metafisico capace di fondere antico e moderno nelle linee pure e mastodontiche dei suoi edifici. Sarà per questo che Michelangelo Antonioni scelse la sua vastità solitaria per ambientare L'eclisse con Monica Vitti e Alain Delon, mentre Fellini...

Orari spettacoli
18/03/2014 - 21.00
19/03/2014 - 21.00
viramundo

Viramundo - Un viaggio musicale con Gilberto Gil

(Viramundo)
(Francia/Svizzera 2013) di Pierre-Yves Borgeaud 93'

Da musicista co-fondatore del movimento del Tropicalismo a primo uomo di colore nominato ministro della Cultura in Brasile. Questa è la parabola di Gilberto Gil, artista che ha lasciato un'impronta indelebile nella storia più recente di un paese tanto complesso quanto affascinante. Nel documentario diretto da Pierre-Yves Borgeaud, Gil compie un suggestivo viaggio nelle periferie del mondo opulento e tecnologizzato. Un viaggio a contatto con la natura, che parte dal Brasile e approda sino all'Africa passando per l'Australia...

Orari spettacoli
11/03/2014 - 21.00
12/03/2014 - 21.00
gravitystillal

GRAVITY

(Id)
(USA 2013) di Alfonso Cuarón 92'

VINCITORE DI 7 PREMI OSCAR

Il film che ha inaugurato Venezia 70 è il settimo e migliore del messicano Alfonso Cuaron, mestierante con al proprio attivo anche la regia di uno degli episodi della saga di Harry Potter. Stranamente, Cuaron è sempre stato trattato con benevolenza dalla critica, e premiato numerose volte (anche candidato all’Oscar). Questa volta però ha scelto una sfida coraggiosa: un thriller sci-fi con due soli personaggi in scena, anzi nello spazio profondo attorno alla Terra...

Orari spettacoli
06/03/2014 - 21.00
07/03/2014 - 21.00
08/03/2014 - 20.30 e 22.30
09/03/2014 - 18.30 e 20.30
infanzia clandestina

Infanzia clandestina

(Infancia clandestina)
(Argentina/Spagna 2013) di Benjamin Avila 112'

Juan ha dodici anni e ha condotto una parte della sua vita in esilio. Nel 1979 torna, con i genitori e la sorellina di un anno, nel suo paese, l'Argentina. Il ragazzino è stato costretto a vivere lontano da casa per la condizione di clandestinità dei genitori, guerriglieri peronisti dell'organizzazione dei Montoneros, oppositori della dittatura militare di Videla, che ha rovesciato con un golpe il governo Peron nel 1976. Il padre e la madre di Juan sono adesso convinti che sia giunto il momento di alzare il tiro e portare la resistenza nel cuore dell'Argentina. Il ritorno in patria è, però, rischioso: sono latitanti ricercati dalle autorità e devono, quindi, vivere nascosti, sotto falsa identità...

Orari spettacoli
04/03/2014 - 21.00
05/03/2014 - 21.00
a proposito di davis

A proposito di Davis

(Inside Llewyn Davis)
(USA 2014) di Joel e Ethan Coen 104'

Impareggiabili cantori dell’America profonda, o di quello che ne rimane, i Coen fanno iniziare il loro film, in medias res come loro solito, dentro un localaccio nel Greenwich Village di New York, il Gaslight Café, dove il protagonista canta accompagnandosi alla chitarra una interminabile folksong, “Hang Me Hang Me” (già premonitrice, nel titolo funesto, del senso dell’intero film). Subito dopo, nel vicolo dietro il locale, in modo del tutto inspiegabile il musicista viene brutalmente percosso da uno sconosciuto infuriato con lui...

Orari spettacoli
01/03/2014 - 20.30
02/03/2014 - 20.30
NEBRASKA

Nebraska

(Id.)
(USA 2013) di Alexander Payne 110'

CANDIDATO A 7 PREMI OSCAR

PREMIO PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE A BRUCE DERN AL 66. FESTIVAL DI CANNES (2013) - CANDIDATO AI GOLDEN GLOBES 2013 PER: MIGLIOR FILM (CATEGORIA MUSICAL/COMMEDIA), REGIA, SCENEGGIATURA, ATTORE PROTAGONISTA (BRUCE DERN) E ATTRICE NON PROTAGONISTA (JUNE SQUIBB).

“Crede a quello che le persone gli dicono” E’ l’epitaffio rivolto nel film a Woody, anziano con i capelli arruffati, vestito da barbone, l’aria suonata, forse un po’ di Alzheimer, in testa, alla fine, un ironico berrettino con la scritta derisoria “Prize Winner”... Il protagonista incarna il sogno sgualcito di un’America ancora a misura d’uomo, rintracciato on the road come si conviene alla tradizione, magari sulle note di un song di Bruce Springsteen e sulle orme di un altro Woody, Guthrie. Potrebbe, il film, intitolarsi “Highways” in ricordo del film che segnò il successo di Payne, Sideways...

Orari spettacoli
27/02/2014 - 21.00
28/02/2014 - 21.00
01/03/2014 - 22.30
02/03/2014 - 18.15
in another country

In another country

(Da-reun na-ra-e-seo)
(Corea del Sud 2013) di Hong Sang-soo 89'

VERSIONE ORIGINALE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

Una giovane studentessa di cinema si rifugia con la madre a Mohang, in Corea. Per alleviare la noia di quel luogo isolato e lontano, la ragazza inizia a scrivere una bizzarra e vivace sceneggiatura che ha per protagoniste tre donne che si chiamano Anne. Nella prima questa è una regista francese in vacanza presso un collega coreano che ha un debole per lei, nonostante sia in attesa del primo figlio dalla moglie. Nella seconda è una donna sposata che ha una relazione clandestina con un regista coreano, mentre nell'ultima è una donna divorziata, il cui marito coreano l'ha abbandonata per una collega, in cerca di pace e serenità. Tucker Film, fiera portabandiera del cinema orientale nel Belpaese, porta in sala un ennesimo titolo di valore...

Orari spettacoli
25/02/2014 - 21.00
26/02/2014 - 21.00
film blood di nick murphy

Blood

(Id.)
(Gran Bretagna 2013) di Nick Murphy 100'

“Il sonno della ragione genera mostri”: celebre titolo di una delle opere di Goya, poi citato da Picasso e cornice ideale per questo film. Cupo, noir nel pieno senso cromatico del termine, nero che più nero non si può - e non solo per l’atmosfera e le suggestioni, ma anche nel suo stringente impatto visivo, un pugno allo stomaco e una ventata di pessimismo e male di vivere che serpeggia dal primo all’ultimo minuto. Intitolato sintomaticamente Blood, un film bello e forte, coerente nelle sue premesse...

Orari spettacoli
18/02/2014 - 21.00
19/02/2014 - 21.00
Italian Movies

Italian Movies

(Id.)
(Italia 2013) di Matteo Pellegrini 99'

Mettete insieme un gruppo formato da italiani, indiani, slavi e africani e avrete uno dei film più commoventi, allegri e, allo stesso tempo realistici, mai realizzati sui problemi dell'integrazione razziale nella nostra società. A tentare l'impresa con successo è Matteo Pellegrini che, dopo una lunga gavetta nel settore pubblicitario e dei video musicali, arriva finalmente al suo primo lungometraggio di cui cura la sceneggiatura insieme a Paolo Rossi e Giovanna Mori. Teatro dell'intera vicenda sono gli uffici della produzione Studio61, nei cui set durante il giorno viene realizzata la seguitissima soap opera Tormento, ma è solo quando si spengono le luci che gli spazi vengono finalmente popolati dai protagonisti di una vita non artefatta...

Orari spettacoli
11/02/2014 - 21.00
12/02/2014 - 21.00
confessions

Confessions

(Kokuhaku)
(Giappone 2013) di Tetsuya Nakashima 106'

Dolore, colpe e punizioni, triade intorno alla quale Tetsuya Nakashima, regista nipponico famoso per il suo stile da cineasta colorato, pop ed eclettico, struttura il plot narrativo del suo ultimo film "Confessions". Una giovane docente di scuola media, Yoko Moriguchi (Takako Matsu), è colpita dall'atroce dolore per la morte della sua bambina di quattro anni, trovata annegata nella piscina della scuola dove presta servizio. Yoko ha avuto la bambina...

Orari spettacoli
04/02/2014 - 21.00
05/02/2014 - 21.00
chavez

Chavez - L'ultimo Comandante

(South of the border)
(USA 2013) di Oliver Stone 102'

Chi è stato Hugo Rafael Chavez e che ruolo ha avuto per i paesi dell'America Latina? A queste domande Oliver Stone (acclamato regista di classici come Nato il 4 luglio e Natural born killers) prova a dare una risposta (ri)percorrendo le recenti ‘inclinazioni' politiche dei paesi del continente latinoamericano, a partire proprio dal Venezuela di Chavez (presidente dal 1999 al 5 marzo scorso, giorno della sua morte). Attraverso le testimonianze di Fernando Lugo (ex presidente del Paraguay), Lula da Silva (ex presidente del Brasile), Evo Morales (attuale presidente della Bolivia), Cristina Kirchner (attuale presidente dell'Argentina)...

Orari spettacoli
28/01/2014 - 21.00
29/01/2014 - 21.00
take shelter

Take shelter

(Id.)
(USA 2013) di Jeff Nichols 116'

Curtis LaForche è uomo che farebbe tutto per sua moglie Samantha e la loro piccola bambina. Da alcuni giorni l'uomo soffre di incubi notturni, nei quali una tempesta di proporzioni bibliche si abbatte sulla sua casa e mette in pericolo i suoi cari. Sempre più ossessionato da oscure minacce incombenti, Curtis decide di costruire sotto terra un rifugio anti uragano in grado di tenere al sicuro ognuno di loro. Ma gli incubi non scompaiono, anzi ben presto si trasformano in vere e proprie allucinazioni. La paranoia si trasforma in schizofrenia, finché il terrore di una catastrofe imminente non sopraffa la sua mente sconvolta. Già passato con successo al festival di Cannes, il film dell’indipendente USA Jeff Nichols...

Orari spettacoli
21/01/2014 - 21.00
22/01/2014 - 21.00
Blue Valentine

Blue Valentine

(Id.)
(USA 2013) di Derek Cianfrance 114'

VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI

Ripercorrendo momenti passati e presenti, Blue Valentine racconta la storia di un amore ormai giunto al capolinea: quello di Dean e Cindy. Ricordando i bei momenti della loro storia e del loro romantico corteggiamento, i due proveranno a darsi un'altra possibilità cercando di salvare un matrimonio in crisi. Come finisce un amore, a che velocità e perché? Nessuno nei secoli ha mai provato a dare una risposta e non Io tenta neppure Derek Clanfrance, premiato documentarista che debutta nella fiction radiografando un ménage in crisi e naturalmente tornando avanti e indietro nella registrazione della vita per dimostrare il bilancio in dare e avere degli affetti e la disperazione dell'incostanza...

Orari spettacoli
14/01/2014 - 21.00
15/01/2014 - 21.00
still life 2

Still Life


(Gran Bretagna 2013) di Uberto Pasolini 87'

Dal produttore di Full Monty, commedia esilarante e trionfo della vita (agra o grama, non importa…), proviene invece un film, il suo secondo come regia, in apparenza su solitudine e morte. Still Life, nomen omen. Alla fine degli ottantasette minuti, però, si esce con una strana sensazione di leggerezza, che va oltre la commozione. Merito, in buona parte, di quel finale fellinian-chapliniano in cui si esalta la funzione della comunità (di morti/non morti, è lo stesso), la meraviglia del buon vicinato (di tomba, è lo stesso). Un profondo legame si instaura...

Orari spettacoli
09/01/2014 - 21.00
10/01/2014 - 21.00
11/01/2014 - 20.30 - 22.30
12/01/2014 - 18.30 - 20.30
moebius

Moebius

(Id.)
(Corea del sud 2013) di Kim Ki-duk 90'

VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI

Il film inizia con la Madre che, consumata dall’odio nei confronti del marito che la tradisce, vuole evirarlo per vendicarsi. Visto che non ci riesce, evira il Figlio e se ne va di casa. Il Padre cerca di fare qualcosa per il ragazzo, ed inizia quindi a pensare ad un trapianto del pene per il Figlio: è disposto a tagliarsi il suo per donarlo al ragazzo, espiando così anche la sua colpa… Dopo Pietà, Leone d’oro a Venezia 2012, Moebius è un Kim Ki-duk estremo e radicale, sin dalla scelta di non utilizzare dialoghi. Il regista coreano firma un ready-made spiazzante, cinema libero e fatto con niente, da difendere con le unghie e i denti. Fuori concorso a Venezia 2013

Orari spettacoli
07/01/2014 - 21.00
08/01/2014 - 21.00
midnights20children204

I Figli della mezzanotte

(Midnight's children)
(India 2013) di Deepa Mehta 146'

Tratto da quello che è considerato il romanzo capolavoro dello scrittore Salman Rushdie coinvolto nella produzione anche in qualità di sceneggiatore, I figli della mezzanotte segna il ritorno alla regia dell’indiana canadese Deepa Metha, qualche anno dopo la felice conclusione della cosiddetta “Trilogia degli elementi” costituita da Fire, Earth, Water e dopo il meno fortunato Heaven on Earth. Una produzione dalla vocazione marcatamente epica, in cui la vicenda di due bambini scambiati nella culla alla nascita si confonde anche metaforicamente...

Orari spettacoli
17/12/2013 - 21.00
18/12/2013 - 21.00
miss violence

Miss Violence

(Id.)
(Grecia 2013) di Alexandros Avranas 99'

VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI

Aristotele, certo. Il buon Avranas, da greco che vuole attualizzare i classici, forse lo ha letto, quando, nella “Poetica”, definisce la tragedia come quella cosa che purga lo spettatore dal terrore e dalla pietà facendogliele provare direttamente sulla pelle. Terrore e pietà: esattamente i sentimenti che ispirano il suo film, a tutti gli effetti una moderna tragedia classica. Il filosofo ci tiene a precisare che i personaggi non devono essere troppo orribili, altrimenti la pietà non può funzionare; analogamente, se sono troppo innocenti e puri, ci si indigna magari ma non si prova paura. Insomma, ci deve essere una giusta misura...

Orari spettacoli
12/12/2013 - 21.00
13/12/2013 - 21.00
14/12/2013 - 20.30 - 22.30
15/12/2013 - 18.30 - 20.30
razzabastarda3

Razzabastarda


(Italia 2013) di Alessandro Gassman 106'

Roman, immigrato rumeno che vive in Italia da trent'anni e legato agli ambienti della piccola delinquenza, sogna per il figlio Nicu, che ha allevato da solo, senza madre, un'esistenza diversa e migliore della sua. Tuttavia, per un ragazzo vissuto da sempre in determinato ambiente regolato da precise dinamiche non è facile desiderare di essere qualcosa di diverso... Con Razzabastarda, sua prima regia, Gassman si rivela solido e lucido come non riuscì mai a papà Vittorio nelle sue sporadiche direzioni cinematografiche. Alessandro è cresciuto anche come interprete. Il gradevole e leggerino interprete di tante commediole, ha acquistato una forza sanguigna che regge bene il carico di tutto il dramma...

Orari spettacoli
10/12/2013 - 21.00
11/12/2013 - 21.00
Lepass

Il Passato

(Le passé)
(Francia 2013) di Asghar Fahradi 130'

PREMIO MIGLIOR ATTRICE A BERENICE BEJO - CANNES 2013

I misteri, i segreti, l’arte di tacere nel cinema di Farhadi… Dai tempi di About Elly e di Una separazione, i suoi due film precedenti, sappiamo che il più internazionale dei registi iraniani non ha concorrenti nel costruire dei drammi intimistici che sono, insieme, dei thriller kafkiani pieni di suspense e disseminati di bombe a frammentazione multipla. Con Il passato, primo film girato in Francia, Fahradi va ancora più lontano: i segreti implodono gli uni dentro gli altri come matrioske...

Orari spettacoli
05/12/2013 - 21.00
06/12/2013 - 21.00
07/12/2013 - 20.00 - 22.30
08/12/2013 - 17.30 - 20.00
Paulette

Paulette

(Id.)
(Francia 2013) di Jérome Enrico 88'

Paulette s’inscrive nella lunga scia del cinema francese della commedia di formazione, che muove dai luoghi comuni dei francesi autoctoni e xenofobi, refrattari al rapido cambiamento dei panorami e al cosmopolitismo crescente, e sempre più provati da una esasperante crisi economica. Fil rouge di questa sfilata di commedie che vedono (quasi) sempre bianchi e neri spalla a spalla (oppure asiatici, arabi, mediorientali, e via dicendo) sono, appunto, un’appariscente xenofobia, spesso accompagnata dalle disastrose condizioni economiche, in cui la necessità di sbarcare il lunario...

Orari spettacoli
03/12/2013 - 21.00
04/12/2013 - 21.00
cave forgotten dreams

Cave of forgotten dreams

(Id.)
(Francia/Germania 2013) di Werner Herzog 96'

VERSIONE 2D

A Berlino 2011, insieme al travolgente Pina di Wim Wenders, fu al centro di una giornata dedicata al 3D d’autore l’affascinante documentario di Werner Herzog Cave of forgotten dreams, autentico inno al misticismo della luce e dell’ombra. Per il vecchio ma sempre creativo maestro del Nuovo Cinema Tedesco, il 3D è un’ulteriore frontiera, un    allargamento delle possibilità della sua più recente ricerca su quella che lui chiama “verità estatica” ed è questa sensibilità...

Orari spettacoli
26/11/2013 - 21.00
27/11/2013 - 21.00
photo Blancanieves 2012 7

Blancanieves

(Blancanieves)
(Spagna 2013) di Pablo Berger 92'

Secondo lungometraggio, dopo Torremolinos 73 (2003) e il corto Mamà (1988) del regista spagnolo Pablo Berger, Blancanieves  è un film muto e in bianco e nero, ispirato alla favola dei fratelli Grimm. Non è un mistero che il suo progetto fosse nel cassetto dell’autore da molto tempo, tra quelli difficili da realizzare, e che la spinta a metterlo in opera sia venuta dall’enorme successo di The Artist di Hazanavicius, anche se poi i problemi di produzione sono stati notevoli e il ricorso alla Francia necessario. Il regista fa riferimento al cinema degli anni ‘20, nell‘impiego del muto, del bianco e nero...

Orari spettacoli
19/11/2013 - 21.00
20/11/2013 - 21.00
Zoran il mio nipote scemo

Zoran, il mio nipote scemo


(Italia 2013) di Matteo Oleotto 106'

Ci sono film e attori che ispirano immediata simpatia. E’ il caso di Zoran, il mio nipote scemo, presentato alla Settimana della Critica della recente Mostra di Venezia, e del suo interprete principale, il grosso Giuseppe Battiston. Che impersona con la solita bravura e adesione “fisica” Paolo Bressan, quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del bicchiere di vino (trascorre le sue giornate da Giustino, il gestore di un’osteria in un piccolo paese del goriziano), per nulla pericoloso stalker nei confronti dell’ex moglie da cui si fa invitare a pranzo ogni volta che può...

Orari spettacoli
14/11/2013 - 21.00
15/11/2013 - 21.00
16/11/2013 - 20.30 - 22.30
17/11/2013 - 18.30 - 20.30
Tirannosauro Peter Mullan2

Tirannosauro

(Tyrannosaur)
(Gran Bretagna 2013) di Paddy Considine 92'

Un uomo violento, impulsivo, spesso fuori controllo e incline all'alcol. Una donna che gestisce un negozio di articoli di seconda mano. Un incontro fortuito quello tra Joseph e Hannah, la possibilità all’inizio remota poi sempre più concreta di fare un pezzo di strada insieme, di trovare sostegno reciproco, di risalire la china e ritrovare prima di tutto la stima in se stessi, quel barlume di dignità che consenta di affrontare un mondo ostile, di combattere i propri demoni interiori, di dire basta a un marito manesco e incline alle perversioni. Due anime allo sbando, un passato che emerge poco alla volta...

Orari spettacoli
12/11/2013 - 21.00
13/11/2013 - 21.00
castello italia

Un castello in Italia

(Un château en Italie)
(Francia 2013) di Valeria Bruni Tedeschi 104'

Parecchi cineasti amano mettersi a nudo davanti a noi. La cosa può commuoverci o meno, ma alla fine ciò che ci interessa è il film, dato che questi cineasti non li conosciamo. Il caso di Valeria Bruni Tedeschi è diverso: lei la conosciamo bene. Quando abbiamo scoperto nel 2002 il suo primo film, E’ più facile per un cammello…, non si conosceva di lei nulla se non il fascino che scaturiva da un atteggiamento inquieto e comunicativo, la voce velata da attrice di cinema d’autore. I bene informati erano al corrente del suo legame di parentela con una modella dal viso molto più celebre del suo nome...

 

 

Orari spettacoli
07/11/2013 - 21.00
08/11/2013 - 21.00
09/11/2013 - 20.30 - 22.30
10/11/2013 - 18.30 - 20.30
captive foto film

Captive

(Captive)
(Francia/FIlippine 2012) di Brillante Mendoza 120'

Thérèse Bourgoine è una volontaria francese di stanza nelle Filippine, sull'isola di Palawan, con una ONG. Un giorno, durante il trasporto di rifornimenti, Thérèse viene rapita dal "Gruppo Abu Sayyaf", estremisti musulmani, insieme ai suoi compagni volontari e ad alcuni turisti. L'esercito filippino si mette sulle tracce del gruppo che trova rifugio prima a Mindanao, poi sull'isola di Basilan. L'estenuante calvario, fisico e mentale, di rapitori e ostaggi durerà per più di un anno... Iperrealistico, allucinato, digressivo, affascinante: uno dei film più anomali di Mendoza, grande regista filippino, che ha messo da parte ogni tentazione documentaristica e badato a costruire un bel drammone a suspense, dominato da una Huppert come al solito straordinaria...

Orari spettacoli
05/11/2013 - 21.00
06/11/2013 - 21.00
bomber 02

Bomber

(Bomber)
(Gran Bretagna 2011) di Paul Cotter 84'

v.o. sottotitolata in italiano

Alistair e Valerie hanno ottant'anni e da tanto tempo non tornano nel loro paese natale, la Germania. Lui si porta dietro da più di cinquant'anni il peso una colpa che non ha mai espiato. Quando i due decidono di partire per saldare i conti con il passato, si unisce a loro Ross, il figlio trentenne che non ha ancora deciso cosa fare della propria vita. La vacanza li costringe dopo tanto tempo a vivere a stretto contatto, a fare i conti con le cose mai dette e con il loro modo di volersi bene. È un vero peccato che un film come Bomber, folgorante esordio del regista inglese Paul Cotter, non abbia trovato la distribuzione che avrebbe meritato nelle sale italiane...

Orari spettacoli
29/10/2013 - 21.00
30/10/2013 - 21.00
gloria 2

Gloria

(Gloria)
(Cile/Spagna 2013) di Sebastian Lelio 104'

ORSO D’ARGENTO MIGLIOR ATTRICE FESTIVAL DI BERLINO 2013

Sul podio dei migliori film in competizione di Berlino 2013, la protagonista Paulina Garcia ha vinto - a buona ragione - il premio come miglior attrice. Un film bellissimo, con la capacità di raccontare tanto senza ricorrere a fiumi di immagini ridondanti, senza quella retorica esasperata da melodramma hollywoodiano. Ancora una volta, culture un po’ più lontane e che siamo meno abituati a vedere al cinema ci fanno da maestre. Gloria (Paulina Garcia) è una donna cilena di 58 anni, divorziata e presa dal tentativo di non abbassare la saracinesca sulla propria vita...

Orari spettacoli
24/10/2013 - 21.00
25/10/2013 - 21.00
26/10/2013 - 20.30 - 22.30
27/10/2013 - 18.30 - 20.30
les apaches aziz el haddachi

Apache

(Les Apaches)
(Francia 2013) di Thierry de Peretti 82'

vietato ai minori di 14 anni - v.o. sottotitolata in italiano

Nell'immaginario collettivo Apache richiama immediatamente alla memoria paesaggi western e le vicende di una delle più tenaci e orgogliose tribù indiane. Un popolo guerriero che, nonostante fosse in origine nomade, ha stabilito con il territorio un profondo legame di riconoscibilità e appartenenza, accettando di lottare fino quasi all'estinzione per la sua difesa. In modo del tutto diverso, però, lo stesso termine è stato utilizzato dalla polizia parigina per caratterizzare i cattivi ragazzi che per anni hanno infestato le strade di Belleville. Così, attingendo a piene mani da entrambe le definizioni...

Orari spettacoli
22/10/2013 - 21.00
23/10/2013 - 21.00
Lo sconosciuto del lago

Lo sconosciuto del lago

(L'inconnu du lac)
(Francia 2013) di Alain Guiraudie 97'

PREMIO MIGLIOR REGIA - FESTIVAL DI CANNES 2013

VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

VERSIONE ORIGINALE SOTTOTITOLATA IN ITALIANO

L'inconnu du lac del francese Alain Guiraudie ci sorprende almeno per due caratteristiche: in uno scenario quasi documentaristico che punta alla semplicità per introdursi più intimamente in un paesaggio naturale che fa molto più che da sfondo ad una placida serie di giornate di siesta e sole da parte di alcuni villeggianti presso un lago noto per incontri omosessuali e frequentato da bagnanti naturisti, un ragazzo disoccupato di nome Franck intreccia amicizia dapprima con un solitario e taciturno uomo grassottello, minato da complessi e da manie quasi puerili (come quella di non nuotare per paura di finire in pasto ad un leggendario pesce siluro che alcuni dicono abitare quelle acque); un individuo che male accetta le sue tendenze omosex...

Orari spettacoli
03/10/2013 - 21.00
04/10/2013 - 21.00
05/09/2013 - 20.30 - 22.30
06/09/2013 - 18.30 - 20.30
NO I 1

NO - I giorni dell'arcobaleno

(NO)
(Cile 2013) di Pablo Larraìn 110'

Nello straordinario Tony Manero (2008), Pablo Larrain metteva in parallelo la dittatura di Pinochet con la follia e lo squallore dei suoi personaggi, in particolare il protagonista mediocre ometto che vuol  vincere a ogni costo un concorso televisivo per imitatori di John Travolta: tutti vittime di un “sogno americano” in formato esportazione, privi di morale e ideali, subiscono apatici la repressione, e in qualche caso ne approfittano...

Orari spettacoli
15/05/2013 - 20.30
16/05/2013 - 20.30
17/05/2013 - 20.30
18/05/2013 - 20.30 - 22.30
19/05/2013 - 18.15 - 20.30
22/05/2013 - 20.30
Qualcuno da amare2

Qualcuno da amare

(Like someone in love)
(Francia/Iran/Giappone 2013) di Abbas Kiarostami 109'

L’ultimo film di Kiarostami racconta una storia semplice ma che possiede profonde implicazioni. Esse iniziano fin dal titolo (quello di una classica song di Hollywood, “Like Someone in Love”, scritta da Jimmy van Heusen e Johnny Burke). Nel corso di tutta la carriera, Kiarostami ha intrecciato tra loro apparenza ed essenza, ha filmato la performance e l’interpretazione come la vera sostanza del personaggio. In questo film, anche più di altre volte...

Orari spettacoli
30/04/2013 - 20.30 - 22.30
01/05/2013 - 18.15 - 20.30
02/05/2013 - 20.30
03/05/2013 - 20.30
04/05/2013 - 20.30 - 22.30
05/05/2013 - 18.15 - 20.30
08/05/2013 - 20.30
video recensione tutto parla di te 13892

Tutto parla di te


(ITALIA 2013) di Alina Marazzi 83'

Pauline ritorna a Torino dopo una lunga assenza. Partita per fare una ricerca sull'esperienza e i problemi della maternità, si ritrova ad affrontare il suo passato, dove ha sepolto un segreto doloroso. Ogni mattina si incontra con Angela, una vecchia amica che dirige un Centro maternità, per raccogliere materiale e testimonianze.

Orari spettacoli
19/04/2013 - 21.00
20/04/2013 - 20.45 - 22.30
21/04/2013 - 19.00 - 20.40
fig2

Il figlio dell'altra

(Il figlio dell'altra)
(Francia 2013) di Lorraine Lévy 105'

“IL MIO FILM dice che la donna rappresenta il futuro dell’uomo e che quando le donne si alleano possono spingere gli uomini ad essere migliori”. Attenta allo specifico femminile, Lorraine Lévy si definisce una francese “ebrea atea” che, non essendo né israeliana né palestinese, non ha provato imbarazzo....

Orari spettacoli
04/04/2013 - 21.00
05/04/2013 - 21.00
06/04/2013 - 20.30-22.30
07/04/2013 - 18,30-20,30
10/04/2013 - 21.00
SU RE20int

SU RE

(Su Re)
(Italia 2012) di Giovanni Columbu 80'

Quasi mezzo secolo fa Pier Paolo Pasolini, nel sublime “Il vangelo secondo Matteo” restituiva la violenza, lo scandalo e la bellezza della parola di Gesù senza gli orpelli dell’iconografia tradizionale, scegliendo volti di non professionisti, girando tra i Sassi di Matera e gli scabri paesaggi del Sud d’Italia, e riusciva a catturare, da laico, il mistero del sacro. Oggi, Giovanni Columbu, personalità poliedrica e poco nota...

Orari spettacoli
28/03/2013 - 21.00
29/03/2013 - 21.00
30/03/2013 - 19.10-20.50-22.30
31/03/2013 - 17.30-19.10-20.50-22.30
01/04/2013 - 17.30-19.10-20.50
03/04/2013 - 21.00
La bas 1

Là-Bas - Educazione Criminale

(Là-Bas - Educazione Criminale)
(Italia 2011) di Guido Lombardi 100'

Vincitore della Settimana della Critica e del premio Luigi De Laurentiis come migliore opera prima, Là-bas – Educazione criminale è la vera rivelazione del cinema italiano all’ultima Mostra di Venezia. Il film dell’esordiente napoletano Guido Lombardi, già collaboratore di Abel Ferrara e Paolo Sorrentino, è ambientato fra Castel Volturno e la costa domizia, in quei luoghi del casertano dove si registra un’altissima concentrazione di immigrati africani...

Orari spettacoli
25/03/2013 - 21:00
26/03/2013 - 21:00
la cuoca del presidente 02

La Cuoca del Presidente

(Les saveurs du Palais)
(Francia 2012) di Christian Vincent 95'

Christian Vincent si ispira alla vita di Hortense Laborie, una famosa cuoca del Périgord che, inaspettatamente, viene contattata dall’Eliseo per occuparsi dei pasti personali del Presidente della Repubblica francese Mitterand, mansione che ricopre con passione per più di due anni. Vincent, grazie ad un montaggio impeccabile, alterna le esperienze di Hortense all’Eliseo con quelle successive in un campo in Antartide, dove la rinomata cuoca si ritira per un anno...

Orari spettacoli
20/03/2013 - 21.00
21/03/2013 - 21.00
22/03/2013 - 21.00
23/03/2013 - 20.30 - 22.30
24/03/2013 - 18.30 - 20.30
27/03/2013 - 21.00
100metridalparadiso

100 metri dal paradiso

(100 metri dal paradiso)
(Italia 2012) di Raffaele Verzillo 95'

Per avere successo bisogna parlare male del Vaticano. Sembra infatti assodato che per ottenere un riscontro di pubblico in un'opera di fantasia - ma anche nei media - non si possa trattare delle cose d'Oltretevere senza dover tirare in ballo oscuri misteri, trame sotterranee, segreti inenarrabili. Senza, insomma, dover ricorrere allo scandalo, al pruriginoso, o comunque all'ipotesi sensazionalistica. Eppure è possibile trattare l'argomento con un altro sguardo...

Orari spettacoli
18/03/2013 - 21:00
19/03/2013 - 21:00
Workers testo

Workers - Pronti a tutto

(Workers - Pronti a tutto)
(Italia 2012) di Lorenzo Vignolo 105'

Giovani carini, disoccupati e soprattutto disposti a tutto. Workers - pronti a tutto, l'opera prima del ligure Lorenzo Vignolo, regista di noti videoclip musicali, è una commedia ben riuscita sulla precarietà del lavoro dei giovani, e non solo. Attuale, divertente e girata con un ritmo quasi sempre incalzante si sviluppa in tre episodi incorniciati da un'originale colonna sonora (banjo, pianoforti scordati, tamburi, bidoni...) realizzata dal gruppo torinese dei Mambassa...

Orari spettacoli
11/03/2013 - 21:00
12/03/2013 - 21:00

Amour

(Amour)
(Austria/Francia/Germania 2012) di Michael Haneke 127'

PALMA D'ORO CANNES 2012 - OSCAR 2013 MIGLIOR FILM STRANIERO

Nel film sobriamente intitolato Amour, vincitore della Palma d’Oro a Cannes e dell’Oscar per il miglior film straniero, il grande regista austriaco Haneke racconta una tragedia universale: la vecchiaia, la decadenza, la morte. Georges (Trintignant) e Anne (Riva) hanno superato ormai gli ottant’anni, hanno una lunga esistenza di musica e di amore alle spalle. Anne improvvisamente viene colpita da un ictus che la lascia paralizzata sul lato destro del corpo...

Orari spettacoli
06/03/2013 - 21.00
TUTTI I NOSTRI DESIDERI

Tutti i nostri desideri

(Toutes nos envies)
(Francia 2011) di Philippe Lioret 120'

Era grande l’attesa, alle Giornate degli Autori di Venezia 2011, per la nuova opera del regista di Welcome: le aspettative sono andate tutt’altro che deluse, tanto che al film è stato tributato un lungo e caloroso applauso. I protagonisti sono due: accanto al ritrovato Vincent Lindon, che qui per hobby non è istruttore di nuoto bensì allenatore di rugby, oltre che magistrato, si ritaglia un ruolo memorabile la delicata Marie Gillain...

Orari spettacoli
04/03/2013 - 21:00
05/03/2013 - 21:00
re della terra selvaggia film

Re della terra selvaggia

(Beasts of the southern wild)
(USA 2012) di Benh Zeitlin 92'

Il mondo visto con gli occhi di una bambina. Ma un mondo anomalo, sorprendente, spesso ostile, dove la Natura non necessariamente è benigna né gli uomini generosi o caritatevoli. Questa, almeno, è l'esperienza di Hushpuppy (Quvenzhané Wallis), protagonista di Re della terra selvaggia, la vera sorpresa nelle nomination degli Oscar, dove è in corsa per il miglior film, la miglior regia (Benh Zeitlin), la miglior protagonista (appunto la Wallis, sei anni quando lo interpretò, forse un po' troppo giovane per un riconoscimento alla «bravura» che sappia distinguere dalla «spontaneità») e la miglior sceneggiatura non originale, perché è tratta da un testo per il teatro. Sono gli occhi di Hushpuppy, le sue fantasie, le sue paure, le sue conoscenze a guidare lo spettatore in un territorio che sembra tagliato fuori dal mondo civile. Quella strana terra di nessuno dove la ragazzina vive con un padre spesso assente

Orari spettacoli
27/02/2013 - 21.00
pollo alle prugne

Pollo alle prugne

(Poulet aux prunes)
(Francia / Germania / Belgio 2011) di Marjane Satrapi, Vincent Paronnaud 91'

La coppia di Persepolis (Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud) ha deluso chi si aspettava un film uguale o almeno simile al precedente, premio della giuria al Festival di Cannes e candidato all’Oscar nel 2007. Innanzitutto perché Pollo alle prugne non è un film d’animazione, anche se ha uno stile “rubato” al fumetto ed è ispirato di nuovo a una graphic novel dell’autrice iraniana, che anche qui ricorre non poco al disegno, sia per inventare fondali miracolosi (il film è stato interamente realizzato in studio, a Babelsberg) che per alcune scene, tra cui un piccolo cartoon in piena regola che racconta la buffa leggenda dell’angelo della morte Azrael...

Orari spettacoli
25/02/2013 - 21:00
26/02/2013 - 21:00
aPPARTAMENTO AD aTENE

Appartamento ad Atene

(Appartamento ad Atene)
(Italia 2011) di Ruggero Dipaola 95'

IN SOSTITUZIONE DEL FILM "IL RICHIAMO" RESO INDISPONIBILE DALLA DISTRIBUZIONE

1943, Atene: un appartamento viene requisito per ospitare un ufficiale tedesco, il Capitano Kalter (Richard Sammel). Non è sfitto: ci vivono gli Helianos, l’ex editore Nikolas (Gerasimos Skiadaresis) e Zoe (Laura Morante), che dopo un passato agiato ora navigano in cattive acque. Hanno un ragazzino di 12 anni (l’esordiente Vincenzo Crea), animato da fantasie di vendetta, e una bambina di 10 (la debuttante Alba De Torrebruna): un terzo figlio l’hanno perso in guerra. Insomma, già non sono rose e fiori, e l’arrivo di Kalter fa precipitare la situazione...

Orari spettacoli
18/02/2013 - 21.00
19/02/2013 - 21.00
cena tra amici

Cena tra amici

(La prénom)
(Francia / Belgio 2012) di Alexandre de la Patellière, Matthieu Delaporte 109'

I francesi e le cene sembrano rappresentare un connubio funzionante, per lo meno al cinema. E se in La cena dei cretini (successo di pubblico e di critica datato 1998) motivo dell'ipotetico banchetto era la volontà di sbeffeggiare il cretino di turno per divertire e riabilitare il grigiore di una certa, annoiata borghesia, in Cena tra amici i commensali chiamati alla tavolata sono tra loro gente nota, parenti e amici intimi con contrastanti visioni politiche e sociali e una manciata di confessioni pronte a saltar fuori secondo la classica reazione a catena. Tratta dall'opera teatrale di Bernard Murat dal titolo Le Prénom (ovvero quel ‘nome di battesimo' che diventerà poi oggetto dell'accesa discussione...

Orari spettacoli
11/02/2013 - 21:00
12/02/2013 - 21:00
In Darkness

In Darkness

(In Darkness)
(Polonia/Germania/Francia 2012) di Agnieszka Holland 145'

Leopold Socha, ispettore fognario nella Leopoli occupata del ’43, ha una moglie e una bambina a cui garantire un piatto caldo e un futuro. Scaltro e intraprendente, ruba nelle case dei ricchi e non ha scrupoli con quelle degli ebrei, costretti nel ghetto e poi falciati dalla follia omicida dei nazisti. Avvicinato da un vecchio compagno di cella, l’ufficiale ucraino Bortnik, gli viene promessa una lauta ricompensa se troverà e denuncerà alla Gestapo gli ebrei sfuggiti ai rastrellamenti...

Orari spettacoli
06/02/2013 - 20.30
Detachment il distacco

Detachment - Il Distacco

(Detachment)
(USA 2011) di Tony Kaye 100'

Il regista di American history X, Tony Kaye, propone un interessante e drammatico affresco della scuola americana di oggi, attraverso il racconto dell’atteggiamento “distaccato” del supplente interpretato da un fascinoso Adrien Brody, alle prese con il dipanarsi di crisi e drammi personali da parte degli studenti, ma anche degli stessi insegnanti di un liceo non meglio identificato di New York...

Orari spettacoli
04/02/2013 - 21:00
05/02/2013 - 21:00
Apres Mai

Qualcosa nell'aria

(Après Mai)
(Francia 2012) di Olivier Assayas 120'

Après Mai: dopo il maggio. Il titolo del film di Olivier Assayas dà un’immediata collocazione temporale alle vicende dei giovani protagonisti, e contiene in sé una prospettiva che permette la riflessione. In quell’avverbio di tempo è racchiusa la dimensione di un fenomeno che ha già raggiunto il suo apice e ha imboccato la strada discendente, anche se in questa fase ribolle ancora di vitalità e disordinata energia. Siamo nei primi anni Settanta, a Parigi...

Orari spettacoli
30/01/2013 - 21.00
GOOD AS YOU

Good as you - Tutti i colori dell'amore

(Good as you - Tutti i colori dell'amore)
(Italia 2011) di Mariano Lamberti 90'

Otto personaggi (quattro uomini e quattro donne), tutti più o meno consapevolmente gay, incrociano le loro strade durante la lunga notte di Capodanno. Ci sono l’introverso Adelchi (Lorenzo Balducci) e sua sorella Silvia (Daniela Virgilio), sessualmente repressa; l’altra coppia di fratelli formata dal misterioso Claudio (Enrico Silvestrin) e dall’esuberante Francesca (Lucia Mascino); la mascolina Mara (Elisa Di Eusanio) e la smorfiosa Marina (Micol Azzurro); l’eccentrico Marco (Diego Longobardi) e il palestrato spagnolo...

Orari spettacoli
28/01/2013 - 21:00
29/01/2013 - 21:00
el campo

Il Campo

(El Campo)
(Argentina/Italia/Francia 2010) di Hernán Belón 85'

Chi non ama la vita agreste e pensa come Oscar Wilde che la campagna sia solo un posto dove svolazzano uccelli crudi, condividerà le angosce di Elisa, protagonista del film argentino El campo, in concorso alla Settimana della Critica di Venezia 2011. Trasferitasi col marito Santiago e la piccola figlia Matilda in una vecchia e isolata casa di campagna, la giovane donna comincia subito ad avvertire una strana inquietudine, che si trasforma presto in paranoia. Non sappiamo perché la famiglia abbia deciso di lasciare la città, né se sia mossa da problemi economici, ma sicuramente il cambiamento radicale di vita sembra essere...

Orari spettacoli
21/01/2013 - 21:00
22/01/2013 - 21:00
2

La Parte degli Angeli

(The Angels' share)
(GB/Francia/Belgio/Italia 2012) di Ken Loach 101'

La crisi economica e soprattutto l’esclusione di migliaia di giovani dal mondo del lavoro, l’emarginazione sociale e l’impossibilità di costruirsi un futuro, la condanna a un inevitabile destino di delinquenza per moltissimi, in assenza di valide alternative. Non sono temi qualsiasi, sono le questioni decisive per la vita di milioni di persone, nell’Occidente già ricco e privilegiato, che oggi vede vacillare le sue certezze e sul domani non può scommettere più di tanto. Con La parte degli angeli, coprodotto dai fratelli Dardenne, il grande Ken Loach questi temi li prende di petto e tuttavia li affronta con quello spirito di commedia proletaria che caratterizzava anche il recente Il mio amico Eric e che si inserisce benissimo...

Orari spettacoli
16/01/2013 - 21.00
qualche nuvola

Qualche nuvola

(Qualche nuvola)
(Italia 2011) di Saverio Di Biagio 99'

Il dramma di cambiare la carta da parati nella vecchia casa ereditata dalla nonna, testé defunta. Cinzia (Greta Scarano) non sa come uscirne, ma il fidanzato Diego (Michele Alhaique) sembra non ascoltarla, evidentemente non la sente. Ha “qualche nuvola” per la testa. L’inizio contiene già il tutto dell’esordio alla regia di Saverio Di Biagio, uomo total-cinema e tra i più apprezzati aiuto-registi italiani...

Orari spettacoli
14/01/2013 - 21:00
15/01/2013 - 21:00
La guerra dichiarata

La guerra è dichiarata

(La guerre est déclarée)
(Francia 2011) di Valérie Donzelli 100'

Come abbia fatto l’Academy francese a dimenticare La guerra è dichiarata resta un mistero. Abbagliati da The artist, i giurati incaricati di assegnare i César (massima ricompensa che la professione francese attribuisce al cinema nazionale) si sono lasciati scappare il vero film-evento dell’anno appena trascorso. Tocca dunque alla critica rendere giustizia al film di Valérie Donzelli...

Orari spettacoli
08/01/2013 - 21:00
E se vivessimo3

E se vivessimo tutti insieme?

(Et si on vivait tous ensemble?)
(Francia/Germania 2012) di Stéphane Robelin 96'

Claude e le coppie Annie e Jean e Jeanne ed Albert, sono cinque amici di lunga data, tutti diversi per temperamento e carattere. I cinque si ritrovano in occasione del 75mo compleanno di uno di loro...

Orari spettacoli
19/12/2012 - 21.00 - ULTIMO GIORNO
les infideles

Gli Infedeli

(Les infidèles)
(Francia 2012) di Jean Dujardin, Gilles Lellouche, Emmanuelle Bercot, Michel Hazanavicius, Eric Lartigau, Fred Cavayé, Alexandre Courtès 109'

Sei episodi, tre intermezzi, sette registi (fra cui una donna), cinque sceneggiatori. Due dei quali - Jean Dujardin e Gilles Lellouche - sono anche i protagonisti delle storie principali..

Orari spettacoli
17/12/2012 - 21:00
18/12/2012 - 21:00
eva

Eva

(Eva)
(Spagna 2011) di Kike Maíllo 94'

Alex, un importante ingegnere cibernetico, torna dopo dieci anni alla Facoltà di Robotica di Santa Irene per portare a termine un progetto speciale: creare un bambino robot con un..

Orari spettacoli
11/12/2012 - 21:00
George harrison.

George Harrison: Living in the Material World

(George Harrison: Living in the Material World)
(USA 2011) di Martin Scorsese 208'

Un tuffo nella vita e nell’arte del più appartato dei Beatles. Una valanga di foto e filmati che Martin Scorsese trasforma in un viaggio quasi mistico sulle tracce di un personaggio..

Orari spettacoli
03/12/2012 - 21:00
04/12/2012 - 21:00
gli sfiorati

Gli Sfiorati

(Gli Sfiorati)
(Italia 2011) di Matteo Rovere 111'

Roma. Belinda, 17enne fuggevole e luminosa, sorella di Méte, torna a Roma per il matrimonio dei genitori. I due ragazzi, figli dello stesso padre, si conoscono appena e sono..

Orari spettacoli
26/11/2012 - 21:00
27/11/2012 - 21:00
al

Alì ha gli occhi azzurri


(Italia 2012) di Claudio Giovannesi 100'

Nader ha 16 anni e una fidanzata invisa ai genitori e alla legge islamica. Ma a lui, figlio della seconda generazione, non importa niente delle tradizioni, delle proibizioni, delle preghiere in Moschea...

Orari spettacoli
21/11/2012 - 21:00
22/11/2012 - 21:00
23/11/2012 - 21:00
24/11/2012 - 20:30 / 22:30
25/11/2012 - 18:30 / 20:30
28/11/2012 - 21:00
I colori della passione

I colori della passione

(The Mill and the Cross)
(Polonia / Svezia 2011) di Lech Majewski 97'

Un viaggio dentro all’epico capolavoro del maestro fiammingo Pieter Bruegel, “La salita al Calvario” (1564): la tela riproduce la Passione di Cristo ambientando la scena nelle..

Orari spettacoli
19/11/2012 - 21:00
20/11/2012 - 21:00
foregivenessposter

La Faida

(The Forgiveness of Blood)
(USA / Albania/ italia / Danimarca 2011) di Joshua Marston 109'

 

Nik è un energico ragazzo di 17 anni al suo ultimo anno di liceo nel 
nord dell’Albania. Si sta lanciando nella prima storia d’amore con una 
compagna di classe e vorrebbe aprire un internet cafe dopo la laurea. 
Sua sorella, Rudina, è una brillante e matura ragazza di 15 anni che 
aspira ad andare al college. Quando il padre Mark viene accusato di 
omicidio, la famiglia è coinvolta in una faida mortale. Le regole del 
Kanun, un codice di legge plurisecolare dei Balcani, forzano Nik, il 
fratello di 7 anni e gli altri membri maschi della sua famiglia agli arresti 
domiciliari. Con Mark nascosto tra le montagne e Nik rinchiuso in casa, 
la famiglia deve fare affidamento su Rudina… Orso d’argento per la 
miglior sceneggiatura a Berlino 2011.

Nik è un energico ragazzo di 17 anni al suo ultimo anno di liceo nel nord dell’Albania. Si sta lanciando nella prima storia d’amore con una compagna di classe e..

Orari spettacoli
12/11/2012 - 21:00
13/11/2012 - 21:00
oltre

Oltre le Colline

(Dupa dealuri)
(Romania / Francia / Belgio 2012) di Cristian Mungiu 150'

Dopo esser tornata dalla Germania, in un isolato convento in Romania Alina ritrova l'amica Voichita, che ama dai tempi in cui si erano incontrate da bambine in orfanotrofio. Alina..

Orari spettacoli
09/11/2012 - 21:00
10/11/2012 - 21:00
11/11/2012 - 18:00 / 21:00
14/11/2012 - 21:00
bob marley

Marley

(Marley)
(USA / Gran Bretagna 2012) di Kevin Macdonald 140'

Bob Marley. La sua musica e il suo messaggio di amore e redenzione sono conosciuti in tutto il mondo e la sua storia è stata finalmente riportata in vita grazie al..

Orari spettacoli
05/11/2012 - 21:00
06/11/2012 - 21:00
Cera una volta in Anatoliadi Nuri Bilge Ceylanuscita 15 giugno2

C'era una Volta in Anatolia

(Bir zamanlar Anadolu'da)
(Turchia / Bosnia Erz. 2011) di Nuri Bilge Ceylan 157'

Un assassino cerca di condurre una squadra di poliziotti nel luogo dove ha seppellito la sua vittima. Durante il viaggio nel cuore delle steppe dell’Anatolia pian piano..

Orari spettacoli
29/10/2012 - 21:00
30/10/2012 - 21:00
Killer Joe.

Killer Joe

(Killer Joe)
(USA 2011) di William Friedkin 102'

Oppresso dai debiti, contratti con i suoi fornitori di droga e che mettono in pericolo la sua stessa vita, il giovane Chris (Emile Hirsch) decide di approfittare delle precarie condizioni..

Orari spettacoli
25/10/2012 - 20:30 / 22:30
26/10/2012 - 20:30 / 22:30
27/10/2012 - 20:30 / 22:30
28/10/2012 - 18:30 / 20:30
un amour de jeunesse un amour de jeunesse 06 07 2011 1 g

Un amore di gioventù

(Un amour de jeunesse)
(Francia / Germania / Danimarca 2011) di Mia Hansen-Løve 110'

La 15enne Camille e il 19enne Sullivan sono molto innamorati, ma dopo  un felice periodo insieme lui parte per il Sudamerica. Camille è disperata e quando lui 

Orari spettacoli
22/10/2012 - 21:00
23/10/2012 - 21:00
Reality45663

Reality

(Reality)
(Italia 2012) di Matteo Garrone 115'

Luciano è un pescivendolo napoletano che per integrare i suoi scarsi guadagni si arrangia facendo piccole truffe insieme alla moglie Maria. Grazie a una naturale simpatia..

Orari spettacoli
18/10/2012 - 21:00
19/10/2012 - 21:00
20/10/2012 - 20:15 / 22:30
21/10/2012 - 18:15 / 20:30
24/10/2012 - 21:00
elles6

Elles

(Elles)
(Francia / Polonia / Germania 2011) di Malgorzata Szumowska 99'

Anne (Juliette Binoche) è giornalista per “Elle”. Fasciata in una vestaglia tra il bon ton e il casalingo, viene svegliata dal figlio che cerca i cereali. Un’altra notte..

Orari spettacoli
11/10/2012 - 21:00
12/10/2012 - 20:30 / 22:30
13/10/2012 - 20:30 / 22:30
14/10/2012 - 18:30 / 20:30
17/10/2012 - 21:00